mercoledì 17 luglio 2019

mercoledì 17 luglio 2019

MENU

Blog

La disobbendienza civile 35 anni dopo Berlinguer, il gigante fragile

Non condividevo tanto di lui, ma Berlinguer era un gigante, soprattutto a paragonarlo al panorama odierno. Oggi, vittime dei compromessi, non possiamo cedere all'astensionismo. E non parlo di elezioni, ma di altre dimostrazioni, attive e clamorose, di partecipazione operosa, di solidale umanità

Ultima modifica 21 giugno 2019 17:49

Sciascia non è una statua. Mai lo è stato e mai ancora lo sarà?

A Racalmuto, nel trentennale della morte, lo scrittore ha l'immagine da replicante della statua iper-realista ignorata da tanti. Il comitato di vigilanza da me coordinato sta già varando un programma di iniziative per lo speciale anniversario ma le polemiche su cosa debba diventare la Fondazione (manageriale, politica o più autonoma da Racalmuto) non mancano

Ultima modifica 14 giugno 2019 21:21

Caro Franco, è un dolore non venirti a cercare

E' con molta esitazione che mi sono deciso a scrivere dell'amico Battiato, non intendendo forzare una privacy affettuosamente difesa. Non avere, però, notizie di prima mano come sempre, o leggere che sarebbe in vendita il buen retiro di Milo da lui amato, fa male

Ultima modifica 06 giugno 2019 19:06

Aveva ragione Sciascia, in Europa siamo vasi di terracotta tra vasi di ferro

Il concetto chiave è la fragilità, vero limite 40 anni fa per lo scrittore racalmutese del sistema Europa che si accingeva a votare per la prima volta su scala continentale. Oggi il sogno dei padri nobili di Ventotene è stato ucciso e l'Europa muore ogni giorno nei flutti del Mediterraneo. E noi ci ritroviamo privi di immaginazione e di indignazione, di sogni e di scelte responsabili

Ultima modifica 31 maggio 2019 18:08

Al ministro della pubblica (d)istruzione dico: si fa politica anche spiegando Dante

Il caso della professoressa Dell'Aria di Palermo sospesa per aver fatto esprimere liberamente i suoi studenti, ha portato alla dichiarazione del ministro Bussetti che in classe non si deve fare politica. Parlare, però, di letteratura, storia, arti, filosofia, significa schierarsi, comunicare idee e passioni, come fecero nostro padre Dante, Ariosto o Manzoni

Ultima modifica 20 maggio 2019 19:05

Ci rivediamo nel 1945

Ho parlato col dio Crono che gestisce il tempo, vorrei tornare a 30 anni fa. Non solo per tornare più giovane ma per non vedere lo squallore politico di oggi. Il dio è andato oltre, però. «Torneremo al 1945, all'Italia che ricominciava dopo la guerra, quando non eri neanche nato»

Ultima modifica 17 maggio 2019 17:51
12345678910111213...