venerdì 14 dicembre 2018

venerdì 14 dicembre 2018

MENU

"Mandra", da Hong Kong a Pozzallo l'installazione di Ophelia Jacarini

Arte

Per tre giorni, dall'1 al 3 settembre, Villa Barone Alfieri sarà la sede dell'installazione nata in Cina per mano dell'artista francese


di Redazione SicilyMag

L’arte diventa un percorso collettivo. Accade in Sicilia, per la prima volta nel Sud Est dell’isola attraverso un progetto che apre alla creatività una villa nobiliare. Nel suo percorso tra Hong Kong e Parigi, l’artista francese Ophelia Jacarini fa tappa a Pozzallo, scegliendo la suggestiva Villa Barone Alfieri come luogo ideale per un’immersione nel potere terapeutico dell’arte. L’affascinante e antica residenza nobiliare, sita nelle campagne iblee, si apre all’arte contemporanea internazionale ospitando il progetto “Atelier Ophelia”, che per tre giorni, 1, 2 e 3 settembre, creerà una singolare e coinvolgente interazione con i partecipanti, con le persone del luogo e con i visitatori. L’iniziativa parte infatti dal presupposto che ognuno, pur senza esser artista di professione, può creare un’opera sperimentando i benefici del processo creativo sul benessere fisico ed emotivo.

Ophelia Jacarini

Per l’occasione l’artista presenterà un’opera dedicata all’evento e al luogo che lo ospiterà. «Dall’ampia volta di Villa Barone Alfieri, “Mandra” oscilla al vento e gioca con la luce». È così che Ophelia Jacarini ha immaginato la sua creazione dedicata all’atelier siciliano, prima opera nell’attuale esplorazione di come l’arte «tratta» il proprio pubblico. Ideata nello studio di Hong Kong, dove Ophelia vive, “Mandra” verrà presentata per la prima volta nello scorcio di Villa Barone Alfieri, dove il blu di questa creazione artistica incontra le sfumature dello scenario siciliano dai colori solari. Come suono e movimento sono forme di meditazione aperte a tutti, cosi “Mandra” offre le proprie vibrazioni a chi, con o senza intento artistico, ne osserva forma e colore, materia ed intreccio per coglierne essenza o dettagli, a secondo della personale predisposizione.

Mandra di Ophelia Jacarini

Ospite tra terra e mare, “Mandra” vi si immerge iniziando ad oscillare, delicatamente o con frenesia, nell’incrocio tra sguardi e momenti. «Sapere ciò che voglio raggiungere prima ancora di iniziare é importante – spiega Ophelia Jacarini - per questo tutte le mie creazioni artistiche sono semplicemente il risultato di un lungo viaggio di ricerche sul tema che mi interessa».

I partecipanti alla “formula atelier” potranno nei tre giorni, da venerdì 1 a domenica 3 settembre, visitare l’installazione “Mandra”, l’opera creata per l’occasione dall’artista che ne illustra il percorso creativo, e poi avviare questo viaggio, partendo dalla scelta dell’opera individuale da realizzare con il materiale preferito, dalla matita all’inchiostro, dal tessuto alla sabbia ed altro ancora, fino ad arrivare alla creazione di un’opera collettiva. Per info e prenotazioni è possibile contattare il numero 334.3218835. In occasione del cocktail d'apertura, in programma venerdì 1 settembre sarà presentato il nuovo vino "Perla Marina" della cantina Feudo Ramaddini.

Villa Barone Alfieri a Pozzallo


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 29 agosto 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Il ritorno in Sicilia di Antonello da Messina

Ci sono voluti più di cinque secoli per rimettere insieme l'eredità visiva di Antonello Da Messina, il più grande ritrattista del '400. Oggi la metà delle sue opere, quelle sopravvisute a ogni tipo di calamità naturale, fanno bella mostra in un'unico straordinario allestimento, visitabile dal 14 dicembre al 10 febbraio, alla Galleria regionale di Palazzo Abatellis di Palermo

Viaggio intorno al mondo attraverso le impronte di pace di Arezzo di Trifiletti

Al Palazzo della Cultura della sua Catania, apre l'1 dicembre e sarà visitabile fino al prossimo 6 gennaio, la mostra "Private Collection Imprints of Peace" che l'artista-globetrotter riassume in 77 tele dove le impronte lasciate dai passanti sono sinonimo di nascita, e colori e polvere creano un effetto tridimensionale. L'artista: «Dobbiamo dare spazio alla bellezza»

Salvador Dalì, un universo singolare che affascina e inquieta

Fino al 10 febbraio il Castello Ursino di Catania ospita "Io Dalì", una mostra esclusiva organizzata dalla Fundació Gala-Salvador Dalí: non una mostra pittorica, ma un percorso che, attraverso 16 dipinti, 21 opere su carta, 24 video, 86 fotografie e 29 riviste, passa in rassegna il modo in cui il pittore catalano è stato capace di creare il proprio personaggio, anticipando i tempi

Il writer Gomez dà nuova vita alla Cappella Bonajuto di Catania

Su iniziativa di Salvatore Bonajuto, proprietario del sito monumentale, l’artista di strada ha realizzato un grande murale di chiara ispirazione caravaggesca, proprio di fronte l’ingresso della cuba tardo bizantina

Rivoluzione impressionista, a Catania i geni del cambiamento

Sarà visitabile al Palazzo Platamone dal 20 ottobre fino al 21 aprile del prossimo anno "Percorsi e segreti dell'Impressionismo", la mostra curata da Vincenzo Sanfo e Fiorella Minervino che vanta opere di Monet, Pissarro, Renoir e Degas. Minervino: «Noi pensiamo di essere dei grandi rivoluzionari ma questi artisti lo furono indubbiamente di più»

Con Photology AIR l'arte contemporanea si immerge nella natura

In una nuda collina poco fuori la città di Noto, nei trenta ettari della Tenuta Busulmone, il visionario Davide Faccioli ha dato il via al ciclo produttivo che mette insieme l’arte e il paesaggio mediterraneo collinare: la mostra fotografica di Gianfranco Gorgoni "Land Art in America" e "Art Trail", un percorso a piedi tra 11 installazioni ambientali