lunedì 16 settembre 2019

lunedì 16 settembre 2019

MENU

Tag Antonino Raspanti

Il vescovo Raspanti e i terremotati: «Troppi anni per riavere la casa»

Continua la battaglia del vescovo di Acireale, vicepresidente della Conferenza episcopale italiana, in difesa degli sfollati a causa del sisma dello scorso Natale che ha colpito l'Acese e le zone etnee limitrofe: «L'impegno sociale da parte della chiesa non è un valore aggiunto, è nella natura medesima della nostra religione

Ultima modifica 20 agosto 2019 19:12

«La fede è apertura al mondo, il bene della polis viene dai valori»

Il vescovo di Acireale non si sottrae al dibattito sui migranti che infiamma l'Europa: «La questione è complessa, vanno coinvolti americani, russi e cinesi». Il presule difende il ruolo della Chiesa: «Attenti al sociale, i nostri ponti umanitari non sono astratte utopie». L'impegno della Diocesi con il progetto del parco culturale ecclesiale: «Un'opportunità di lavoro per i giovani»

Ultima modifica 07 marzo 2019 23:04

Il giornalista, il vescovo e l'Italia senza leader

Cosa possono fare il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana e il vescovo di Acireale Nino Raspanti se non concordare che, oggi, il nostro è un "Paese senza leader", come recita il libro di Fontana presentato in Sicilia: «L'unico grande leader? De Gasperi». L'ultimo? «Prodi». Raspanti: «Papa Francesco è un leader ma la Chiesa non si sostituisca alla politica»

Ultima modifica 05 maggio 2018 22:47

"Un Paese senza leader" di Luciano Fontana

Tre le tappe - il 27 aprile a Acireale, il 28 a Paternò e Catania -, per il direttore del "Corriere della sera" che presenta il suo volume sull'attuale scenario politico italiano

27 e 28 aprile 2018

Mons.Raspanti: «Una società è sana se crea cultura e lavoro»

Alcamese d'origine, il vescovo di Acireale è impegnato nel sociale ed un raffinato intellettuale, seguace dei dettami di Papa Francesco in merito al rapporto fra fede e ragione. Tra i suoi impegni lo stimolo alla popolazione acese a creare piccole imprese nel campo agricolo e turistico: «Abbiamo bisogno di un approccio multidisciplinare che leghi dimensione umanistica, sapere scientifico e tecnologico»

Ultima modifica 05 gennaio 2017 20:26