Al-Cantàra presenta “Lu Disìu” a Sicilia en primeur

Calici & Boccali All'evento di Taormina l'azienda etnea che era stata premiata all'ultimo Vinitaly per l’etichetta d’autore, opera di Alfredo Guglielmino di Cartura, del passito di nerello mascalese

Fresca di premio al Vinitaly 2015 per l’etichetta “Lu Disìu” (passito da uve di nerello mascalese), opera dell’illustratore Alfredo Guglielmino/Cartura Design che cura l’immagine di tutta la produzione, l’azienda vinicola Al-Cantàra (http://www.al-cantara.it) partecipa venerdì 17 e sabato 18 aprile, a Taormina, alla XII edizione di “Sicilia En Primeur”, manifestazione organizzata da Assovini Sicilia con l’obiettivo di presentare alla stampa nazionale e internazionale la produzione vinicola dell’ultima vendemmia siciliana prodotta dalla aziende associate.

Confezioni regalo

Confezioni regalo

Fra queste Al-Cantàra che proprio dal mese di aprile ha aderito alla prestigiosa associazione di categoria. Spiega Pucci Giuffrida, produttore Al-Cantàra: «Assovini è l’insieme delle imprese e delle famiglie che rappresentano la Sicilia vitivinicola di qualità nel mondo e che promuovono, insieme ai loro vini, il territorio e il movimento turistico verso l’isola. Abbiamo ritenuto fondamentale la nostra iscrizione perché oggi Assovini conta 72 aziende socie, espressione di tutti i territori di produzione, dagli arcipelaghi ai terrazzamenti sull’Etna, come i nostri vigneti di Randazzo. Rappresenta l’80% del vino imbottigliato in Sicilia, destinato per il 42% al mercato nazionale e per il restante 58% ai mercati esteri”.

Etichetta

Etichetta

A “Sicilia En Primeur 2015”, Al-Cantàra si presenterà fresca di medaglia, quella d’argento appena conquistata a Verona, durante la sessione 2015 del Concorso internazionale Packaging del Vinitaly per il passito “Lu Disìu”. Un riconoscimento alla “forma” – in passato assegnato anche al bianco DOC dell’Etna “Occhi di Ciumi” (sempre per la matita di Guglielmino) – che si aggiunge ai premi raccolti in ambito enologico, dunque alla “sostanza” dei vini Al-Cantàra più volte apprezzati e premiati in occasione di concorsi nazionali e internazionali.

«Al successo crescente del vino siciliano di qualità nei mercati di Giappone, Canada, Stati Uniti, Brasile, Svezia, Norvegia e Spagna – conclude Giuffrida – Al-Cantàra aggiunge di suo un forte elemento identitario: quello della lingua siciliana in forma di poesia, con i versi di Nino Martoglio, Domenico Tempio e Giovanni Meli che danno il nome ai nostri vini. Un omaggio alla cultura millenaria della nostra isola, nella sua versione più musicale e soave. Quella appunto della poesia celebrata sin dai tempi della corte di Federico II”.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.