Campus estivi dei Focolari nelle periferie di Roma e Siracusa

Volontariato e Onlus I campus estivi dei Giovani per un Mondo Unito e si svolgeranno dal 25 luglio al 3 agosto nel quartiere Corviale della Capitale e dal 30 luglio al 7 agosto nel quartiere Grottasanta di Siracusa

Corviale e Grottasanta: riparte dalle periferie di Roma e Siracusa l’impegno dei giovani dei Focolari. Sono i campus estivi dei Giovani per un Mondo Unito e si svolgeranno dal 25 luglio al 3 agosto nella Capitale e dal 30 luglio al 7 agosto a Siracusa. In sinergia con associazioni e realtà locali presenti sul territorio, per 10 giorni giovani da Nord a Sud della penisola metteranno a disposizione tempo e competenze per la formazione dei ragazzi e comunità. Cultura del dialogo, legalità, no all’azzardo, accoglienza, economia disarmata, al centro delle attività di formazione e dei workshop. “L’impegno continua nelle periferie” è il titolo della quinta edizione dei campus estivi dei Giovani per un Mondo Unito del Movimento dei Focolari tra i 18 e i 30 anni. «Vogliamo guardare in faccia le ferite aperte delle nostre società e spenderci per gli chi vive nel disagio – spiegano gli organizzatori -. Vogliamo raccogliere il messaggio di Papa Francesco: “stare nel conflitto senza scansarlo e portare gratuità dove non c’è speranza: sono le due chiavi per trasformare il deserto in foresta”».

Siracusa campus 2016 gruppo Giovani pe un mondo unito

Siracusa campus 2016 gruppo Giovani pe un mondo unito

Dopo l’esperienza del Cantiere Legalità di Caserta nel 2013 e del Siracusa Summer Campus dal 2014 al 2016, quest’anno il campus si sdoppia: un primo appuntamento si terrà a Roma dal 25 luglio al 3 agosto; un secondo a Siracusa, dal 30 luglio al 7 agosto. «Il Summer Campus – afferma Luca Natalucci di Roma – è un’esperienza unica: decine di giovani da tutta Italia si sporcano le mani per gli altri. Ti accorgi che quanto hai ricevuto è infinitamente più grande rispetto a quello che hai dato». Il Roma Summer Campus verrà ospitato presso il Campo dei Miracoli del Calcio Sociale nel quartiere Corviale, una realtà che attraverso il gioco del calcio promuove i valori dell’accoglienza, del rispetto della diversità e della corretta crescita della persona.

Il Siracusa Summer Campus è alla sua quarta edizione e si svolgerà presso la parrocchia di San Corrado nel quartiere Grottasanta. Vedrà la collaborazione tra i giovani per un mondo unito di varie regioni italiane e i giovani della comunità ospitante aderenti alla Gi.Fra – Gioventù Francescana. Laboratori, giochi e attività sportive per i bambini del quartiere si alterneranno ad incontri di formazione per gli animatori. In quei giorni, si terrà la proiezione del documentario realizzato durante il campus 2016 dal titolo “Siracusa, terra di bellezza e contraddizioni” firmato dalla giovane regista Clara Anicito, tra gli organizzatori del campus. «Il documentario – spiega Clara – racconta i due volti della città: la bellezza artistica e culturale di Ortigia, ma anche i problemi ed il degrado delle periferie. Prova a dare uno stimolo, un input positivo per migliorare le nostre città e per essere ciascuno di noi protagonisti del cambiamento». A fare da trait d’union tra i vari momenti sarà l’equipe della comunicazione che si occuperà di raccogliere scatti e testimonianze durante i giorni dei Campus, cimentandosi in uno “storytelling delle periferie” dando voce a quella parte di società che soffre spesso il silenzio da parte di media e istituzioni e riaccendere i riflettori sull’operato di quanti s’impegnano ogni giorno in queste realtà.

 

Backstage del documentario Siracusa terra di bellezza e contraddizioni

Backstage del documentario Siracusa terra di bellezza e contraddizioni

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.