domenica 18 novembre 2018

domenica 18 novembre 2018

MENU

Il Consorzio Pantelleria Doc al fianco di De Bartoli, nasce il “Passito della Solidarietà”


Calici & Boccali

Pantelleria risponde con un gesto di solidarietà in favore delle cantine fondate da Marco De Bartoli, che nei giorni scorsi avevano subìto il furto di 6 quintali di uva passa. Un atto ignobile che aveva sottratto alla De Bartoli, oggi guidata dai figli di Marco, i frutti di un anno di duro lavoro; un grave danno economico ed una terribile ferita morale, che li ha costretti a rinunciare alla produzione del loro prestigioso passito Bukkuram, che prende il nome dall’omonima contrada.

Le uve passite di De Bartoli

Ed invece De Bartoli, con la vendemmia 2018, darà comunque alla luce un passito, in edizione speciale, grazie alla decisione dei produttori del Consorzio Vini Pantelleria Doc – Pellegrino, Murana, Vinisola, Donnafugata, Basile e Coste di Ghirlanda – di donare, tutti insieme, una parte della loro uva passa ai De Bartoli, anch’essi soci del consorzio.

La famiglia De Bartoli

«Quando abbiamo appreso la notizia di questo bruttissimo episodio – afferma Benedetto Renda, presidente del Consorzio e amministratore delegato delle Pellegrino – tutti ci siamo sentiti direttamente colpiti da questo atto di malvagia disonestà; è bastato un giro di telefonate ai soci per ottenere subito il loro assenso ad una donazione collettiva dell’uva passa prodotta sull’isola. Abbiamo voluto così mettere l’azienda De Bartoli, nelle condizioni di produrre anche quest’anno un loro passito; una risposta corale che testimonia in modo simbolico quanto concreto, lo spirito di squadra che anima i nostri produttori»
«Siamo profondamente grati al Consorzio e a tutti i suoi associati – dichiarano Gipi, Renato e Sebastiano De Bartoli – per il grande gesto di solidarietà con il quale ci doneranno parte della loro produzione di uva passa; con queste uve non produrremo il Bukkuram, bensì un passito collettivo, il Passito della Solidarietà, che sarà poi a disposizione del Consorzio per la promozione della Doc Pantelleria; da una brutta storia come quella che ci è capitata emergerà infine lo spirito dell’isola e la volontà di farne conoscerne la parte migliore».

Il Consorzio Pantelleria Doc conta 370 viticoltori e 7 aziende vinicole associate e rappresenta l’84% della produzione dell’isola; con il Festival – che il Consorzio ha organizzato insieme a Pantelleria Island – si è voluto valorizzare la Doc Pantelleria e più in generale il territorio, in un’ottica di sviluppo turistico.
Un progetto la cui valenza è stata riconosciuta da soggetti istituzionali quali l’Assessorato Regionale Agricoltura, il Comune ed il Parco Nazionale Isola di Pantelleria, e da un partner come la compagnia aerea DAT che collega l’isola con gli aeroporti siciliani.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 12 settembre 2018