Bando State aKorti, le proposte dei film maker entro il 30 giugno

E’ in una veste sempre più ricca che si presenta la VIII edizione di State aKorti, il Festival internazionale del cortometraggio umoristico nata per gioco da una costola degli Stipsy King, la band goliardico-demenziale made in Catania, che si svolgerà dal 31 luglio all’1 agosto a Terra di Bò (Villa Di Bella, Via Garibaldi 298 – Viagrande. Confermati il gemellaggio con il Mizzica Film Festival e la collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Catania, i Viagrande Studios, Sicily “EST” Festival. Si conferma anche la formula vincente delle precedenti edizioni che hanno riscosso grande successo di pubblico e critica. L’organizzazione – curata da La Terra di Bò e DIBO Eventi – ammette alla competizione cortometraggi di genere comico-umoristico, girati in qualsiasi formato e tecnica, della durata massima di 10 minuti e che non siano già stati presentati nelle precedenti edizioni del concorso.
Il bando per partecipare a State aKorti scade il 30 giugno 2015. La rassegna è aperta a film maker e registi di tutte le nazionalità. La partecipazione è gratuita. Il regolamento, tradotto in 4 lingue, è disponibile sul sito www.stateakorti.it. I corti pervenuti entro il 30 giugno 2015, saranno giudicati da una giuria di esperti, giornalisti e critici del settore che conferirà due premi: miglior cortometraggio (500 euro) e miglior colonna sonora originale (150 euro).

I corti dovranno pervenire entro il 30 giugno 2015 all’indirizzo SKSTUDIO, c/o Studio Associato Di Bella, via Teatro Greco n.76, 95124 Catania. O essere via e-mail all’indirizzo info@stateakorti.it

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.