Palermo primo porto siciliano nel 2014: superato il mezzo milione di crocieristi

Bilancio positivo per l’Autorità Portuale di Palermo, nonostante il contesto di instabilità e di diffusa incertezza, con un 2014 chiuso in attivo. Un anno incoraggiante in cui è stato tagliato (e superato) il traguardo del mezzo milione di crocieristi e sono state avviate azioni che daranno frutti a medio termine.

I DATI. 221 approdi totali (a fronte dei 189 nel 2013) e 531.712 crocieristi (410.999 nel 2013): il confronto tra il 2013 e il 2014 per le crociere a Palermo è segnato da numeri positivi. Nel dettaglio: 465.777 i transiti nell’anno appena concluso, contro i 368.130 del 2013, 32.895 i crocieristi imbarcati contro i 20.812 dell’anno precedente, 33.040 gli sbarchi, 22.057 nel 2013.

Sono disponibili solo i dati dei primi otto mesi del 2014 per quel che riguarda il traffico totale dei passeggeri che, fino ad agosto, è stato di 1,26 milioni di persone (+14,0%), di cui 336mila crocieristi (+22,7%) e 837mila passeggeri dei traghetti (+11,3%).

L’obiettivo del 2015 è quello di confermare il trend positivo, che colloca Palermo al settimo posto tra i porti italiani (nel primo semestre del 2014) e al primo tra quelli siciliani per quel che riguarda le crociere. L’Autorità portuale, infatti, continuerà a puntare molto sulle crociere come elemento di sviluppo dei traffici portuali e come opportunità di crescita economica dei territori di riferimento.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.