lunedì 21 gennaio 2019

lunedì 21 gennaio 2019

MENU

Premio giornalistico Enrico Escher, entro il 31 marzo le adesioni

Media

Nuova edizione di #FUTUROPRESENTE, promosso dall'Ateneo catanese, in memoria del giornalista catanese scomparso. Due le sezioni, reportage e videogiornalismo


di Redazione SicilyMag

Onorare la memoria del giornalista catanese Enrico Escher, tenendo vivo il ricordo della sua pionieristica capacità d'innovazione, manifestata anche attraverso l'attività di docenza all'Università di Catania e la promozione dei media universitari.E’ questo lo scopo del premio di giornalismo #FUTUROPRESENTE, promosso dall’Ateneo catanese, in collaborazione con il Comune di Catania e con il patrocinio della Federazione nazionale della Stampa italiana (Fnsi) e dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia (Odg Sicilia).

Il premio si suddivide in due sezioni, reportage e videogiornalismo – e vi possono partecipare giovani d’età inferiore a 35 anni che dovranno presentare un lavoro sul tema “Racconta l’innovazione della tua città”. In particolare, i partecipanti alla sezione “reportage” dovranno lavorare su un elaborato (anche in forma di ipertesto specificamente redatto per il web e integrato a infografiche, immagini e testi collaterali) della lunghezza di 5000 battute per il testo principale, mentre i candidati alla sezione “videogiornalismo”, dovranno presentare un video (anche in forma di web-doc interattivo) della durata massima di 5 minuti.

I vincitori svolgeranno uno stage extracurriculare di durata trimestrale in una redazione giornalistica con un rimborso spese mensile di 500 euro, finanziati dalla Ditta Cogip Holding srl e dalla Fnsi. Gli elaborati presentati possono essere stati anche pubblicati su blog o testate giornalistiche online e su canale You Tube o Vimeo, purché la pubblicazione non sia avvenuta in data antecedente alla pubblicazione del bando, e purché all'atto della pubblicazione online risulti chiaramente indicata la destinazione #FUTUROPRESENTE - Premio di giornalismo Enrico Escher.

Per partecipare è necessario iscriversi al sito web dedicato www.premioescher.it e seguire tutta la procedura indicata nel bando, pubblicato sul medesimo sito e sul portale d’Ateneo www.unict.it. Le domande di partecipazione vanno presentate entro le 12 di martedì 31 marzo.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 25 marzo 2015





TI POTREBBE INTERESSARE

40 anni di Sicilia libertaria: «Siamo ancora qui, perché "non ci sono poteri buoni"»

Nel gennaio del 1977 nasceva il giornale anarchico dei siciliani diretto da Pippo Gurrieri, un giornale libero e responsabile, in cui non esiste la censura e nemmeno la pubblicità. Quarant'anni di ricordi, di volti, battaglie politiche e culturali qui raccontate da una delle sue migliori penne

"Sicilia libertaria", il giornale anarchico compie 40 anni

Nato nel gennaio 1977, il foglio libertario, edito a Ragusa, annuncia tre appuntamenti celebrativi, il 22 gennaio a Palermo, il 26 gennaio a Catania e il 27 gennaio a Ragusa

"Sicilia libertaria", da 38 anni a Ragusa si compie un miracolo laico

Dai missili a Comiso al Muos, tante le battaglie del giornale anarchico nato nel gennaio 1977 nella città iblea e che da allora non ha mai smesso le pubblicazioni. Anzi, è molto letto anche all'estero e vanta traduzioni in spagnolo e francese. Il responsabile Pippo Gurrieri: «Grazie ai volontari della redazione è diventato un mezzo cercato dai lettori che amano bellezza e libertà»