Alla scoperta dei borghi siciliani con Le Vie dei Tesori

Itinerari Da sabato 8 maggio una carovana di comunicatori, antropologi ed esperti di digitale “invaderanno” i paesi siciliani e ne racconteranno storie e personaggi accompagnate dalle "Malìa Vibes", le ambasciatrici del progetto che condurranno il pubblico alla ricerca della Sicilia più autentica

Si scoprirà che dalla “buca della salvezza” del castello di Giuliana parte un cunicolo che arriva fino a valle, che veniva usato in caso di assedio; e che nella “tomba del principe” di Sant’angelo Muxaro c’è un vero letto funebre rialzato. Parte il tour delle Vie dei Tesori alla scoperta degli antichi borghi siciliani: una carovana di comunicatori, antropologi ed esperti di digitale che “invaderanno” i paesi e ne racconteranno storie e personaggi. Con loro le Malìa Vibes, che condurranno due dirette per portare i follower alla ricerca della Sicilia più autentica: Marta e Giulia – le due giovani appassionate di Palermo diventate ambasciatrici della Sicilia con Le Vie dei Tesori–partecipano aiBorghi dei Tesori On Air, un progetto nuovo e bello, nato con i Comuni e le associazioni del luogo, che renderà più vicini piccoli centri carichi di storia, dove il vivere lento e vicino alla natura è diventato sinonimo di qualità esistenziale e riscoperta delle proprie origini, attraverso tradizioni, cibo, artigianalità.

Giuliana, il Castello

Sono borghi cresciuti all’ombra di castelli, arrampicati su una rocca, in riva ad un lago; spesso nascondono un cuore medievale intatto o conservano piccole aree archeologiche importantissime. Ognuno è un tesoro da scoprire. Sabato 8 maggio alle 12 in diretta sul canale Instagram de Le Vie dei Tesori, con #invasionidigitali come partner, le Malìa Vibes saranno accolte da dame in costume e guardie e visiteranno il castello di Giuliana. Che, come ogni maniero che si rispetti, possiede ovviamente il suo spettro: l’Infantalinora, il fantasma di Eleonora d’Aragona, che morì proprio tra queste mura nel 1405, e che secondo la tradizione è a guardia di un tesoro nascosto. Spettri a parte, ecco che le Malìa Vibes si incammineranno verso il borgo antico, per incontrare artigiani dalle mani antiche, chi lavora la ceramica, chi ricama su antichi telai, chi impasta tabische e pani tradizionali. Un borgo in festa pronto ad accogliere le Vie dei Tesori.

Sant’Angelo Muxaro, panorama – ph Salvatore Giallombardo

Domenica 9 maggio, un nuovo appuntamento: sempre alle 12 la carovana arriva a Sant’ Angelo Muxaro, l’antica città dei leggendari sicani che intreccia la sua storia a quella di Dedalo, in fuga dal re Minosse. Qui si potranno scoprire le antichissime tombe protostoriche a tholos, tipiche della cultura micenea: tra le altre, l’enorme Tomba del Principe, la più grande della Sicilia con la sua doppia camera a cupola e un letto funebre rialzato. In questa necropoli furono ritrovati molti oggetti in oro, di fattura squisita, tra cui una bellissima patera oggi esposta al British Museum. Anche a Sant’angelo Muxaro, borgo antichissimo inerpicato su un costone di roccia, le Malìa Vibes, accompagnate dal local insider Pierfilippo Spoto, andranno alla scoperta delle storie che animano vicoli e piazzette.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.