Mercoledì 31 ottobre a Palermo lectio magistralis di Don Antonio Mazzi

“Dalla teoria dell’educazione alla poesia dell’educare”. E’ questo il nome dato all’incontro che si terrà mercoledì 31 ottobre alle ore 21 al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo, insieme a Don Antonio Mazzi. Una lectio magistralis incentrata sull’importanza del recupero dell’educazione e del senso civico. Avere senso civico significa avere la consapevolezza di far parte di una comunità e di essere in stretta correlazione con gli altri esseri umani. Significa rispettare gli altri, il gruppo, la comunità, sentirsi parte integrante di essa, sentire il senso di responsabilità oltre che di appartenenza. L’incontro, aperto a tutti, ai laici e ai religiosi, sarà moderato dal consigliere comunale Giulio Cusumano, con interviste di approfondimento a cura della giornalista Anna Cane. Sarà presente il Sindaco Leoluca Orlando.

Don Antonio Mazzi

La serata sarà aperta da un passo a due, un estratto dello spettacolo “Tra uomo e donna – No alla violenza sulle donne” con la direzione artistica di Leon Cino. Sue anche le coreografie, insieme ad Ernesto Forni e Dario Biuso con il corpo di ballo della Trinacria Dance Company. In prima serata anche un’introduzione musicale del coro Pontis Mariae diretto dal teologo Tony Caronna.

Nel pomeriggio, alle ore 18, nello stesso teatro Santa Cecilia, da un’idea di Francesco Italia e Giulio Cusumano, per prepararsi all’incontro con Don Mazzi, si terrà il dibattito “Educare alla memoria”. In occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, verrà presentato il testo “I fiumi mormoravano” di Anna Mauro. Durante l’incontro, patrocinato dal Comune di Palermo, dall’Associazione Disincanto e dall’Associazione Radici di Sole, che sarà introdotto dal Dott. Salvatore Demma, sarà presentato l’omonimo spettacolo teatrale che andrà in scena il 29 Novembre 2018 al Teatro Orione di Palermo. Pertanto interverranno la regista Anna Mauro e gli attori Francesco Italia, Domenico Pane, Sandra Zerilli e sarà presentato l’intero cast artistico.
Durante la serata, inoltre, si potrà firmare per sottoscrivere la PROPOSTA DI LEGGE che prevede le modifiche alla disciplina della querela per i reati di violenza sessuale e atti persecutori (stalking)

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.