Catania 1669 in barca a vela

Itinerari Per il mese di agosto il Centro Turismo Ambientale Sicilia propone un itinerario via mare alla scoperta dei luoghi in cui i catanesi cercarono riparo dalla colata lavica dell'8 marzo 1669

imbarcazione 12 mt a vela

imbarcazione 12 mt a vela

Un itinerario marino in barca a vela per scoprire uno dei più suggestivi scorci ambientali della costa lavica urbana di Catania . E’ “Luglio 1669 Accadde” l’itinerario marino alternativo, proposto solo per il mese di agosto dal Centro Turismo Ambientale Sicilia impegnato nella promozione di turismo ambientale, cultura della sostenibilità, valorizzazione ed educazione alla conoscenza del territorio regionale nel suo complesso, con particolare attenzione verso i siti esclusi dai grandi circuiti del turismo convenzionale.

A bordo di una imbarcazione 12 mt a vela i visitatori potranno ammirare dal mare il “water- front” della città e la vista della stessa nella sua interezza, sotto lo sguardo vigile dell’Etna. Il percorso marino ripropone l’esodo via mare compiuto in barche, anche di fortuna, da migliaia di cittadini e dalle autorità locali per mettersi in salvo dalla colata lavica entrata in città l’8 marzo 1669, una data che segnò le cronache del tempo e mutò profondamente la storia e lo sviluppo urbano della città di Catania sino ai giorni nostri. In quell’anno, per quattro mesi, una imponente colata lavica riversò sulla città e sulla sua periferia oltre un milione e mezzo di metri cubi di lava, modificandone profondamente storia, sviluppo urbano e profilo costiero.
La navigazione prende avvio quindi dal porto di Catania per proseguire lentamente fino al Borgo Ognina, dove nel 1669 fu approntato per la drammatica circostanza un vero e proprio “campo profughi “ destinato alla popolazione in fuga. L’itinerario storico-culturale parte da terra dal mercato del pesce storico di Catania presso le “Mura di Carlo V” (pressi di piazza Duomo ) con il racconto dell’ evento e delle vicissitudini della popolazione terrorizzata di quei momenti e prosegue via mare in barca a vela seguendo la rotta storica del tempo, costeggiando uno dei tratti più suggestivi della costa urbana (il lungomare di Catania) all’ombra del vulcano Etna, sino a raggiungere il porticciolo di Ognina o “Lògnina” (primo porto della Catania greco romana). La sosta nel porticciolo consentirà di raccontare la storia del borgo e di ammirare il panorama e il vulcano sullo sfondo, per poi riprendere la lenta navigazione di ritorno.

Il tour, della durata di 2,30 ore circa, è effettuato i lunedì, mercoledì e venerdì (dalle ore 15 alle 18) e i sabato e le domeniche (ore 9-12.30) di agosto, con un minimo di tre partecipanti. E’ necessario prenotare al numero 340 725 84 73 o via e-mail itinerari@ctasicilia.it

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.