Ad Acireale il vescovo Raspanti parlerà di legalità col procuratore antimafia Cafiero de Raho e il procuratore etneo Zuccaro

Venerdì 15 febbraio, alle ore 17.30, nella sala conferenze del Credito Siciliano, in Via Sclafani 40 di Acireale, Mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e vice Presidente della Conferenza episcopale italiana, terrà una conversazione con Ferdinando Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia e Carmelo Zuccaro, procuratore capo di Catania. Modera l’incontro il giornalista Salvo Fallica. Sarà approfondito il tema della legalità attraverso il dibattito “Convertitevi! – Sguardo recente su mafia e società”, proponendo una riflessione a partire dalla lettera dei vescovi di Sicilia a 25 anni dall’appello di San Giovanni Paolo II ad Agrigento, pubblicata lo scorso mese di maggio. S.E.R. Mons. Antonino Raspanti: «Nostro intento è far capire sempre più ed annunciare che non c’è alcuna compatibilità fra la fede cristiana vissuta e professata e pratiche delinquenziali. Noi abbiamo un Dio che accoglie ma la condizione per essere riammessi nella comunione della Chiesa e con Dio è quella di cambiare vita, mentalità e appartenenza».

Mons. Antonino Raspanti

Mons. Antonino Raspanti

 

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.