Madeinmedi, la moda internazionale e i giovani stilisti etnei

Moda e design Sabato 2 luglio a Catania la sfilata dei giovani designer dell'Accademia Euromediterranea al fianco degli stilisti internazionali Shahira Fawzy e Raja El Rayes

E’ ai nastri di partenza il Madeinmedi – Mediterranean Design & Fashion Week. Dopo l’apertura Milanese al Milano Moda Graduate le attività continueranno a Catania con l’organizzazione di sfilate, shooting, concorsi per new faces, jewelry films, praemium a prestigiosi nomi, mostre di design ed altro ancora. Location inedita per l’edizione 2016 del Madeinmedi sarà il noto Plaza Hotel Catania.Sabato 2 luglio, a partire dalle ore 20.30, si darà il via allo show, presentato da Nino Graziano Luca, con gli stilisti internazionali, Shahira Fawzy e Raja El Rayes, la collezione del giovane Antonio Attisano e la presentazione della collezione YKK. Sarà consegnato il Praemium MadeinMedi 2016 a nomi illustri dell’oreficeria, del design, della comunicazione digitale e del fashion quali la Vogue Fashion Editor Mirella Musumeci e il dott. Claudio Russo, rappresentante dell’International Gemmological Institute di Anversa. Per la categoria web e design: la start up siciliana Flazio e Improntabarre, noto studio di design.

Rao

A seguire, sfileranno le creazioni dei giovani designer dell’Accademia Euromediterranea: Debora Fazio con la collezione “Kataskeue”, Giulia Ferruzza con “Net or Network?”, Marta Romano con “Amaterasu”, Elisa Torrisi con “Phalaenopsis”, Martina Blasco con la collezione “Beaux de nuit”; Roberta Torrisi con “Ekleipsis”, Giorgia Vitello con “Universal Appeal”; Daniela Latella con “‘nchima”; Roberta Maggio con “Zentangle”; Martina Saccà con “Kintsugi”; Federica Romeo con “Painted Ladies”; Federica Marisca: “Ubuntu”; Ambra Castello con “A.C.A. Attention Crochet Annoying” e Elisa Santaera con “Hush”. Durante la sfilata sarà presentato il Fashion Film for YKK, leader nel settore delle chiusure a cerniera e main sponsor dell’evento. In una mostra dedicata, presenti anche le creazioni degli studenti di Interior and Industrial Design: Selene Cassarino e la sua “Deda”, Francesco Garofalo con “Insky” e Dalila Campo con “1,618”. Jewelry film e mostra anche per gli alunni di Jewelry Design: Giuseppe Privitera con “eSSe”, Cristina Cardullo e il suo “Made in Japan”, Sanad Atia con “Segreti Mediterranei”.

Gangemi

Gangemi

Tra i numerosi partner, oltre a YKK, anche l’azienda di moda francese, PROMOD – Boutique Française, sarà protagonista della nostra settimana della moda grazie alla realizzazione di un fashion shooting in Sicilia in collaborazione con l’équipe del Madeinmedi sulla nuova collezione Promod dal titolo “French Polinesia”: Alessia Russo come Stylist e Michele Maccarrone come fotografo. Fantasie polinesiane, un mix di stampe e colori. Fiori esotici e i profilati di ruches conquistano l’abbigliamento cittadino. La location scelta per lo shooting è tutta mare e scorci inediti di una San Giovanni Li Cuti ricca di spunti affascinanti. Colore predominante, il rosso, must di stagione, mixato a blu denim e pattern fiorato che richiama la Polinesia, come anche gli accessori: lunghe stole, accessori colorati e sandali allacciati in perfetto Polinesian style

Promod

Promod

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.