Catania, passeggiate letterarie con lo scrittore Domenico Trischitta

La Libreria Prampolini di Catania e lo scrittore Domenico Trischitta a gennaio propongono originali passeggiate letterarie e percorsi di scrittura creativa che prevedono cinque percorsi all’aria aperta e cinque pomeriggi immersi nella scrittura alla Prampolini, per entrare nelle dinamiche del racconto attraverso cinque tappe itineranti alla scoperta dei luoghi degli scrittori catanesi.

Catania in una cartolina d’epoca, Chiesa di San Nicola e Monastero dei Benedettini

Prima tappa – La Catania settecentesca di Federico De Roberto: il Monastero dei Benedettini e il Palazzo Biscari. Rievocazione dei luoghi attraverso “I Vicerè” di De Roberto e “l’amante di Bellini” di Holst.

Seconda tappa – La Catania fascista di Vitaliano Brancati: itinerario brancatiano, tra cinema e letteratura. Dalla casa de “Il bell’Antonio” alla finzione cinematografica di Mauro Bolognini.

Terza tappa – La Catania sensuale di Ercole Patti: Dalle ville Liberty di viale Regina Margherita alla casa de “Il bellissimo novembre” di via Montesano.

Domenico Trischitta

Domenico Trischitta

Quarta tappa – La Catania della disillusione di Sebastiano Addamo: il quartiere di San Berillo durante la seconda guerra mondiale.

Quinta tappa – La Catania dello sventramento di Domenico Trischitta: dalla deportazione nei quartieri popolari alla raggiante Catania odierna.

Ad ogni tappa seguirà una lezione in cui ci si eserciterà nella scrittura di un racconto partendo dall’esperienza sensoriale dei singoli itinerari letterari. I cinque migliori racconti, uno per ogni percorso – a giudizio di Domenico Trischitta e degli organizzatori dell’evento – verranno pubblicati sulla pagina Facebook Libreria Prampolini. Sono aperte le iscrizioni: info@prampolinilibreria.it, telefono 095321099.

La Libreria Prampolini di Catania

La Libreria Prampolini di Catania

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.