venerdì 22 giugno 2018

venerdì 22 giugno 2018

MENU

Marco Calcaterra alla guida dell’associazione Strada del Cerasuolo di Vittoria


Calici & Boccali

Si apre una nuova fase per l’associazione Strada del Cerasuolo di Vittoria nel segno della continuità con il percorso fatto negli ultimi tre anni: si è insediato ufficialmente il nuovo comitato di gestione, con l’elezione del nuovo presidente Marco Calcaterra (azienda Avide); per rafforzare la continuità con il precedente mandato Arianna Occhipinti, presidente uscente, sarà il vicepresidente dell’associazione.

Il nuovo comitato direttivo dell'associazione Strada del Cerasuolo di Vittoria

Al loro fianco nel comitato direttivo ci saranno: per i produttori Pierluigi Cosenza (Poggio di Bortolone), Guglielmo Manenti (vini Manenti), Giovanni Calcaterra (Tenuta Bastonaca), Francesco Ferreri (Valle dell’Acate), Lorenzo Piccione (Piano Grillo), Alessio Planeta (Planeta), Paolo Gatto (Gatto Frantoi) e Innocenzo Pluchino (Ciomod); per i ristoratori Michele Rosso (Gelati Divini). Completano il direttivo, come di consueto, i rappresentanti del Consorzio del Cerasuolo di Vittoria nella persona del Presidente Massimo Maggio, della Provincia Regionale di Ragusa, della Camera di Commercio di Ragusa, del Comune di Vittoria e di Caltagirone, nella persona di Maurizio Pedi.
Il nuovo comitato è già al lavoro sulla programmazione delle attività del 2018, che vedranno confermate quelle già sperimentate con successo negli anni precedenti e a cui se ne aggiungeranno di nuove.
«Sono onorato e felice di poter dare il mio contributo all’Associazione in maniera più diretta- ha commentato il nuovo Presidente, Marco Calcaterra-; ringrazio Arianna per il lavoro importante svolto in questi tre anni in cui l’associazione è cresciuta e si è consolidata sul territorio e nei rapporti esterni. Voglio lavorare fin da subito a rafforzare il coinvolgimento di tutte le aziende all’interno dell’associazione perché possiamo farci non solo strumento di promozione e valorizzazione, ma anche di marketing territoriale. Grazie alla grande ricchezza di offerta che accogliamo al nostro interno con i produttori di vino, olio, conserve, i ristoratori, le strutture di ospitalità e i fornitori di servizi turistici, possiamo fare un lavoro efficace e di ampio respiro”.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 06 marzo 2018