Grazia Pulvirenti racconta la storia intima di Jeanne Hébuterne e Amedeo Modigliani

Il 31 agosto la germanista catanese presenta a Ragusa per il ciclo di incontri “Conversazioni d’autore” organizzato dall’associazione culturale Luogocomune, il libro“Non dipingerai i miei occhi. . Storia intima di Jeanne Hébuterne e Amedeo Modigliani” che ha siglato il suo esordio nella narrativa

Il terzo appuntamento di “Conversazioni d’autore”, primo step dell’articolato progetto culturale dell’associazione culturale Luogocomune che si sviluppa in più momenti tra Ragusa e Aci Castello, prosegue martedì 31 agosto alle ore 19 al Centro Commerciale Culturale di Ragusa con la presentazione di “Non dipingerai i miei occhi. Storia intima di Jeanne Hébuterne e Amedeo Modigliani”, libro edito da Jouvence (2020) che ha siglato l’esordio nella narrativa dell’autorevole germanista, presidente della Fondazione Lamberto Puggelli, critica d’arte e regista teatrale catanese Grazia Pulvirenti (titolare della cattedra di Letteratura tedesca all’ateneo di Catania) che con questo libro, scritto tra invenzione e realtà, vuole restituire dignità alla figura di Jeanne Hébuterne, compagna e modella di Modigliani, suicida il giorno dopo la morte dell’amato. Ribelle ed anticonformista, Jeanne Hébuterne è stata anche una grande artista e una donna audace e disinibita, la sua figura è però sbiadita fra le pagine delle biografie dedicate al pittore e delle storie che narrano la Parigi degli anni folli.  Le sue opere sono state occultate per anni per volere della sua famiglia bigotta, e solo di recente sono state esposte e pubblicate.

Grazia Pulvirenti, foto di Roberto Ricci

“Non dipingerai i miei occhi” è un’opera di fantasia che ha voluto restituire a Jeanne la  voce, i suoi colori e le sue bizzarrie, reinventando, al di là del mito, la “vera storia” di donna scandalosa e artista, ricostruendo le vicende della sua vita su fonti documentarie, da cui sono tratte le citazioni riportate in corsivo nel testo. La narrazione, sincopata come la vita di Jeanne, è affidata alle voci che emergono da immagini di dipinti e disegni esistenti e d’invenzione, al fine di restituire, al di là della patina dell’arte, la fragilità dei corpi, la miseria e la povertà di esistenze sbilenche, la trama di sofferenze e passioni, giornate folli di ebbrezza e disperazione, alla ricerca della bellezza vissuta come missione e maledizione. Nel corso dell’incontro Grazia Pulvirenti dialogherà con Giuseppe Montemagno, docente nelle Accademie di Belle Arti di Catania e di Palermo. L’accompagnamento musicale, a cura dell’I.I.S. Liceo Musicale “Giovanni Verga” di Modica, vedrà esibirsi Roberta Paolino (canto) accompagnata dal prof. Gianluca Abbate al pianoforte.

“Conversazioni d’autore” prosegue mercoledì 1 settembre con la presentazione di “Favola del Castello senza tempo” – , edito da Bompiani in occasione del centenario della nascita di Gesualdo Bufalino – con la scrittrice ed illustratrice catanese Lucia Scuderi, che ne ha curato le illustrazioni.

“Conversazioni d’autore”, organizzato dell’associazione culturale LuogoComune, è sostenuto da Gruppo Scar spa e da Caffè Italia. Si ringraziano le librerie Mondadori Bookstore di Ragusa, Libreria Flaccavento, Ubik Terramatta e Ubik Ibla; il Comune di Ragusa e l’I.I.S. “Giovanni Verga” di Modica nella persona del preside Alberto Moltisanti. Un particolare ringraziamento all’assessore Clorinda Arezzo.

INFORMAZIONI

Ragusa, Centro Commerciale Culturale (ex Chiostro Opera Pia)- Via Giacomo Matteotti, 61 – Ingresso gratuito

Data

31 Ago 2021

Ora

19:00 - 20:30

Costo

Ingresso libero

Maggiori informazioni

Continua a leggere

Luogo

Centro Commerciale Culturale (ex Chiostro Opera Pia) Ragusa
Via Giacomo Matteotti, 61, Ragusa
Categoria
Organizzatore: Associazione culturale Luogocomune
Sito web: http://www.associazioneluogocomune.it/

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.

Commenti

Post: 0