domenica 18 agosto 2019

domenica 18 agosto 2019

MENU

Tra Taormina e l'Etna la grande Festa della Cucina Italiana

Tutto fa panza

Dall'11 al 13 giugno torna l'appuntamento con Cibo Nostrum, la kermesse enogastronomica organizzata dagli chef Seby Sorbello e Pietro D'Agostino, inserita tra gli eventi nazionali della Federazione italiana Cuochi


di Rosalba Cannavò

Da domenica 11 giugno a martedì 13 giugno, tra l'incantevole scenario di Taormina, e il cuore dell'Etna, Zafferana e Castiglione di Sicilia, si riapre il sipario sulla sesta edizione di Cibo Nostrum, la "grande Festa della Cucina Italiana". Così la stampa di settore ha definito questo importante evento enogastronomico in bilico tra tradizione mediterranea e influenza dell'intero territorio italiano.
L'apertura domenica alle ore 17 nella Piazza centrale di Zafferana Etnea, con gli interventi degli organizzatori, lo chef di Zafferana Seby Sorbello e lo chef taorminese Pietro D'Agostino, gli ospiti istituzionali, i cuochi provenienti da varie regioni d'Italia e i giornalisti. Alle 20 presso l'Atahotel di Naxos Beach a Giardini Naxos si terrà la Festa Siciliana con una cena di benvenuto preparata dello chef Nino Scalora e il suo staff.
Cibo Nostrum è entrata di diritto tra gli eventi nazionali della Federazione italiana Cuochi (Fic), per volere del presidente nazionale Rocco Pozzullo, con tre giorni di cooking show, incontri tematici, approfondimenti del settore agroalimentare e riscoperta e valorizzazione del territorio. Un successo cresciuto negli anni che dà ragione ai cuochi della Fic: la scorsa edizione alla kermesse hanno preso parte 120 chef, provenienti da varie regioni d'Italia, tra stellati Michelin, professionisti e docenti degli istituti alberghieri, e già si sa che quest'anno saranno anche 150, facendo ben sperare per un nuovo record di visitatori, che lo scoros anno sono stati circa 15 mila nella sola giornata taorminese. A Cibo Nostrum saranno presenti anche molte aziende di food&beverage, come lo scorso anno che ha visto la partecipazione di 90 aziende e 50 del comparto vitivinicolo.

Tra gli appuntamenti di quest'anno anche i laboratori dedicati al pesce azzurro, organizzati in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole che ha confermato il proprio patrocinio all'evento, che prevede workshop, laboratori e convegni dedicati al pesce azzurro, grande risorsa della tavola e dell'economia del nostro Paese. Lunedi 12 giugno, alle 10, presso l'Atahotel Naxos beach si terrà il convegno "Pesce Azzurro: Pesca sostenibile, cucina consapevole", al quale parteciperanno oltre ai produttori e ai giornalisti di settore agroalimentare anche alcune prestigiose firme della cucina italiana. Per i non addetti ai lavori è previsto un programma alternativo: un tour del miele nel territorio di Zafferana Etnea. Alle 11 prenderanno il via le selezioni ufficiali della Nazionale Italiana Cuochi, da qualche anno appuntamento di punta di Cibo Nostrum. Altro appuntamento imperdibile è quello delle ore 18 con l'inaugurazione del TaorminaCooking Fest, che prenderà il via lungo il corso Umberto, la via principale della splendida Taormina. Il TaorminaCooking Fest è una passeggiata all'insegna del gusto, dei sapori, profumi e odori provenienti dai cooking show: centinaia di chef cucineranno in estemporanea piatti ricercati che offriranno in degustazione ai visitatori, ovviamente abbinando le pietanze ai migliori vini del territorio etneo, ma non solo. Un viaggio sensoriale, un caleidoscopio di colori, odori e sapori che farà trionfare i sensi, tra gusti miscelati, dolci e salati.
Martedì 13 si riparte dall'Etna, con una visita guidata ad alcune cantine del vulcano.
Una passeggiata alla scoperta del vino, del territorio e dei suoi prodotti, mentre in mattinata è previsto un workshop dal titolo “L'affermazione dei vini dell'Etna quale volano e traino per la valorizzazione del pesce azzurro” che si svolgerà alla Cantina Alta Mora (Cusumano). In questa occasione sarà anche siglato il Patto tra i produttori del vino dell'Etna e i rappresentanti del mondo ittico e pesce azzurro per la valorizzazione di quest'ultimo. Chiuderà la sesta edizione di Cibo Nostrum la “Scampagnata” il pranzo presso la Cantina Cottanera a cura degli “Chef con la coppola” Simone Strano, Giuseppe Raciti,Giovanni Grasso e Giuseppe Raciti.

Tanti gli sponsor della manifestazione accanto alla Federazione italiana cuochi, l'Unione Regionale Cuochi Siciliani, con il presidente Domenico Privitera e le nove associazioni provinciali dell'Isola, come l'associazione provinciale cuochi Messina con la presidente Rosaria Fiorentino, nel cui territorio rientra Taormina. Oltre al Patrocinio dei comuni di Zafferana e Taormina, l'evento gode del supporto di alcuni partners e collaboratori come Chic Chef con l'autorevole presenza di Raffaele Geminiani e del presidente Paolo Barrale. Inoltre la Confederazione Pasticceri Italiani, Associazione Italiana Celiachia, Blu Lab Academy e la Expo di Barbera Mirabella. Importante la presenza delle DSE, Dipartimento Solidarietà Emergenze della Federazione Italiana Cuochi, con il coordinatore nazionale Roberto Rosati e centinaia di cuochi che in questi mesi sono stati, e continuano ad essere, impegnati sui luoghi colpiti dal terremoto nel Centro Italia. Importante e significativo anche il supporto degli Istituti Alberghieri del Territorio, L'Istituto “Salvatore Pugliatti” di Taormina,l'Istituto“Antonello da Messina” di Messina, l'Istituto “Renato Guttuso” di Milazzo, l'Istituto “Giovanni Falcone” di Giarre, e una delegazione dell'Amira (Associazione Maitre) guidata dal prof. Alfio Cantarella. Anche quest'anno Cibo Nostrum sosterrà la Fondazione Limpe per la ricerca medico-scientifica sulla malattia del Parkinson.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 09 giugno 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Festa di primavera da Io.bio, la fattoria urbana di Palermo dove ci si riconnette con la terra

Venerdì 12 aprile l'agribistrot creato dai coniugi Gino Gambino e Carmela Senatore ospiterà l'evento di stagione che promuove l'oasi urbana con cucina biologica affidata a Marco Piraino, immersa in un agro di 3mila metri quadri lungo l'asse viario per Monreale: «Produciamo anche ortaggi, frutta, olio bio perché crediamo che sia importante nutrirsi in modo sano»

Valeria Raciti vince Master Chef 8

La trentunenne segretaria di Aci Sant'Antonio ha convinto i giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli ed ha sbaragliato gli avversari Gilberto Neirotti e Gloria Clama. Ha vinto centomila euro e la possibilità di pubblicare un libro di ricette: «Devo tutto a mia nonna, stavo sempre con lei ai fornelli»

Catania commensale perfetta per il week end del gusto

Dal 30 marzo al 2 aprile la città etnea è stata una capitale dei sapori grazie a tre eventi di grande successo che si sono intrecciati in città: il salone dell'enogastronomia Cooking fest, il 30° congresso nazionale della Federazione Italiana Cuochi (culminato nella serata evento al Bellini) e il Cibo Nostrum alla Villa Bellini che ha donato 45 mila euro in beneficenza

Il Gambero Rosso premia Unetto, la panineria gourmet di Bagheria

La panineria di Tony Lo Coco e Marilena Chiavetta è la migliore in Sicilia nella categoria street food

L'essenza di Pantelleria e Favignana nei piatti di due grandi chef

Due isole, due chef, due eventi culinari, una grande etichetta. Cantine Pellegrino organizza a Marsala "La cucina delle isole": un pranzo dedicato a Pantelleria il 31 marzo e una cena dedicata a Favignana l'8 aprile, preparati rispettivamente da Mario Puccio e Francesco Balzani, per viaggio sensoriale alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche isolane

A Martina Caruso del Signum di Salina il premio Chef Donna Michelin

La trentenne chef siciliana è stata premiata a Milano nell’ambito della quarta edizione dell’Atelier des Grandes Dames, un network che ha lo scopo di celebrare il talento femminile nell’alta ristorazione voluto da Veuve Clicqu. Riceve il premio per la grande volontà e capacità di progredire e di rappresentare la sua isola raggiante, attraverso una grande tecnica