domenica 16 giugno 2019

domenica 16 giugno 2019

MENU

Le vacanze in Sicilia sono le più economiche d'Italia

Turismo

Secondo i dati di Holidu, leader a livello mondiale nella ricerca di case vacanza, un viaggio in Sicilia risulta particolarmente conveniente tra agosto e settembre, mesi nei quali l'Isola offre il meglio di sè e si può arrivare a risparmiare fino al 25% rispetto alla diretta concorrente: la Sardegna


di Simone Mangano

Che la Sicilia sia una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo, è cosa nota. Il mare, le bellezze artistiche e naturali, gli eventi culturali e un clima che non ha eguali al mondo, sono per la maggior parte dei viaggiatori le caratteristiche perfette per la vacanza ideale.
E se la Sicilia è un'isola da vacanza in tutti i mesi dell'anno, è anche interessante scoprire in quali periodi si può coniugare l'esigenza di “staccare” dalla quotidianità con quella del portafogli.
Il motore di ricerca Holidu, leader a livello mondiale nella ricerca e prenotazione di case vacanze, ha analizzato i prezzi degli affitti stagionali di oltre 300 destinazioni in Italia e nel mondo, nei periodi di alta e bassa stagione, comparando i dati di alcune regioni, province e città d'Italia, con quelli di specifiche destinazioni della Sicilia.

Ne è venuto fuori che la Sicilia è la 12° regione (a metà classifica circa) nella scala di valore dei costi degli affitti stagionali, per una spesa media di 131€ per l’alta stagione contro i 98€ per quella bassa, e risulta particolarmente conveniente tra agosto e settembre, mesi nei quali si può arrivare a risparmiare fino al 25% rispetto alla diretta concorrente: la Sardegna (5° in graduatoria, con un prezzo medio di 165€ in alta stagione).

Taormina - ph Holidu

Agosto e settembre sono sicuramente i mesi estivi più belli e ricchi per visitare la Sicilia, e non solo per il mare e le spiagge incantevoli, ma anche per i tanti eventi culturali che si concentrano principalmente in questi due mesi. Basti pensare ai grandi concerti ospitati al Teatro Antico di Taormina – su tutti quello di Andrea Bocelli, il 30 e il 31 agosto – anche se la perla dello Jonio nella classifica di Holidu è una delle due destinazioni che risultano più costose in alta stagione, con una media di 191€, insieme a San Vito Lo Capo (158€), patria del Cous Cous Fest.

Per chi dunque ha voglia di risparmiare può optare per Sciacca, che mantiene prezzi concorrenziali in media tutto l’anno, con 83€ in alta stagione e 77€ in bassa stagione: una buona opportunità da non farsi scappare per una bella vacanza, soprattutto a settembre, quando le temperature sono ancora calde. E Sciacca - città marinara, turistica e termale fortemente legata alla storia dell'isola Ferdinandea - è una meta strategica per chi vuole vivere una vacanza sì all'insegna del relax, senza però rinunciare alla natura, allo sport e alla cultura. Da Sciacca, infatti, sono facilmente raggiungibili Scala dei Turchi, la spettacolare parete rocciosa bianca a picco sul mare lungo la costa di Realmonte, la Riserva Naturale orientata di Torre Salsa, nei pressi di Siculiana, e Selinunte, che con i suoi Templi ospita il Parco archeologico più grande d'Europa.

Tra le mete meno costose della Sicilia, Holidu segnala anche l'Etna (99€ in alta stagione), il vulcano più alto d'Europa che non mancherà di stupirvi, e Gioiosa Marea (91€). In entrambe le località ci si annoia solo impegnandosi: se a Gioiosa Marea ci si può deliziare tra un bagno al mare e una visita sulle Madonie, per poi tuffarsi tra le note di due dei festival musicali più importanti dell'Isola (Indiegeno fest e Ypsigrock), sull'Etna sono centinaia le escursioni che si possono organizzare – a cavallo, a piedi, a bordo di biciclette o quad – alla scoperta dei borghi incantevoli della zona, mentre a sera ci sarà solo da scegliere quale buon calice di vino Etna degustare godendo della musica internazionale di Alkantara Fest.

La Riserva dello Zingaro - ph Holidu

Un discorso a parte va fatto per le isole e gli arcipelaghi della Sicilia, un richiamo di forte interesse, vivo quasi tutto l’anno. Le Eolie sono una delle mete estive della regione tra le più costose e turistiche di sempre: delle sette isole che lo compongono Panarea detiene il titolo di isola con il più elevato costo degli affitti durante l’intero arco dell’anno, con ben 450€ a notte in media. A seguire, con circa la metà dell’importo per l’affitto di un alloggio, Stromboli, che vede il prezzo medio in alta stagione arrivare a 241€.

Sulle Egadi, nel trapanese, Levanzo può diventare invece una soluzione molto interessante durante la bassa stagione, con prezzi medi per le abitazioni pari a 72€, per chi vuole concedersi una vacanza di puro relax tra sole, mare cristallino e al massimo qualche giro in barca.
Per chi invece non vuole rinunciare alla vita notturna e al divertimento, Ortigia è la più economica tra tutte le isole, sia in alta che in bassa stagione, con un prezzo che oscilla sui 100€. Affascinante e suggestiva tanto di giorno quanto di notte, Ortigia può essere la destinazione ideale anche per le famiglie. Mare a parte, che di certo non ha bisogno di presentazioni, l'isola si trova a due passi dal Parco archeologico della Neapolis, che con i suoi reperti e il suo meraviglioso Teatro greco (tutt'ora in funzione) è uno dei siti archeologici più visitati dell'Isola. Per i più giovani – ma non solo per loro - Ortigia d'estate ospita numerosi eventi: di musica elettronica,ma anche di cinema e musica classica.

Sciacca - ph Holidu

Soffermandosi su una suddivisione per province, dai dati di Holidu si evince che la parte nord della Sicilia presenta le località di mare con i costi più elevati in alta stagione: la provincia di Trapani con 138€, seguita dalla provincia di Messina con 135€, a chiudere la provincia di Palermo con una spesa media di 119€ in alta stagione. Nel sud dell’Isola si distinguono invece le due province di Siracusa a 120€ e di Ragusa a 119€ di media nella settimana di agosto, discostandosi dal rapporto medio più economico rilevato nelle altre provincie a sud della Sicilia. Le più economiche sono invece Enna e Caltanissetta, collocate nel cuore dell'Isola, rispettivamente 71€ e 77€ in alta stagione.

Facendo un raffronto qualità/prezzo tra le principali località costiere di tre regioni del sud Italia come Sicilia, Calabria e Puglia, quelle siciliane offrono sistemazioni generalmente più vantaggiose, mettendo a disposizione prezzi concorrenziali nei periodi più ricercati dell’anno. La località di Punta Secca, uno dei luoghi del Commissario Montalbano ad esempio, è la più costosa con 130€ in alta stagione, mentre la località di Porto Empedocle, città natìa di Andrea Camilleri da cui si possono raggiungere Lampedusa e Linosa, è la destinazione più economica con una spesa media di 110€ per un alloggio, durante l’alta stagione.

Se avete ancora qualche dubbio, basterà cambiare periodo: sempre secondo i dati di Holidu a settembre la Sicilia permette di risparmiare circa il 25% sul costo degli affitti rispetto alla media nazionale. Perché non approfittarne?



© Riproduzione riservata
Pubblicato il 04 giugno 2019





TI POTREBBE INTERESSARE

Pierfilippo Spoto: «A Sant'Angelo Muxaro il turista è uno di famiglia»

Il piccolo borgo agrigentino sui Monti Sicani da una decina di anni è diventato meta ambìta del turismo internazionale grazie alla guida che ha inventato il "Turismo relazionale ed esperenziale". Sfruttando l'innata ospitalità del territorio qui il visitatore non è un turista passivo, ma entra a far parte della vita della comunità e vive esperienze indimenticabili

I lavoratori italiani cercano un angolo di felicità in Sicilia

Catania e Palermo sono le mete preferite per il ponte del Primo Maggio, secondo i dati di lastminute.com, che scelgono le due più importanti città dell'Isola per regalarsi qualche giornata di felicità lontano dai ritmi dell’ufficio

Gli utenti di TripAdvisor preferiscono Catania

Il portale dedicato al turismo ha annunciato i vincitori dei premi "Travelers’ Choice Destinations on the Rise 2018", quest'anno l’Italia è rappresentata dalla città etnea che si posiziona al quinto posto nella classifica europea

Salina, un'isola di buon gusto

La piccola isola delle Eolie è una protagonista del turismo di qualità dove le tradizioni della Sicilia legata al mare si uniscono alla sapiente inventiva dei suoi abitanti. Ed ecco che a Malfa dall'accoglienza di Clara e Michele nasce l'arte culinaria della figlia, la giovane chef stellata Martina Caruso. Mentre a Lingua, da Alfredo si mangia la granita più buona dell'arcipelago

IblaTwo, a S. Valentino Ragusa città dell'amore senza confini

Iniziativa del centro commerciale Antica Ibla per le tutte le coppie, a prescindere dal sesso e dallo stato civile, che vogliono passare a Ibla il week end più romantico dell'anno: chi dormirà in una delle strutture ricettive consorziate da venerdì 12 a domenica 14 febbraio non pagherà la terza giornata di soggiorno

Pescaturismo, i ristoranti che dicono sì al marchio di qualità

L’intervento è realizzato con il supporto dell’Assessorato regionale alla pesca e cerca di spostare il focus della promozione sugli aspetti economici e sul ritorno di economia per i pescatori e gli operatori del comparto. Attualmente sono venti i ristoranti selezionati nel progetto-pilota che si riconoscono nel marchio “Selected Quality”