A Ragusa Rosalba Bentivoglio e il Sicilian Jazz Quartet

Domenica 9 febbraio per la stagione concertistica Ibla Classica International la “lady del jazz” con Samyr Guarrera, Marco Genovese e Gabrio Bevilacqua

È tempo di jazz a Ragusa Ibla con una delle artiste più apprezzate dal pubblico siciliano, e non solo: Rosalba Bentivoglio. Domenica, 9 febbraio, alle ore 18, la stagione concertistica Ibla Classica International ospiterà al Teatro Donnafugata del quartiere ibleo il concerto del Sicilian Jazz Quartet, con la “lady del jazz”, così è definita la Bentivoglio, alla voce, Samyr Guarrera al sax, Marco Genovese alla batteria, Gabrio Bevilacqua al pianoforte.

Compositrice e cantante, docente di canto jazz presso il Conservatorio “Cimarosa” di Avellino e pittrice, Rosalba Bentivoglio è stata persino inserita nel dizionario della Musica Jazz in Italia, edito Feltrinelli. Ha composto e arrangiato brani per la musica di Paul Mc Candless e Oregon (Moon and Mind, Last Bloom), oltre che sviluppato vari brani di sua composizione. Apprezzata in tutta Europa, si è esibita nei più importanti teatri del mondo e nei festival più prestigiosi in Italia, Europa, Nord America e Canada. Dal 2006 è presidente dell’ASMJ (Associazione Siciliana Musicisti Jazz per la Sicilia orientale), dal 2015 al 2017 è stata titolare della cattedra di canto jazz presso il Conservatorio “Cimarosa” di Avellino e da quasi 20 anni per l’Aleph dirige l’Accademia di Alto Perfezionamento nel Canto Jazz di Catania. Nella sua carriera è stata insignita da molti riconoscimenti artistici come cantante e come compositrice. Dal 2018 è referente Midj (Musicisti Italiani di Jazz) per la regione Sicilia. Attualmente è la voce solista nell’Orchestra Jazz – HjO diretta dal M° Sebastiano Ramaci.

Il programma della serata vedrà l’esecuzione dei seguenti brani: All Blues (M. Davis), A foggy Day (G. Gershwin), Gentle rain (L. Bonfà), I loves you Porgy (G. Gershwin), Skylark (H.Charmicael), Summertime (G. Gershwin), The sing of white sea (R. Bentivoglio), Dat Dere (B. Timmons), Easy to love( C. Porter), Tight (B. Carter), I luoghi di Eolo (R. Bentivoglio) e My funny Valentine (Rodgers/Hart).

Un appuntamento di grande prestigio per la rassegna diretta da Giovanni Cultrera e l’organizzazione dell’Agimus, presieduta da Marisa Di Natale.
Sul palco accanto alla Bentivoglio, musicisti apprezzatissimi.
Il catanese Samyr Guarrera suona il sax soprano, sax tenore e l’oboe. È stato direttore artistico sezione musica del Teatro Erwin Piscator ed è presidente dell’Associazione Culturale Aleph. Ha saputo realizzare in Sicilia una vera e propria fucina di idee e di giovani talenti, soprattutto nel canto con l’Accademia di Alto Perfezionamento nel Canto Jazz diretta da Rosalba Bentivoglio, compositrice e cantante, maestra di avanguardia e tradizione. Con la sua etichetta, l’ALEPH, ha realizzato produzioni discografiche attente alle nuove forme e realtà musicali in via di sviluppo, promuovendo artisti che nella nostra regione rappresentano le scelte, a volte ardite, di avanguardia e ricerca. Ha suonato, tra gli altri, con Mario Biondi, Alberto Alibrandi, Claudio Cusmano, Nello Toscano, Carlo Cattano, Alberto Amato, Camillo Balcone, Ruggero Rotolo, Andrea Beneventano, Giovanni Mazzarino, Marco Panascia, Daniela Schakter, Pucci Nicosia, Francesco Bearzatti, Fabrizio Bosso, Dino Rubino, Claudio Quartarone, Rosalba Bentivoglio, Cesare Carbonini, Paolo Damiani.
Marco Genovese è stato pianista/tastierista di diverse formazioni, ha suonato con molti artisti tra cui Mariella Nava, Arisa, Gianluca Merolli, Leda Battisti, Antonella Ruggiero, Pippo Barrile, Mauro Ermanno Giovanardi, Celeste, Marco Guerzoni, Mario Venuti, Sergio Sylvestre, e tantissimi altri con i quali si è esibito in tutta Italia. Ha scritto arrangiamenti d’archi per la cantante francese Anne Ducros, per il Quartetto Archimede e varie produzioni di musica leggera. Con il gruppo siracusano Tributama ha vinto il I° Premio al “Contest Musicale 2006” dell’università di Palermo, come miglior progetto musicale originale. Appassionato di nuove tecnologie, ha registrato per RAI Radio3 “classica” recital di musicisti di fama internazionale quali Peter-Lukas Graf, Sergei Girshenko, Bruno Canino, D’Amici String Quartet. Dal 2009 è dimostratore ufficiale YAMAHA della linea EKB (Keyboards & Digital Pianos). Con il “Yamaha Demo Tour” promuove gli ultimi strumenti Yamaha nei principali negozi di musica italiani.
Gabrio Bevilacqua dal 2011 fa parte del trio del pianista Mauro Schiavone insieme al batterista Roberto Pistolesi. Con questa formazione incide il disco Ufo, per l’etichetta Improvvisatore Involontario.
Nel 2011-2012 suona all’interno del quartetto Joraku 4 del sassofonista Gianni Gebbia, insieme a Mauro Schiavone ed al batterista polacco Jacek Kochan. E’ ideatore insieme a Luca Lo Bianco di O.L.G.A (Orchestra libera Garibaldi Aperto). Collabora stabilmente con l’orchestra Macchina dei Suoni diretta da Marvi la Spina. È inoltre contrabbassista dell’Orchestra Instabile Disaccordo diretta da Luca Lo Bianco.
Dal 2014 fa parte del Magnetic Trio di Gianni Gebbia con cui svolge una assidua attività concertistica in Italia e all’estero.
Ha collaborato, tra gli altri, con David Kikoski, Salvatore Bonafede, Flavio Boltro, Marco Tamburini, Orazio Maugeri, Marcello Pellitteri, Francesco Guaiana, Jacek Kohan, Gianni Gebbia, Tarek Yamani, Dario Carnovale, Stefano D’Anna, Mario Raja.

Data

09 Feb 2020

Ora

18:00 - 20:00

Maggiori informazioni

Continua a leggere

Luogo

Teatro Donnafugata
Via Pietro Novelli 5, Ragusa
Categoria

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.

Commenti

Post: 0