giovedì 21 febbraio 2019

giovedì 21 febbraio 2019

MENU

Sugnu sicilianu

Davide Campisi, la musica come "pane quotidiano"

Il musicista folk ennese, suonatore di tamburi a cornice, forte di vent'anni buoni trascorsi a lavorare nell'azienda di panificio e pasticceria di famiglia, ha mantenuto saldo il rapporto con la gente che gli fa vivere con facilità il senso del popolare: «La musica è "pane quotidiano". L’hobby della musica non esiste. La musica è una vocazione, fa parte del tuo essere»

Ultima modifica 07 febbraio 2019 20:07

Roberta Urso: «Privilegiata perché lavoro nella mia terra e per la mia terra»

Giornalista mancata, la neo delegata siciliana dell'Associazione Donne del Vino, eletta all’unanimità dalle 17 socie dell'Isola - «Sentirete parlare di noi» afferma -, oggi è ben felice di fare la responsabile delle pubbliche relazioni di Cantine Settesoli, la più grande cooperativa vitivinicola d'Europa: «Sarà perché sono di Marsala, ma il vino ce l’ho nel sangue»

Ultima modifica 25 gennaio 2019 19:47

Giuseppe Rapisarda: «Portiamo i libri alle persone nella loro quotidianità»

Ha varcato i confini regionali contagiando anche il Nord Italia l'iniziativa "Lascia un libro, prendi un libro" ideata dal chimico belpassese, appassionato di viaggi. L'idea, mutuata da varie realtà simili sparse nel mondo, è stata personalizzata anche con fini sociali: «Meglio un libro che la ludopatia. L'operaio che trova un volume al bar o dal ferramenta, prima o poi lo sfoglierà»

Ultima modifica 28 gennaio 2019 18:03

Marco Consoli
il George Clooney d’Italia è catanese

Il bel brizzolato che campeggia nella cartellonistica pubblicitaria di cinque continenti è anche attore, produttore, promotore culturale ma, soprattutto, uno tra i 20 modelli over 50 più seguiti al mondo su Instagram. Ma non è sempre stato così, fino a 18 mesi fa la vita di Marco, siciliano di nascita ma trentino d'adozione, era un'altra...

Ultima modifica 21 dicembre 2018 17:14

Ezio Scandurra: «Mi sento più un giocoliere che un teatrante»

L'artista acese crea nella sua bottega di Guardia marionette mostruose ma divertenti (diavoli che ancheggiano, dee che ballano, mostri che ondeggiano) mescolando materiali e forme diverse e giocando sull’alterazione estetica: un inquinamento creativo che ha alimentato attraverso lo studio di materiali riciclati e nuove tecniche

Ultima modifica 28 novembre 2018 14:01

Gabriella Anca Rallo è Commendatore della Repubblica

La signora "Donnafugata" viene insignita del prestigioso titolo per i suoi meriti non solo nell'affermazione del vino siciliano nel mondo, ma anche per la sua valorizzazione del ruolo della donna. La cerimonia domenica 4 novembre a Trapani, in occasione della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Ultima modifica 02 novembre 2018 13:53
  12345678910111213...