lunedì 22 luglio 2019

lunedì 22 luglio 2019

MENU

Blog

Natale. Se chiudi gli occhi, le feste passano prima

Nella mia mente di bambina non ancora contaminata dalla nera peste del disincanto mi rattristavo enormemente per il Bambinello nudo "lasciato" al freddo e al gelo. Oggi ci sorridiamo con educazione, ci scambiamo gli auguri ma prendiamo le distanze da qualunque festeggiamento comune. E’ quasi un tacito accordo, una strategia silenziosa di commiato personale dal proprio passato

Ultima modifica 20 dicembre 2018 21:14

L'eredità fiorita di una magnolia Campbellii
di nome Seby

L'albero proveniente dall'Himalaya quando è tutto fiorito muore. Non perché decadente, ma perché ha raggiunto la pienezza della vita. Così la nonna Seby, come si faceva sportivamente chiamare da noi nipoti, che lascia un grande albero in fiore, tutti quei nipoti che ha cresciuto di semplicità e genuinità, di autenticità materna, di spartana dolcezza e carezze nodose

Ultima modifica 27 novembre 2018 17:44

Alex vs Cristo

Alex Honnold, a 33 anni, sotto l'occhio mediatico di una telecamera, ha scalato un'alta parete rocciosa senza corde né chiodi. Cristo, a 33 anni, è salito sul Cavario con la Croce addosso. Con un diverso senso della vita e della morte

Ultima modifica 27 novembre 2018 14:12

L'FBI del cuore

Due donne si ritrovano casualmente vicine ad una festa. Si conoscono ma non benissimo. Parlando e scavando in una memoria neanche troppo antica, scoprono con stupore di essere state nel medesimo periodo con lo stesso uomo, e di esserne state di questo, perdutamente innamorate

Ultima modifica 26 ottobre 2018 12:47

Sulle ali di Lucilia

Nei luoghi dell’espiazione, tempo e spazio diventavano inversamente proporzionali. L’avere scritto una storia autobiografica gli aveva fatto guadagnare il consenso che ora rivendicava lo scotto della curiosità: la tv lo voleva intervistare. La giornalista chiese: “Angelo perché ha sparato di nuovo?”. Lui si strinse nelle spalle e disse: “L’amore è una configurazione dell’anima che esige cura, nutrimento costante"

Ultima modifica 18 ottobre 2018 22:43

Il regalo

Carmela era arrivata al Policlinico di Palermo perché straziata dai dolori, come me, per una pancreatite. Solo al momento delle sue dimissioni ho colto fino a che punto il nostro era diventato un rapporto speciale. Le emozioni non hanno sempre bisogno di essere vissute nel pieno dell'evidenza della luce

Ultima modifica 12 ottobre 2018 20:18
12345678910111213...