lunedì 19 agosto 2019

lunedì 19 agosto 2019

MENU

Tra Castellammare e Faenza si incorona la super etichetta d’oro

Calici & Boccali

Sabato 1 giugno a Castellammare del Golfo si terrà la VII edizione del Premio Mediterraneo Packaging che premia il migliore abbigliaggio delle bottiglie di olio extravergine d'oliva, vino, liquori e distillati scelti da due commissioni: una siciliana ed una emiliana


di Giusy Messina

L'etichetta diventa d'oro, anzi “super” alla 7° edizione del Premio Mediterraneo Packaging che si terrà sabato 1 giugno alle 18 nella villa comunale di Castellammare del Golfo. Organizzato dal giornale on line di enogastronomia diretto da Piero Rotolo “Egnews”, in partnership con l’Istituto di Istruzione secondaria Mattarella-Dolci di Castellammare del Golfo che comprende diversi indirizzi - l’Istituto “Vergani” di Ferrara ad indirizzo Alberghiero, l’Istituto “Persolino-Strocchi” di Faenza con la sezione dedicata all’enologia -, Il Mediterraneo Packaging conferisce anche il Premio Auroflex ai migliori comunicatori del vino sia a livello nazionale che regionale.

Piero Rotolo durante la premiazione dello scorso anno

«ll premio nasce 7 anni fa limitatamente ai produttori di vino e olio siciliani, nell'ambito della manifestazione Vinolio ideata e realizzata dall'Istituto il Mattarella -Dolci - spiega Piero Rotolo -. L'anno successivo è stata estesa a tutti i produttori del bacino del Mediterraneo, Italia compresa. Dallo scorso anno concorrono anche i produttori di distillati e liquori. Il premio è cresciuto notevolmente negli anni, con sempre nuove aziende presenti, e nello stesso tempo sono cresciuti anche gli investimenti delle aziende nel packaging. Credo che il nostro premio abbia contribuito nel suo piccolo a migliorare l'abbigliaggio delle bottiglie. Questa settima edizione ha confermato le nostre aspettattive in termini di partecipazione, con una crescita esponenziale di oli e distillati/liquori».

Le bottiglie di distillati e liquori premiati la scorsa edizione

Due le commissioni di esperti: a Ferrara per i campioni provenienti dal centro-nord e a Castellammare del Golfo per i campioni del centro-sud.
Ecco l’elenco delle bottiglie di vino selezionate: “Janub”, Moscato bianco Igt Terre siciliane – Di Prima Vini; “Cabernet Sauvignon Cru”, Igp Terre siciliane Bio – Candido vini; “Liranu” Leverano Negroamaro Rosso Riserva, Dop Leverano – Conti Zecca; “Etna Rosso” Doc Etna – La Gelsomina; “Coste A Preola” Nero d’Avola Doc Sicilia – Gorghi Tondi; “San Isidoro” Pinot Grigio Garda Dop; “Letizia” Rosato Spumante – Gaggioli; “Taqus” Merlot Igt Terre siciliane – Casale del Frate; “Geck” Gewurtraminer Trentino Doc – Astoria; “Palmeri Rosso” – Tenuta Palmeri; “Epicentro” Rosso Riserva Sicilia Doc – Ermes; “Colli Euganei Doc Rosso Vegro” – Sengiari; “Pietre al Vento” Chardonnay Igt Terre siciliane – Terre di Bruca; “Perricone” Doc Sicilia – Tenute Orestiadi; “La Pura” Grillo Doc Sicilia – Coddretto; “Zibibbo” Igt Terre siciliane Bio – Alcesti; “Berliz” Frizzante – Cantine Di Legami; “Anfora” – Goriska Brda e “Auslese” – Helmut Gangi.
Per le bottiglie d’olio extravergine di oliva, sono state scelte: Olio Extravergine Igp Sicilia – Scalia; “Oliove” – Scirocco; Olio Extravergine – Tenuta La Presa; Olio al Peperoncino – Provenzani; Olio Extravergine – Sciabacco e “Olio Bellantonio” – Mallia.

Le bottiglie di olio premiate la scorsa edizione

Per i distillati/liquori, sono stati scelti: “Amaro Amaro” – Myrsine; “Geometrie” – Domenis; “Amaro” – Tosolini e Crema di Liquore – Verdamaro.

Le bottiglie di vino premiate la scorsa edizione

Tra queste bottiglie si sceglierà la super etichetta d’oro, rispettivamente per il vino, per l’olio e per i distillati/liquori nel corso della cerimonia di sabato 1 giugno. Partecipa anche Maurizio Pototnik editore e curatore della guida Best Gourmet Magnar Ben, scelto dai lettori di “Egnews” come miglior divulgatore dell'anno. «La votazione sui nostri giornali on line - dice Rotol - ha superato i duemila voti, primato assoluto rispetto ai sondaggi degli anni precedenti. Dieci i personaggi che erano in lizza per il premio divulgatore, che ha visto classificarsi al secondo posto Daniele Cernilli, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Doctor Wine, colonna storica di Gambero Rosso seguito subito dopo da Alessandro Borghese, chef e conduttore televisivo di grande successo della trasmissione Quattro Ristoranti.

© Riproduzione riservata
Pubblicato il 31 maggio 2019





Giusy Messina

Palermitana, classe '63, ama profondamente la sua Isola. Il suo motto è: con leggerezza si possono dire cose importanti. Si occupa di enogastronomia, storie, luoghi e territori, per raccontare una Sicilia nascosta e preziosa. Ha collaborato con il quotidiano L'Ora, La Repubblica, Cult. Ha scritto la prima guida de Il Movimento del Turismo del Vino in Italia, per la Sicilia. È giornalista pubblicista dal 1996.


TI POTREBBE INTERESSARE

Aquamaris, la birra col mare dentro della modicana Tarì

Il birrificio artigianale siciliano ha lanciato una blanche dissetante e beverina, perfetta per l'estate, una "gose" che contiene l'acqua del mare Jonio raccolta per fini alimentari dall'azienda catanese Aquamaris

Gabriella Anca Rallo: «Un vino deve essere accattivante dall'etichetta»

La signora Donnafugata è stata l'anima rivoluzionaria dell'azienda vitivinicola che ha creato con il marito Giacomo. E l'artefice, in particolare, di quelle etichette (pluripremiate) con le quali ha dato volto e carattere al design in bottiglia che veicola arte, cultura, sostenibilità ambientale, ma anche profumi, sapori e colori di un'affascinante Sicilia

Catania si prepara per tre giorni "a tutta Birra"

Dal 24 al 26 maggio torna l'appuntamento con BeerCatania Spring, l'evento dedicato alle birre artigianali

Federica Fina detta Kiké, la prima "Sbarbatella" di Sicilia

La giovane rappresentante della Cantina Fina di Marsala domenica 12 maggio rappresenterà per la prima volta la Sicilia alla terza edizione di “Sbarbatelle”, l'evento organizzato dall'Associazione italiana sommelier di Asti sulle colline ai confini del Monferrato, che riunisce le produttrici italiane di vino under 30

Il Metodo classico Extra Brut di Funaro: «In 237 bottiglie i profumi del Belice»

Grazie all'impegno dei fratelli Giacomo, Tiziana e Clemente, la piccola realtà vitinicola di Santa Ninfa è un'eccellenza siciliana, grazie anche al successo dello spumante Metodo classico Extra Brut prodotto in tiratura limitata, premiato con 5 stelle al Vinitaly. Giacomo Funaro: «Vogliamo valorizzare la nostra azienda biologica nella ricerca di un vino di eccellenza»

Nettare di Bacco e siti Unesco, ecco “Sicilia en primeur”

L'importante kermesse enologica promossa ed organizzata da Assovini Sicilia quest'anno si terrà a Siracusa dal 6 al 10 maggio, attese 50 aziende del territorio che faranno degustare, in anteprima, i vini della recente vendemmia