A Bronte il professore Agatino Cariola parla di Costituzione e Statuto siciliano

Il costituzionalista etneo ospite della manifestazione “Percorsi culturali in Pinacoteca” che martedì 30 giugno ritorna dopo lo stop forzato per Cornavirus alla Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” di Bronte. Titolo del dibattito “Costituzione e Statuto regionale siciliano. Riflessione fra storia ed attualità sull’autonomia speciale siciliana: opportunità o gabbia per i territori?”. L’incontro sarà coordinato dal giornalista Salvo Fallica

In piena fase 3 (post-lockdown) riparte con la presenza di pubblico la manifestazione Percorsi culturali in Pinacoteca (secondo le regole previste dalle normative in merito). Si riprende con un grande tema che interseca storia ed attualità, locale e nazionale. Il martedì 30 giugno alle ore 18.30 all’interno della Pinacoteca “Nunzio Sciavarrello” di Bronte, guidata dal Presidente Carmelo Indriolo, il nuovo evento avrà come protagonista il professore Agatino Cariola. Titolo e sottotitolo del dibattito ne racchiudono l’essenza profonda, “Costituzione e Statuto regionale siciliano. Riflessione fra storia ed attualità sull’autonomia speciale siciliana: opportunità o gabbia per i territori?”.

Dopo l’introduzione del presidente Indriolo, il dialogo con il professore Cariola sarà condotto e coordinato dal giornalista Salvo Fallica. Cariola, ordinario di Diritto Costituzionale all’Università di Catania, oltre ad essere un autorevole costituzionalista è anche uno dei maggiori conoscitori dello Statuto regionale siciliano. Spiega il presidente Indriolo: «Il dialogo sarà dunque un viaggio cultural-giuridico nella storia di queste tematiche in maniera chiara e divulgativa e nel contempo una riflessione critica sull’attuazione o mancata attuazione dello Statuto regionale siciliano. E l’analisi sarà incentrata anche sulla ricaduta che l’autonomia speciale sul piano concreto ha avuto nelle dinamiche o nelle ‘lentezze’ dello sviluppo dei territori locali. Un dialogo aperto, libero, come è tipico della filosofia razionale e concreta di Percorsi culturali in Pinacoteca».

Il professore Agatino Cariola

Il presidente Indriolo aggiunge: «Non è affatto causale che la locandina del dibattito abbia sullo sfondo ancora una volta un dipinto contenuto nella Pinacoteca (si tratta di una opera molto interessante sul piano storico ed artistico, un’opera di Ernesto Treccani, “La libertà”, che si collega al senso del dibattito e inoltre delinea una immagine dei territori dell’entroterra siciliano). La Pinacoteca è la dimensione dove si svolgono tutti i dibattiti della manifestazione. Perché, mi piace ribadirlo, i luoghi vanno fatti vivere con iniziative innovative. I dibattiti possono far conoscere anche al mondo esterno i tesori artistici della comunità e sul piano intellettuale costituiscono opportunità di nuove interazioni con le persone di altre aree geografiche. La cultura è lievito di civiltà, di crescita delle comunità».

Salvo Fallica

Il presidente Indriolo conclude: «I giovani della Pro Loco di Bronte interverranno nuovamente durante il nuovo dibattito (così come con l’evento con il vicepresidente della Cei Raspanti) esprimendo le loro riflessioni, confrontandosi con il professore Cariola, che oltre ad essere un autorevole costituzionalista è anche un intellettuale brillante, un comunicatore molto efficace, un editorialista ed opinionista. Un intellettuale dalla visione multidisciplinare, proprio quella impostazione filosofica e culturale che con il coordinatore della manifestazione Salvo Fallica abbiamo impresso sin dal primo evento. E che è la cifra stilistica e metodologica di Percorsi culturali in Pinacoteca. E come sempre vi sarà la sinergia armonica con molte associazioni culturali e di volontariato che sono un valore aggiunto per la comunità».

Ad inizio dell’evento vi saranno i saluti istituzionali del sindaco di Bronte, Graziano Calanna, e del sacerdote Nunzio Capizzi, Rettore del Real Collegio Capizzi.

Data

30 Giu 2020

Ora

18:30 - 20:00

Costo

Ingresso libero

Luogo

Pinacoteca Nunzio Sciavarrello
Bronte Via Cardinale de Luca, 14
Categoria
Organizzatore: Pinacoteca Nunzio Sciavarrello

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.

Commenti

Post: 0