Addio ad Arturo Di Modica, lo scultore del Toro di Wall Street

Arte Lo scultore di Vittoria è morto nella sua città a 80 anni. Gli Stati Uniti erano diventati la sua seconda patria. Nel 1987 aveva reealizzato il Charging bull come simbolo della rinascita della Borsa newyorkese che aveva subito un crollo notevole

Lo scultore ibleoi rturo di Modica è morto ieri sera nella sua Vittoria. Aveva 80 anni, festeggiati qualche mese fa. Arturo di Modica aveva trascorso gran parte della sua vita negli Stati Uniti ed è diventato famoso per aver realizzato il Charging Bull, il Toro di Wall Street, scultura in bronzo che realizzò interamente a sue spese nel 1987, dopo il crollo della Borsa di Wall Street. Di Modica con quella scultura voleva simboleggiare la forza possente e la capacità di rinascita del popolo americano nei momenti difficili, nonché della Borsa di risollevarsi. L’opera avrebbe dovuto essere rimossa, ma oggi è diventata uno dei simboli più noti degli Stati Uniti ed uno dei monumenti più visitati.

Negli ultimi anni Di Modica viveva soprattuttonella sua Vittoria e tornava sempre più di rado negli Stati Uniti. Stava lavorando ad un’ultima grande opera che voleva regalare alla sua città: due cavalli in bronzo da 40 metri situati uno di fronte all’altro a sormontare il fiume Ippari: un sogno rimasto incompiuto. Voleva fare diventare casa sua un centro di aggregazione mondiale di artisti giovani. La camera ardente sarà allestita a Vittoria presso l’ex convento delle Grazie, nei pressi di piazza del Popolo.

Arturo Di Modica e il Toro di Wall Street

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.