Migranti e territorio, il 16 marzo a Catania una tavola rotonda con Giusy Nicolini

Il sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini, il primo cittadino di Catania Enzo Bianco, l’operatore umanitario Giovanni Sciolto (North Syria coordination manager – Mercy corps), la coordinatrice del Centro Astalli Elvira Iovino e il sindacalista tunisino della Cgil di Vittoria Sami Rhouma: saranno questi alcuni dei protagonisti della tavola rotonda su “Migranti e territorio” che si terrà mercoledì 16 marzo alle ore 17 nell’auditorium “De Carlo” del Monastero dei Benedettini.

Il sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini

Il sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini

Amministratori e operatori locali si confronteranno sulle politiche e sui problemi concreti connessi alle migrazioni, fenomeno complesso e che, oggi più di ieri, ha assunto dimensioni gigantesche, legato com’è all’esodo di intere popolazioni martoriate dalla guerra. Riflettere a Catania, in Sicilia, sul tema della migrazione significa certo riflettere sulle problematiche di respiro locale e regionale ma significa altresì ripensare al ruolo dell’Europa e immaginare strategie di cooperazione internazionale. L’iniziativa è stata promossa da alcuni docenti dei dipartimenti di Scienze umanistiche (Laura Bottini, Mirella Cassarino, Marco Moriggi, Cristina La Rosa), di Scienze Politiche e Sociali (Federico Cresti e Daniela Melfa) e della struttura didattica speciale di Lingue e Letterature straniere di Ragusa (Alba Rosa Suriano), con il contributo di Giuseppe Maimone, dottore di ricerca membro del Centro per gli Studi sul Mondo Islamico Contemporaneo e l’Africa.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.