Col Cous Cous Fest i popoli dialogano e non costruiscono muri

Eventi Dal 20 al 29 settembre San Vito Lo Capo ospita il Festival internazionale dell'integrazione culturale. Nel ricco programma sfide di cucina, cooking show, concerti e spettacoli

Si apre venerdì 20 settembre, a San Vito lo Capo, la 22.esima edizione del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale, coprodotto dall’agenzia di comunicazione Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo, che animerà la cittadina fino al 29 settembre con degustazioni, sfide di cucina, cooking show, concerti e spettacoli all’insegna dello slogan “Make cous cous not walls”. Il cous cous, piatto semplice e povero nato tra le dune del Maghreb, torna ad essere il simbolo dello scambio e del dialogo tra i popoli mediterranei, pretesto per mettere insieme religioni, culture e tradizioni diverse attraverso il cibo. Quest’anno saranno sette i paesi partecipanti al Campionato del mondo di cous cous, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia cui si aggiunge un team sotto la “bandiera” dell’Unhcr, l’’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

Cous Cous Fest

“Il Cous Cous Fest è un appuntamento internazionale, dalla tradizione ultra ventennale, l’evento di punta del territorio che porta alto il nome di San Vito Lo Capo nel mondo. La nostra cittadina – ha detto Giuseppe Peraino, sindaco di San Vito Lo Capo – tornerà ad ospitare chef internazionali, grandi ospiti e artisti per una festa all’insegna del gusto, del divertimento e del confronto tra culture. Forte, anche, l’attenzione mediatica: quest’anno ci saranno due dirette tv in canali nazionali italiani e arriveranno due troupe francesi, canale M 6, la seconda rete privata più vista in Francia e il canale nazionale francese France Télévisions, ma anche due produzioni canadesi interessate a riprendere le fasi più salienti del Campionato del mondo di cous cous, cuore dell’evento”.

Il Cous Cous Fest diventerà anche un format tv diretto da Riccardo Cannella, screenwriter, film director e producer siciliano, vincitore di 7 premi internazionali per la miglior regia. Cannella sarà a San Vito Lo Capo con il suo staff per riprendere le fasi più salienti dell’evento internazionale.

Cous Cous Fest

Ad aprire il festival, venerdì alle ore 10:30, l’evento “Food4Excellence”, organizzato da UniCredit. Ad aprire i lavori al Bia Theatre, in Piazza Santuario, Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit. A seguire si svolgeranno due tavole rotonde; una dedicata alla valorizzazione del territorio partendo dalle eccellenze, alla quale parteciperanno Vittorio La Placa, responsabile Retail Business Sicilia di UniCredit, Tony Lo Coco, Vice Presidente “Le Soste di Ulisse”, Dario Cartabellotta, Dirigente generale dell’assessorato regionale Agricoltura e pesca. La seconda tavola rotonda, alla quale parteciperanno Massimo Itta, Vice President Account Management di Mastercard, Claudia Vassena, Responsabile di Buddybank, Marcello Orlando, Ceo di Feedback, Giuseppe Peraino, sindaco di San Vito Lo Capo, sarà dedicata al potenziamento del made in Sicily attraverso partnership strategiche.

Sempre domani, alle 18, prende il via il Campionato italiano Bia CousCous che vede in gara cinque chef provenienti da tutta Italia che gareggeranno per entrare a far parte della squadra “azzurra” che parteciperà al Campionato del mondo di cous cous. La prima manche vedrà sfidarsi Marco Parenzan chef trevigiano che lavora al ristorante Equoreum, a San Biagio di Callalta (Tv) e due pasticcere: Laura Bonoli da Bologna e Carlotta Ricciardelli da Roma. La seconda manche, alle ore 20, vedrà a confronto invece Salvatore Denaro, messinese, che lavora al ristorante Le Pietre volte a Capo Vaticano, vicino Tropea e Massimiliano Poli, milanese che lavora a Parigi. A giudicare gli chef saranno due giurie: una tecnica, presieduta dal giornalista Carlo Ottaviano, firma del Messaggero e una popolare formata dai visitatori della rassegna. Le sfide saranno condotte dal giornalista Roberto Giacobbo e dalla siciliana Sarah Castellana, volto di Quelli che il Calcio e Rai Sport.

Oltre 30 ricette di cous cous al villaggio gastronomico

In programma anche lezioni di cous cous, cooking show con grandi protagonisti della cucina tra cui Sergio Barzetti, Andy Luotto, Chiara Maci, Filippo La Mantia e Giorgione

Noemi ospite del Cous Cous Fest il 20 settembre

Noemi ospite del Cous Cous Fest il 20 settembre

Noemi farà tappa a San Vito lo Capo con il Blues & Love Summer Tour, il tour estivo in cui la cantautrice romana, oltre a riproporre i suoi brani più celebri in chiave blues, spaziando dal funky al reggae, interpreterà le cover dei più grandi artisti internazionali di black music che hanno influenzato la sua carriera. Si prosegue sabato 21 settembre con i Boomdabash. E ancora Sergio Vespertino (domenica 22), Cammurria (lunedì 23), Sikania (martedì 24), La Municipàl (mercoledì 25) Lello Analfino & Tinturia (giovedì 26), Mahmood (venerdì 27 per l’unica tappa in Sicilia), dj Ringo e Giuseppe Scarpato Power Trio ft. Filippo La Mantia (sabato 28 settembre) e Sasà Salvaggio (domenica 29 settembre). Tutti i concerti sono gratuiti.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.