mercoledì 12 dicembre 2018

mercoledì 12 dicembre 2018

MENU

Tanti siciliani per "Mio Fratello" il nuovo videoclip di Antonacci

Musica

Il videoclip del nuovo singolo estratto da "Dediche e manie", firmato da Gabriele Muccino, vede la partecipazione di Beppe e Rosario Fiorello oltre che del cantautore Mario Incudine che duetta con Antonacci utilizzando la storica tecnica del cunto


di Redazione SicilyMag

Si intitola "Mio fratello" il nuovo singolo di Biagio Antonacci che sarà presentato in anteprima giovedì 5 aprile da Vincenzo Mollica e da venerdì 6 aprile sarà in rotazione. Il brano è il nuovo estratto dall’ultimo disco di inediti del cantautore, "Dediche e manie", uscito lo scorso 10 novembre. Il video è un piccolo film con la straordinaria partecipazione di Beppe e Rosario Fiorello per la prima volta insieme e per la prima volta ospiti di un videoclip e la regia di Gabriele Muccino.

Gabriele Muccino, Biagio Antonacci, Rosario Fiorello, Mario Incudine e Beppe Fiorello

Oltre allo stesso Biagio, il brano vede la partecipazione di Mario Incudine, il cantautore ennese, esponente della musica popolare siciliana che duetta con lui utilizzando la storica tecnica del cunto. "Mio fratello" è una storia universale: la storia di una e mille famiglie, in cui un fratello si perde e l’altro resiste nell’attesa di vederlo tornare. Quando questo ritorna e bussa alla porta, la certezza del perdono è così forte da scacciare via il passato. Il brano è quindi la metafora di una festa, perché quando si perdona qualcuno è sempre un giorno felice, che prelude al cambiamento e che elimina ogni dolore.
Rosario e Beppe Fiorello, e Gabriele Muccino, conquistati dalla canzone hanno generosamente accettato l’invito di Biagio e hanno messo a disposizione la loro eccellenza e il loro talento per raccontare una storia universale. La storia infatti di due fratelli siciliani che si ritrovano: un nuovo incontro e un nuovo inizio. I protagonisti del video, fratelli nel cast e nella vita, parlano a tutti e per tutti quei fratelli e quelle sorelle che la vita ha portato a smarrirsi, a smettere di ricordarsi e di comunicarsi chi sono.

A breve Biagio tornerà sul palco con la seconda parte di "Dediche e Manie Tour", la tournée partirà il 2 maggio da Acireale.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 03 aprile 2018
Aggiornato il 09 aprile 2018 alle 20:55





TI POTREBBE INTERESSARE

Alessio Bondì vola all’Eurosonic Festival con “Nivuru”

Il cantautore palermitano rappresenterà l’Italia all’Eurosonic Festival, uno degli appuntamenti musicali più importanti d’Europa, dove porterà il suo secondo album

Spika entra in finale ad Area Sanremo Tour

Il giovane rapper palermitano si prepara a salire sul palco del Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo

Salamone, tesoro umano: «Quello del cantastorie non è mestiere, è arte»

Il 73enne musicista di Sutera da fine settembre è stato iscritto dalla Regione siciliana nel Registro delle Eredità Immateriali: «E’ la piazza lo spazio a noi più congeniale, soprattutto le fiere paesane, dove troviamo un rapporto diretto con vecchi e giovani, com’è nell’antica tradizione dei menestrelli medievali». Il 27 ottobre riceverà a Catania il Garofano d'argento

Musica e solidarietà, Catania sostiene la ricerca dell'Airc

Domenica 11 novembre concerto-evento al Teatro Massimo Bellini di Catania a sostegno della ricerca contro il cancro. Il decano dei conduttori, Pippo Baudo, sul palco in coppia con Salvo La Rosa. Il presidente Vigneri: «Nel 2018 AIRC ha destinato 900 mila euro ai ricercatori di Catania e Palermo. Sicilia al top delle donazioni»

Al Bellini di Catania il "Massimo della musica" debutta nel segno di Mozart

Presentata la stagione 2019 del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania che per la prima volta vedrà concentrati nell'anno solare i due cartelloni. La sinfonica comincia il 4 gennaio con la Messa da Requiem, la lirica il 20 gennaio con "Il flauto magico", due eventi diretti da Gianluigi Gelmetti. Il direttore artistico Francesco Nicolosi: «Un doppio cartellone all’insegna della tradizione»

Piano City Palermo, la musica invade la città

Dal 5 al 7 ottobre sono in programma oltre 90 ore di musica suddivise in 65 concerti che interesseranno il porticciolo della Cala, la spiaggia di Mondello, il Teatro Massimo, i Cantieri Culturali alla Zisa, Palazzo Forcella de Seta e i quartieri di Danisinni, Ballarò e Brancaccio