lunedì 19 agosto 2019

lunedì 19 agosto 2019

MENU

A Enna le scuole portano in scena la legalità

Eventi

Dal 29 aprile al 3 maggio torna a Enna il festival nazionale della legalità teatro scuola "Tale’Tale’Talia" che alla ormai consueta sfida tra istituiti scolastici e scuole di teatro da Acicatena a Foggia con lavori teatrali sul tema della legalità affianca la scommessa di un laboratorio teatrale condotto dal regista foggiano Pierluigi Bevilacqua


di Beatrice Levi

Talenti Made in Enna protagonisti della terza edizione del festival nazionale della legalità teatro scuola Tale’Tale’Talia al teatro Garibaldi di Enna dal 29 aprile al 3 maggio. Alla ormai consueta sfida tra istituiti scolastici e scuole di teatro da Acicatena a Foggia con lavori teatrali sul tema della legalità si aggiunge la scommessa di un laboratorio teatrale con 12 giovani, tra cui alcuni universitari, condotto dal regista foggiano Pierluigi Bevilacqua. I protagonisti di “Dna” sono già “in ritiro” e stanno provando e sperimentando no stop in attesa del debutto del 30 di aprile. Al tema centrale, quello della legalità che caratterizza gli spettacoli della mattina messi in scena dai ragazzi delle scuole di teatro e degli istituti scolastici siciliani e non, cui assisteranno coetanei delle scuole del capoluogo, e che saranno giudicati dalla giuria composta dall'attore teatrale Carlo Greca (presidente), l’attrice Patrizia Fazzi e la giornalista Angela Montalto si accosta quest’anno il tema dell’integrazione.

Il cantautore Giuseppe Di Bella
Il 29 aprile alle ore 20.30 ad inaugurare gli spettacoli serali sarà “Gli uomini mangiano i pesci” su testo di Anna Vinci e Giovanna Casadio con cast interamente made in Enna: Carlo Greca (regista con Paolo Patrinicola) e Lely Mazzone con la partecipazione di Nourjdine Moumouni, Marco Orefice e Jasmine Palermo della scuola di danza New Dases , coreografia di Grazia Castronovo, ed il musicista Giuseppe Di Bella.
Per l’apertura della sua terza edizione il festival ennese Talè Talè Talia , di cui è direttore Paolo Patrinicola, su percorso condiviso con la presidente dell'Alveare, Caterina Polopoli e che gode del patrocinio e del sostegno economico del comune e dell'Ersu di Enna, dell' Ars, ha voluto dedicare interamente la serata del 29 aprile al Garibaldi alla prematura scomparsa del magistrato Giovanni Romano in servizio alla procura di Enna partendo proprio dal suo ricordo. Al centro del Tale’Tale’ Talia la figura del regista ennese Antonio Maddeo che oltre al premio dedicato quest’anno tornerà con il suo teatro. La “compagnia degli imbuti” dell’attrice e regista Patrizia Fazzi metterà in scena “Godot 3.0.” In scena ragazzi che hanno partecipato ai precedenti laboratori teatrali dell’alveare Rosario Manuse’, Rocco Rizzo,Lorenzo Prestipino ed Alessia Cacciato con le musiche di Valeria Fazzi. Il 3 maggio per il gran gala’ delle premiazioni il musicista ennese Giuseppe Di Bella con il suo trio si esibirà con alcuni brani del suo album “Fuddia.”


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 28 aprile 2019
Aggiornato il 29 aprile 2019 alle 16:55





TI POTREBBE INTERESSARE

Rocco Mortelliti: «Camilleri sarà con noi nelle Notti clandestine di Termini Imerese»»

Il regista, che è stato allievo e genero dello scrittore scomparso di recente, è il direttore artistico della manifestazione termitana che, dal 19 al 24 agosto, prevede tre momenti a sera: il primo sui libri, il secondo sul cinema e curato dallo stesso Mortelliti, il terzo sulla musica: «Ogni sera ci saranno 30 secondi di Andrea che ci augura una buona serata in qualche modo»

Antillo Folk Fest, la tre giorni che celebra la musica popolare

Otto gli artisti che accedono al contest in programma il 13 luglio. Domenica 14 gran finale con il live "Grande Sud" che vede insieme Mario Incudine, Peppe Servillo ed Eugenio Bennato

Antonio Presti: «Vorrei che il Rito della Luce fosse migrante»

Dopo un anno di silenzio torna dal 21 al 23 giugno, fra l'Atelier sul Mare di Castel di Tusa e la Piramide 38° parallelo di Motta d’Affermo, l'evento che il mecenate di Fiumara d'Arte organizza in occasione del Solstizio d'estate e che quest'anno dedica all'Eresia invisibile della Bellezza: «Eretico è chi sceglie - dice Presti - colui che più della verità ama la ricerca della verità»

Marranzano World Fest, un ponte tra le culture musicali del mondo

Al Monastero dei Benedettini di Catania dal 20 al 23 giugno concerti, workshop e buone pratiche ecosostenibili

Quando l'Etna è la musa ispiratrice natura fa rima con cultura

Dal 9 giugno al 4 agosto l'Azienda agricola Musa di Bronte, in collaborazione con l'associazione AreaSud, organizza la prima edizione di Etnamusa Festival, cartellone di laboratori, workshop, musica, teatro, cinema, libri, scrittori ed escursioniaperti a tutti, diversamente abili, anziani e bambini compresi

"Porte aperte", dove la politica chiude la cultura apre

Se la tendenza è quella di chiudere i porti, gli spazi, i cuori e le menti, l'Università di Catania "apre" al pubblico rinnovvando l’appuntamento con la rassegna estiva di concerti, spettacoli, mostre e proiezioni. Più di 70 appuntamenti, dal 16 giugno al 2 agosto, non solo nelle sedi dell'Ateneo ma anche in tutti quei luoghi in cui si ritrovano normalmente i ragazzi