martedì 17 settembre 2019

martedì 17 settembre 2019

MENU

Sugnu sicilianu

Paolo Borrometi vince il premio Mackler per il giornalismo coraggioso

Al giornalista ibleo il prestigioso riconoscimento americano che onora giornalisti ed editori che privilegiano l’equità delle storie e la difesa del diritto di pubblicare quelle storie. Borrometi: «Lo dedico a Daphne Caruana Galizia, ai piccoli Alessio e Simone morti a Vittoria e ad Antonio Megalizzi, giovane libero ed innamorato del giornalismo»

Ultima modifica 23 agosto 2019 22:39

Adonà: «Sono un Farinelli contemporaneo»

L'artista siracusano, attualmente nel cast di Tosca di Alessandro Cecchi Paone, racconta le difficoltà di essere un soprano naturale uomo e i suoi progetti artistici illuminati e sofferti. Su tutti "Farinelli l'amore vince su tutto", un musical dedicato al cantante settecentesco con il quale sente delle forti analogie, che oltre oceano ha trovato un produttore italo-svedese

Ultima modifica 08 agosto 2019 20:44

Tino Vittorio: «Università, la cooptazione è figlia di una legge criminogena»

Premiato di recente per la piece teatrale "Mao e la mafia", lo storiografo catanese, ex docente dell'Ateneo al centro delle cronache giudiziarie, non criminalizza il metodo della scelta concordata dei vincitori dei concorsi universitari: «E' una pagliacciata la legge che permette di gareggiare e vincere il concorso, ma non conferisce l'assunzione. Non rimane che la cooptazione concordata»

Ultima modifica 29 luglio 2019 19:49

Aldo Bongiovanni, lo sciamano girgentano che sussura ai fiori

A San Biagio Platani, nel cuore dei Sicani agrigentini, vive un uomo in simbiosi con la natura, profondo conoscitore delle piante officinali e dei loro effetti curativi sull’uomo. Orgogliosamente contadino, non vuol essere chimato guaritore: «Non sono medico, non guarisco le malattie, semplicemente utilizzo le proprietà ed i benefici delle erbe»

Ultima modifica 28 giugno 2019 18:24

Francesca Laganà: «Sull'Etna ritrovo
me stessa e la forza di andare avanti»

Prima viveva a Catania e lavorava in Alitalia. Poi il cambiamento. Sulla "vulcanessa", come la chiama lei, ha trovato la sua strada: oggi vive a Linguaglossa ed è una guida ambientale (oltre che una cantante) e da poco ha lanciato Etnamente, un progetto che coniuga la valorizzazione del territorio con la tutela dell'ambiente, tra scienza, folklore ed enogastronomia

Ultima modifica 13 giugno 2019 22:32

Federica Milioto: «Ho mollato tutto per tornare nelle terre del nonno»

L'imprenditrice agrigentina, premiata alla London International Olive Oil Il Competitions per il suo olio "Terre di Zaccanello", fino a qualche anno fa era un brillante avvocato in carriera nella città capitolina, «ma qualcosa non andava». La nostalgia della Sicilia, in particolare delle terre che appartengono alla sua famiglia da tre generazioni, l'hanno convinta a tornare

Ultima modifica 23 luglio 2019 09:40
  12345678910111213...