martedì 17 settembre 2019

martedì 17 settembre 2019

MENU

Blog

Κοιμητήριον (Luogo di riposo)

Camminando in coppia con un’andatura ridicola, sembrava che, soffermandosi di tanto in tanto quasi volessero rendere ossequio a questo o a quello, commentassero su quella umanità che ormai silenziosa riposava lontano dal proprio tempo terreno

Ultima modifica 19 aprile 2019 13:43

Plausi alle isole felici, botte a chi vegeta nel malaffare

Se ho rubato il titolo di questa rubrica dai saggi di Giovanni Boine è perché la professione del critico (la mia, ma di chiunque si ostini a interpretare il mondo e a non accettarlo com’è) esige giudizi di valore, promozioni e bocciature, nette prese di posizione

Ultima modifica 13 aprile 2019 20:32

L’amore: maneggiare con cautela

L’immagine che ritornava a Sara era quella di una donna appesantita ma ancora piacente. Nino suo marito, era diventato mite ma era un fantasma. Giuseppe l'imbianchino le sussurrava che in amore tutto era lecito e che l’età di una persona non corrisponde mai a quella sulla carta d’identità. Era vero e le mani miracolose di Giuseppe le fecero risuonare ogni centimetro quadro di pelle, ogni milligrammo di anima

Ultima modifica 04 marzo 2019 22:34

Camilleri for president!

Non c’è dubbio che Andrea Camilleri, il Tiresia siciliano che vede più lontano di ogni normodotato, meriterebbe di essere nominato senatore a vita. Tecnicamente, però, non si può, perché la consuetudine costituzionale vuole che i senatori a vita di nomina presidenziale non siano più di cinque ed oggi già ci sono. Ora toccherebbe alla Regione Siciliana potergli accordare almeno la Medaglia d’oro di benemerenza. In cuor nostro Camilleri resta comunque il nostro “presidente” ad honorem

Ultima modifica 18 luglio 2019 18:26

Caro 2019 ti scrivo

Il braccio di ferro sui migranti, la farsa delle new town per i terremotati etnei, la tragica pantomima dei devoti "delinquenti" di Sant'Agata, l'aumento della tassa sui rifiuti a carico solo di chi paga. Quest'anno per noi siciliani è cominciato abbastanza male. Per quelli, poi, che vivono tra Catania e provincia anche peggio

Ultima modifica 12 febbraio 2019 00:06

Gregge, l'orgoglio di essere pecora

Guardando nei loro occhi intelligenti, la mitezza del carattere e il loro essere simili a molti di noi, a me, improvvisamente mi piacque essere pecora. Era bello stare con loro, mi accolsero facendomi spazio tra loro, capirono l’urgenza del mio voler conoscere: eravamo comunità, comunità vera, dove non si danneggiano i legami, dove si vive bene, anche da perfetti sconosciuti

Ultima modifica 06 febbraio 2019 14:09
12345678910111213...