giovedì 19 luglio 2018

giovedì 19 luglio 2018

MENU

Teatro, musica ed eventi speciali per il 54° Ciclo dell'Inda

Teatro

Presentato a Roma il 54° Festival del teatro antico di Siracusa: tre gli spettacoli in programma ("Edipo a colono" di Sofocle, "Eracle" di Euripide e "I Cavalieri" di Aristofane), in cui la musica affidata a Roy Paci e Serena Ganci avrà un ruolo centrale, e tanti eventi speciali, tra cui il ritorno de "Le Rane" con Ficarra e Picone e "Conversazioni con Tiresia" scritto e rappresentato da Andrea Camilleri


di Redazione SicilyMag

Sei produzioni, due serate uniche, imperdibili, e il ritorno delle ‘Rane’ di Aristofane arricchiranno il già prestigioso cartellone del Festival del teatro greco di Siracusa. Il 2018 segnerà dunque la nascita di un vero Festival del teatro antico, di respiro internazionale, al Teatro greco di Siracusa in occasione del 54° ciclo di rappresentazioni classiche. Uno sforzo produttivo inedito ed una nuova frontiera per il rilancio e la valorizzazione della tradizione e del potenziale della Fondazione Inda, che riparte dagli oltre 140 mila spettatori registrati nel 2017 e prosegue nella missione di proporre i testi classici attraverso uno sguardo contemporaneo. Un successo cresciuto di anno in anno che sarà testimoniato nel 2018 anche da un accordo con la Rai che sarà media partner della rassegna.

Il Teatro greco di Siracusa - ph Franca Centaro

Il cuore del Festival al Teatro greco di Siracusa sarà costituito dalle due tragedie ‘Edipo a Colono’ di Sofocle, con la regia di Yannis Kokkos ed ‘Eracle’ di Euripide diretto da Emma Dante, e dalla commedia ‘I Cavalieri’ di Aristofane con la regia di Giampiero Solari. Le due tragedie saranno in scena a giorni alterni dal 10 maggio al 24 giugno mentre la commedia è in programma dal 29 giugno all’8 luglio.
A fare da filo conduttore alle tre nuove produzioni sarà una riflessione su “la scena del potere”: un tema universale e attualissimo, presente nei titoli scelti per questa nuova edizione del festival.
Oltre al fascino dei testi proposti si aggiungerà il richiamo di un cast artistico di rilievo la cui presenza di per sé giustifica un viaggio a Siracusa. Massimo De Francovich, Roberta Caronia, Danilo Nigrelli, Sebastiano Lo Monaco, Stefano Santospago, Fabrizio Falco e Sergio Mancinelli reciteranno in ‘Edipo a Colono’, Francesco Pannofino, Gigio Alberti, Antonio Catania reciteranno nella commedia ‘I Cavalieri’ assieme a Roy Paci che ne comporrà anche le musiche, Maria Giulia Colace sarà Eracle nel cast dell’opera diretta da Emma Dante che include anche Carlotta Viscovo, Serena Barone, Naike Anna Silipo, Patricia Zanco, Francesca Laviosa, Arianna Pozzoli, Katia Mirabella e Samuel Salamone.

Francesco Pannofino nel cast di Edipo a Colono

In questa edizione, più che mai, la musica avrà un ruolo centrale, fino a prendere corpo all'interno dello spazio scenico del Teatro greco. Roy Paci, eclettico musicista e trombettista sarà per la prima volta sul palco del Teatro greco della “sua Siracusa” come compositore delle musiche di scena de 'I Cavalieri’ e nei panni del Corifeo nell’inedito ruolo di attore.
A firmare le musiche dell'opera di Emma Dante, 'Eracle', sarà la cantautrice palermitana Serena Ganci, da diversi anni al fianco della regista. Per l'occasione attraverserà il Teatro greco alla guida del coro dell'anziano popolo di Tebe. Le musiche di 'Edipo a Colono' saranno invece composte dal musicista greco Alexandros Markeas, compositore contemporaneo franco-greco. Sarà lui ha creare un tessuto fatto di suoni ed effetti sonori che scandiranno il testo di Sofocle.
Il tradizionale cartellone di rappresentazioni classiche sarà affiancato da due eventi speciali. Sarà un appuntamento unico e ricco di contenuti e suggestioni ‘Conversazioni con Tiresia’ scritto e rappresentato da Andrea Camilleri appositamente per l’Inda e per il teatro greco di Siracusa, con la regia di Roberto Andò che andrà in scena l’11 giugno. La stagione sarà poi completata dalla replica di ‘Palamede’ scritto e rappresentato da Alessandro Baricco che vedrà tra i protagonisti l’attrice Valeria Solarino, in scena il 18 luglio.

Roy Paci, attore e autore delle musiche di I Cavalieri

Infine per la prima volta nella storia dell’Inda verrà riproposto uno spettacolo di repertorio. Spinto dal successo del 2017, tornerà per quattro serate dal 12 al 15 luglio la commedia ‘Rane’ di Aristofane, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti e la comicità di Salvo Ficarra e Valentino Picone.
Allungamento della stagione con spettacoli di altissima qualità, coinvolgimento di registi e artisti di fama internazionale, attenzione alle nuove generazioni e valorizzazione della cultura classica e del patrimonio dell’Inda, sono le parole chiave della nuova stagione allestita dalla Fondazione Inda e pensata dal Commissario straordinario Pier Francesco Pinelli, dal direttore artistico Roberto Andò con il sostegno storico e filologico di Luciano Canfora.

Ficarra e Picone in Le Rane - ph Franca Centaro

La dimensione culturale della stagione sarà sottolineata anche in un ciclo di tre conferenze prestigiose: il 31 maggio Massimo Cacciari introdurrà le due tragedie ‘Eracle’ ed ‘Edipo a Colono’, il 28 giugno Luciano Canfora presenterà ‘I Cavalieri’ mentre il 16 luglio Alessandro Baricco interverrà sui rapporti tra l’epica e la tragedia.
La media partnership con Rai Cultura permetterà una maggiore diffusione dei contenuti culturali ed educativi dell’attività dell’Inda, che culminerà con la ripresa e messa in onda su Rai5 di ‘Eracle’ di Euripide.

Andrea Camilleri ha scritto Conversazioni con Tiresia per l'Inda

Come parte integrante della stagione, la Fondazione prosegue il prezioso ed incessante lavoro con le scuole e con i giovanissimi. Anche quest’anno decine di migliaia di studenti assisteranno alle rappresentazioni del Teatro di Siracusa e parteciperanno alla ventiquattresima edizione del “Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani” nello scenario dello stupendo Teatro greco di Palazzolo Acreide con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, per il suo valore educativo, sociale e culturale.
Frutto del lavoro e dell’attenzione dell’Inda verso le nuove generazioni, gli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico, reimpostata e potenziata a partire dall’ultimo anno accademico, che ogni anno accoglie giovani aspiranti attori da tutta Italia, costituiranno il nucleo del coro che si esibirà al Teatro greco di Siracusa nelle quattro rappresentazioni classiche.
«La rilevanza e l’impegno della stagione che l’Inda realizza nel 2018 e le tante manifestazioni di stima e di supporto che sempre più riceviamo dal mondo della cultura, dello spettacolo e dal territorio in cui lavoriamo – ha dichiarato il commissario straordinario della Fondazione Inda Pier Francesco Pinelli - testimoniano lo spirito dell’Inda di continua e coraggiosa espansione ed innovazione nel rispetto della tradizione».


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 21 marzo 2018
Aggiornato il 28 marzo 2018 alle 16:34





TI POTREBBE INTERESSARE

Sciaranuova Festival, la vigna si fa teatro

Anche quest'anno dal 19 al 29 luglio torna per il quarto anno consecutivo a Passopisciaro, frazione di Castiglione di Sicilia, il progetto teatrale diretto da Paola Pace e prodotto da Planeta, che quest'anno si propone con un cartellone più vivace e composito: oltre al teatro anche una sezione parallela con musica e passeggiate filosofiche

Siracusa, i critici premiano Eleonora De Luca, la più brava del teatro greco

La sedicesima edizione del premio "Stampa Teatro", ideato da Assostampa Siracusa, è andato alla giovane attrice palermitana, una applaudita Ismene nell'Edipo a Colono di Sofocle firmato da Yannis Kokkos. Menzione speciale a Roy Paci, corifeo ne "I Cavalieri" di Aristofane firmato da Giampiero Solari

[De]generazioni, padri e figli a confronto sul palco del Biondo

Presentata la nuova stagione dell'ente teatrale palermitano diretto da Roberto Alajmo, 26 titoli che dalla commedia al teatro musicale, dal dramma al teatro di narrazione, affrontano temi e questioni dei nostri giorni. Alajmo: «Spettacoli che parlano di confronti e di scontri generazionali, mettono in scena le questioni scottanti dei nostri giorni o del recente passato»

Orestiadi di Gibellina, un tuffo tra la storia recente e il contemporaneo

Il 7 luglio il via della 37a edizione del festival, la prima firmata dal regista palermitano Alfio Scuderi, fondata nel ricordo del 50° anniversario del terremoto che rase al suolo la città, ma anche del travaglio politico e sociale di quello stesso anno, un vero e proprio terremoto culturale: «A Gibellina proveremo a raccontare la contemporaneità, come linguaggio vivo»

Aldo Rapè: «A Caltanissetta una stagione all’insegna della diversità»

Standing ovation al Teatro Regina Margherita per la prima di "Carte false" firmato dal nuovo direttore artistico

Teatro Stabile di Catania, per una ventata d'aria nuova bisognerà attendere

Il nuovo direttore artistico Laura Sicignano ha presentato la stagione 2018/2019 "Connessioni umane" che si aprirà il 9 ottobre con il suo pluripremiato spettacolo "Scintille", primo di 16 titoli di un cartellone trasversale, che però annovera troppi spettacoli già rappresentati. Intanto la Regione siciliana stanzia quasi 2 milioni e l'ente sogna finalmente la "normalità"