lunedì 17 giugno 2019

lunedì 17 giugno 2019

MENU

"Rebirth", la vendetta di Maryanna Phasone è nel nuovo al album

Video

E' uscito oggi in tutte le piattaforme digitali “Experimental Jazz – The new classjazzpo", il nuovo album della cantautrice e compositrice palermitana, al secolo Marianna Fasone, uscito in contemporanea al videoclip del secondo estratto


Oggi esce in tutte le piattaforme digitali “Experimental Jazz – The new classjazzpo”, il nuovo album della cantautrice e compositrice palermitana Marianna Fasone in arte Maryanna Phasone, in contemporanea al videoclip del brano “Rebirth” , pubblicato su YouTube.

L’album, prodotto dalla stessa Maryanna(FaMa Music International), e distribuito da Wondermark Advertising e The Orchard Music Distribution, è composto da sette brani:quattro inediti e tre cover, “A night in Tunisia”, Round midnight” e “Crystal silence”, riadattate ed arrangiate da lei. Il primo inedito è “Tresi song”,una canzone che nasce da una storia realmente accaduta, un brano sarcastico dedicato ad una donna che utilizza la propria avvenenza per sedurre, manipolare e arrivare a scopi prefissati, non curandosi dei sentimenti degli altri. Da questo brano è stato estrapolato il primo video, che ha già totalizzato oltre 30 mila visualizzazioni. La seconda traccia è “Rebirth”, un titolo che evoca la rinascita, il cambiamento di stile, la rivincita di Maryanna, «una sorta di vendetta verso chi mi ha remato contro, soprattutto in ambito jazzistico».
I challenge you”è un brano che narra della sfida di un amore, con un testo tra il sarcastico e il poetico-retorico. La quarta canzone, dal titolo “Love dreamer”, racconta il sogno d’amore e la delusione per averlo perso. Delusione perché era un amore superficiale, che si concedeva solo per soldi, fama e ascesa sociale; una metafora dell’amore poco profondo e materiale esistente al giorno d’oggi.Il disco fisico verrà venduto in Europa su Amazon completo con le cover, mentre il disco in digitale verrà venduto in tutto il mondo in formato Ep esclusivamente con gli inediti.

“Con questo disco – racconta la cantautrice e compositrice palermitana - ho voluto sperimentare e creare un jazz rivoluzionario rispetto al tradizionale, dando vita al ‘classjazzpo’, un ‘genere’ con cui ho voluto rivolgermi ad un pubblico più ampio, con l’obiettivo di avvicinare al jazz anche le persone che non amano particolarmente questo genere. Ho messo insieme le mie conoscenze di musica classica orchestrale, al jazz ed alle sonorità pop. Praticamente tutto il mio bagaglio di esperienza musicale, recepito in tanti anni di studi e di pratica”.

“La mia musica vuole quindi comunicare a largo spettro - prosegue Maryanna -. Non scrivo soltanto di me e della mia vita privata, ma narro di vicende, persone a me vicine e lontane, oppure di gente vista di passaggio che mi ha ispirato qualcosa, o lasciato un’emozione, una sensazione, che sia positiva o negativa –-. A volte è uno sfogo di rabbia contro la vita, contro la società, la superficialità, la mancanza di empatia, l’indifferenza. Altre volte voglio comunicare l’amore per la natura, l’amore tra gli esseri umani. Altre volte ancora comunico il mio sarcasmo verso altre persone o situazioni e fatti della vita, il ‘male di vivere’. È il mio modo migliore per comunicare con gli altri. Mi si recepisce meglio quando sto sul palco e canto le mie canzoni. Scesa dal palco, la magia comunicativa finisce e inizia la fase dell’incomunicabilità con il prossimo.”


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 19 marzo 2019