A Giarre “Incontri in piazza” tra dibattiti e musica classica

Il progetto itinerante dell’associazione Luogocomune, dopo Ragusa e Aci Castello, coinvolge anche la cittadina ionica che dal 14 settembre al 2 ottobre ospita la rassegna di concerti da camera e dibettiti pubblici

Non c’è due senza tre. Sotto lo stendardo della cultura vissuta come scambio, contaminazione, circuitazione e condivisione, l’associazione Luogocomune fissa a Giarre la terza ed ultima tappa del suo progetto itinerante che ha già coinvolto Ragusa ed Aci Castello.

Dieci gli appuntamenti di “Incontri in piazza” organizzati, in sinergia con le associazioni L’Agorà e Articolo 1, nella centralissima piazza Fabrizio De André dal 14 settembre al 2 ottobre. Due gli appuntamenti previsti per ogni data – un incontro e un concerto – messi a punto dal direttore artistico Salvatore Emanuele Puglisi.

Salvatore Emnauele Puglisi

Il via martedì 14 settembre alle ore 19.30 con il dibattito pubblico “Servizio idrico integrato” coordinato da Alfredo D’Urso, incontro che sarà preceduto dal concerto del Quartetto d’Archi Mozart (Simone Molino e Dario Spina ai violini, Mattia Sapia alla viola e Francesco Angelico al violoncello) con Valentina Campione al clarinetto.

Sabato 18 settembre alle ore 19 si parte con la musica del Trio di clarinetti Amadeus (Francesco Greco, Irene Leonardi e Salvatore Emanuele Puglisi) che eseguirà musiche di Mozart e Bouffil, e si prosegue alle ore 20 con la presentazione di “Cosa nostra Spa. Il patto economico tra criminalità organizzata e colletti bianchi” del magistrato Sebastiano Ardita.

Sebastiano Ardita

Mercoledì 22 settembre alle ore 19 il Mesica Saxophone Quartet (Claudio Raneri, Simone Impellizzeri, Giulia De Domenico, Francesco Muscarà) con le musiche di Rossini, Bizet e Bernstein introdurrà l’incontro con il vulcanologo Ingv Boris Behncke intitolato “Etna ed eruzioni: come conviverci?”.

Boris Behncke nel suo ufficio all’Ingv di Catania

Venerdì 1 ottobre alle ore 19 le più belle musiche di Morricone, Rota e Zimmer saranno eseguite dal Sud H-Brass Quintet (Sebastiano Accordino tromba, Diego Cassarino tromba, Gabriele Denaro corno, Giorgia Giannetto trombone, Gaetano Monforte basso tuba, Carlo Picone percussioni) prima di lasciare spazio all’incontro “Donne: tra libertà e omicidio” con Nunziatina Spatafora, presidente del Comitato Unico di Garanzia di Catania, e Chiara Nastasi.

Sabato 2 ottobre si conclude con il concerto del Quartetto d’Archi Weber (Andrea Platania e Dario Spina ai violini, Mattia Sapia alla viola, Vincenzo Di Silvestro al violoncello) e Salvatore Emanuele Puglisi al clarinetto, che eseguirà musiche di Von Weber e Mozart. La giornata si concluderà con l’incontro “Diritti sociali e diseguaglianze in Sicilia” con Alfio Mannino, segretario generale della Cgil Sicilia.

 

INFORMAZIONI

“Incontri in piazza” dal 14 settembre al 2 ottobre

Giarre (Ct), piazza Fabrizio De Andrè
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito

Schedula per Ore

Il calendario degli eventi

14 settembre - h 19
Concerto: Quartetto d'Archi Mozart
Dibattito "Servizio idrico integrato” coordinato da Alfredo D'Urso
18 settembre - h 19
Trio di clarinetti Amadeus
Dibattito: Cosa nostra Spa. Il patto economico tra criminalità organizzata e colletti bianchi” del magistrato Sebastiano Ardita.
22 settembre - h 19
Concerto: Mesica Saxophone Quartet
Etna ed eruzioni: come conviverci? con il vulcanologo Ingv Boris Behncke
1 ottobre - h 19
Concerto: Sud H-Brass Quintet
Dibattito: Donne: tra libertà e omicidio” con Nunziatina Spatafora e Chiara Nastasi
2 ottobre - h 19
Concerto: Quartetto d'Archi Weber
Dibattito: “Diritti sociali e diseguaglianze in Sicilia” con Alfio Mannino, segretario Cgil Sicilia

Data

Dal 14 Set 2021 al - 02 Ott 2021

Ora

19:00 - 21:00

Costo

Ingresso libero

Maggiori informazioni

Continua a leggere

Luogo

Piazza Fabrizio De André, Giarre
Piazza Fabrizio De André, Giarre
Categoria
Organizzatore: Associazione culturale Luogocomune
Sito web: http://www.associazioneluogocomune.it/

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.

Commenti

Post: 0