I Lautari – Canzoni corsare

Eventi Il 26 gennaio all'Odeon di Catania torna la fok band catanese in formazione rinnovata ma con lo spirito e la carica di sempre

 

Lautari, da sx Salvatore Assenza, Salvo Farruggio, Gionni Allegra, Marco Corbino e Puccio Castrogiovanni

Lautari, da sx Salvatore Assenza, Salvo Farruggio, Gionni Allegra, Marco Corbino e Puccio Castrogiovanni

Per la 40a stagione concertistica dell’Associazione Musicale Etnea, concerto dei Lautari, giovedì 26 gennaio al Teatro Odeon di Catania.

La formazione

Gionni Allegra contrabbasso, plettri, chitarra e voce
Puccio Castrogiovanni fisarmonica, plettri, chitarra e voce
Salvo Farruggio batteria e percussioni
Salvatore Assenza sax e flauto
Marco Corbino chitarre

Canzoni Corsare

Speriamo di non aver commesso peccato di presunzioneriferendoci per questo nostro concerto ad uno dei maggiori intellettuali del secolo scorso: Pier Paolo Pasolini. Ma ora, che risaliamo su un palco dopo un paio di anni sabbatici, abbiamocercato di produrre qualcosa che assomiglia a quello che erano in fondo gli “scritti corsari”, semplicemente una raccolta, un riassunto delle puntate precedenti, un puntoa cui riferirsi e dal quale ripartire. D’altronde ognuno, nel proprio lavoro deve cercare dei riferimenti alti, degli obiettivi, e a noi, che facciamo musica popolare, piace credere di avere qualche lontana parentela con l’opera dell’artista.

Forse quella sua ricerca di significato delle storie piccole contrapposte alla grande storia raccontata solo dai vincitori; oppure quella sua vicinanza alla cultura popolare, al dialetto, alle tradizioni; o anche quella sua rabbia per il dissolversi di quella cultura travolta dal consumo di massa, dall’omologazione televisiva e mediatica, tutte cose che ai suoi tempi stavano appena cominciando e oggi imperversano. Ma non vogliamo montarci la testa, sono solo musica e canzoni.

I LAUTARI

 

 

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.