lunedì 19 febbraio 2018

lunedì 19 febbraio 2018

MENU

N-Ice Cello, Giovanni Sollima suona l'importanza dell'acqua

Musica

Al centro dell’evento artistico che arriverà a Palermo il 9 e 10 febbraio il violoncello fatto di ghiaccio dall’artista americano Tim Linhart


di Redazione SicilyMag

Da Nord a Sud per disegnare un percorso artistico dai ghiacciai al Mare Mediterraneo, e che disegna e richiama a un esodo di senso contrario, che incontra l’itinerario dei migranti che dalle terre senz’acqua si spostano verso i paesi del Nord.

Giovanni Sollima è il protagonista di N-Ice Cello, un grande progetto culturale che riflette sul tema dell’acqua e della sua importanza a livello planetario per l’ambiente e per l’umanità. Al centro dell’evento artistico il violoncello fatto di ghiaccio dell’artista americano Tim Linhart e costruito appositamente nel mese di gennaio nell’ambito di una residenza sul Ghiacciaio Presena in Trentino, presso il Passo Tonale. E’ da qui che lo strumento di ghiaccio raggiungerà il mare lungo un percorso dalle Alpi alla Sicilia, scandito dai concerti tenuti dal violoncellista di fama mondiale. È l'acqua che ritorna, simbolicamente, come un atto di restituzione, nei paesi dove è scarsa anche per motivi globali e nei quali la crisi idrica causa conflitti e conseguenti migrazioni “climatiche” di massa. Ed è proprio dell’arte e della buona scienza cercare i punti di incontro, costruire dialoghi e promuovere occasioni di conoscenza e di consapevolezza.
Dopo il debutto a Trento, lo scorso 29 gennaio, lo strumento di ghiaccio proseguirà il suo viaggio (trasportato in una cella frigorifero mobile) con tappe a Venezia, Roma e Palermo, capitale italiana della cultura 2018, dove sarà al Teatro Politeama di Palermo il 9 e 10 febbraio, e dove le sue acque glaciali verranno consegnate al Mar Mediterraneo.
L’evento sarà il filo conduttore di un docufilm ideato, scritto e diretto da Corrado Bungaro, che raccoglierà le riflessioni e le testimonianze di importanti artisti e pensatori incontrati lungo l’itinerario on the road.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 30 gennaio 2018





TI POTREBBE INTERESSARE

Il Teatro Massimo di Palermo tra i finalisti del Fedora-Generali

L'ente lirico palermitano è tra i finalisti del premio per due progetti: Turandot di Puccini per l’inaugurazione della stagione 2019, in coproduzione con il Badisches Staatstheater di Karlsruhe, il Teatro Comunale di Bologna e il Kyiv National Academic Operetta Theatre, e Il primo omicidio di Alessandro Scarlatti coprodotto con l'Opéra di Parigi

Roy Paci tra i big del Festival di Sanremo con Diodato

Il trombettista augustano accompagnerà sul palco del Festival della canzone italiana il cantautore pugliese che presenta il brano "Adesso"

Il Natale a Palermo è un itinerario in musica

Dal 26 dicembre al 6 gennaio nelle chiese, negli oratori e luoghi storici della città, dieci concerti gratuiti per la rassegna organizzata dai club service

Oi Dipnoi: «Pontos è il mare che ci scorre dentro e che unisce i popoli»

Il progetto musicale degli etnei Valerio Cairone, Mario Gulisano e Marco Carnemolla pubblica con l'etichetta ungherese NarRator Records il secondo album che racchiude le esperienze maturate negli ultimi anni in contesti internazionali. La formazione, che da Natale a fine gennaio sarà in Australia, presenta il nuovo disco in anteprima a Catania martedì 19 dicembre

Con "We plays for tips" Francesco Cafiso inaugura la sua etichetta

Il nuovo lavoro discografico del sassofonista siciliano, registrato con una formazione a nove e che conterrà 5 inediti, uscirà il 19 gennaio per E Flat la sua nuova etichetta indipendente

L'attesa, il suono rivoluzionario di Ornella Cerniglia

La pianista e compositrice palermitana pubblica con Almendra Music il suo primo Ep digitale che anticipa l'album full-lenght