martedì 17 settembre 2019

martedì 17 settembre 2019

MENU

Blog

Non salvate il "soldato" Ryan(air)

Sei milioni in un anno dalla Regione e dai Comuni del Trapanese non sono bastati a proteggere l'aereoporto Florio di Trapani Birgi dalle bizze d'umore di Ryan(air) in piena crisi piloti, che ha cancellato fino a marzo 7 tratte con lo scalo siciliano. E allora questi soldi pubblici perché li paghiamo? E' possibile che non ci siano imprenditori siciliani seri che ne possano beneficiare in vece del vettore irlandese?

Ultima modifica 29 settembre 2017 13:01

Corso di aggiornamento. Non obbligatorio ma consigliato

110 ore tra i banchi, a tentare di fraternizzare con la lingua della perfida Albione, non sono servite a niente. Però come diceva il grande Socrate...

Ultima modifica 15 settembre 2017 13:27

Il pezzo della libertà

In India fa notizia (ne parla anche National Geographic) Moolchand che si batte perché cessi l'abitudine di defecare all'aperto e chiede un gabinetto di decenza per tutti. Va bene. Una cosa, però, va detta: nessuno può veramente fermare, a livello mondiale, l’atto più liberatorio dell’uomo

Ultima modifica 18 agosto 2017 23:53

Cronistoria di un viaggio

Allontanarsi distorce il canovaccio delle abitudini ed anestetizza per breve tempo le afflizioni personali; ma è solo transitorio perché il quotidiano si impone subito e tutto quanto vissuto appare nebuloso come in sogno

Ultima modifica 19 agosto 2017 10:07

Agosto nella Città Eterna e quel passato che, in fondo, era felicità

Nel vuoto di un agosto romano, con la nostalgia delle estati familiari in Sicilia che allora non sopportavi e la consapevolezza che la felicità una volta era a portata di mano, non è difficile incontrare persone che hanno voglia di raccontare di quell'amore estivo che era l'amore... Che né la famiglia né il buon lavoro di oggi possono cancellare


Ultima modifica 18 agosto 2017 11:57

Tac, e si riparte dall’inferno

Sul filo infuocato di Marzamemi, sui pericolosi pendii dei cinquant’anni al femminile, intravedo la salvezza di 4 donne, che hanno preso in affitto per cinque giorni una casa in avanzato affanno di cure, dove la loro energia inesauribile di alzarsi e riprendere la marcia, trova la sua forma più espressiva nell’atto creativo: un tappeto come un romanzo, una calamita come un disegno

Ultima modifica 06 agosto 2017 15:48
78910111213141516171819...