sabato 19 gennaio 2019

sabato 19 gennaio 2019

MENU

N-Ice Cello, Giovanni Sollima suona l'importanza dell'acqua

Musica

Al centro dell’evento artistico che arriverà a Palermo il 9 e 10 febbraio il violoncello fatto di ghiaccio dall’artista americano Tim Linhart


di Redazione SicilyMag

Da Nord a Sud per disegnare un percorso artistico dai ghiacciai al Mare Mediterraneo, e che disegna e richiama a un esodo di senso contrario, che incontra l’itinerario dei migranti che dalle terre senz’acqua si spostano verso i paesi del Nord.

Giovanni Sollima è il protagonista di N-Ice Cello, un grande progetto culturale che riflette sul tema dell’acqua e della sua importanza a livello planetario per l’ambiente e per l’umanità. Al centro dell’evento artistico il violoncello fatto di ghiaccio dell’artista americano Tim Linhart e costruito appositamente nel mese di gennaio nell’ambito di una residenza sul Ghiacciaio Presena in Trentino, presso il Passo Tonale. E’ da qui che lo strumento di ghiaccio raggiungerà il mare lungo un percorso dalle Alpi alla Sicilia, scandito dai concerti tenuti dal violoncellista di fama mondiale. È l'acqua che ritorna, simbolicamente, come un atto di restituzione, nei paesi dove è scarsa anche per motivi globali e nei quali la crisi idrica causa conflitti e conseguenti migrazioni “climatiche” di massa. Ed è proprio dell’arte e della buona scienza cercare i punti di incontro, costruire dialoghi e promuovere occasioni di conoscenza e di consapevolezza.
Dopo il debutto a Trento, lo scorso 29 gennaio, lo strumento di ghiaccio proseguirà il suo viaggio (trasportato in una cella frigorifero mobile) con tappe a Venezia, Roma e Palermo, capitale italiana della cultura 2018, dove sarà al Teatro Politeama di Palermo il 9 e 10 febbraio, e dove le sue acque glaciali verranno consegnate al Mar Mediterraneo.
L’evento sarà il filo conduttore di un docufilm ideato, scritto e diretto da Corrado Bungaro, che raccoglierà le riflessioni e le testimonianze di importanti artisti e pensatori incontrati lungo l’itinerario on the road.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 30 gennaio 2018





TI POTREBBE INTERESSARE

Indie Concept, la festa siciliana dell'indie rock

Scade il 20 gennaio il bando per mandare le candidature al festival catanese organizzato da Rumori Sound System che si terrà tra febbraio e maggio

Alessio Bondì vola all’Eurosonic Festival con “Nivuru”

Il cantautore palermitano rappresenterà l’Italia all’Eurosonic Festival, uno degli appuntamenti musicali più importanti d’Europa, dove porterà il suo secondo album

Spika entra in finale ad Area Sanremo Tour

Il giovane rapper palermitano si prepara a salire sul palco del Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo

Salamone, tesoro umano: «Quello del cantastorie non è mestiere, è arte»

Il 73enne musicista di Sutera da fine settembre è stato iscritto dalla Regione siciliana nel Registro delle Eredità Immateriali: «E’ la piazza lo spazio a noi più congeniale, soprattutto le fiere paesane, dove troviamo un rapporto diretto con vecchi e giovani, com’è nell’antica tradizione dei menestrelli medievali». Il 27 ottobre riceverà a Catania il Garofano d'argento

Musica e solidarietà, Catania sostiene la ricerca dell'Airc

Domenica 11 novembre concerto-evento al Teatro Massimo Bellini di Catania a sostegno della ricerca contro il cancro. Il decano dei conduttori, Pippo Baudo, sul palco in coppia con Salvo La Rosa. Il presidente Vigneri: «Nel 2018 AIRC ha destinato 900 mila euro ai ricercatori di Catania e Palermo. Sicilia al top delle donazioni»

Al Bellini di Catania il "Massimo della musica" debutta nel segno di Mozart

Presentata la stagione 2019 del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania che per la prima volta vedrà concentrati nell'anno solare i due cartelloni. La sinfonica comincia il 4 gennaio con la Messa da Requiem, la lirica il 20 gennaio con "Il flauto magico", due eventi diretti da Gianluigi Gelmetti. Il direttore artistico Francesco Nicolosi: «Un doppio cartellone all’insegna della tradizione»