martedì 12 dicembre 2017

martedì 12 dicembre 2017

MENU

"L'istante e la storia", Ezio Costanzo racconta il fascino del reportage

Libri e fumetti

Racchiude più di cento anni di storia sul reportage e sulla documentazione fotografica il libro del giornalista e storico catanese "L'istante e la storia. Reportage e documentazione fotografica. Dalle origini alla Magnum" che sarà presentato l'1 dicembre alla Sala Phil Stern del Museo dello sbarco in Sicilia di Catania


di Redazione SicilyMag

Racchiude più di cento anni di storia sul reportage e sulla documentazione fotografica il libro di Ezio Costanzo L'istante e la storia. Reportage e documentazione fotografica. Dalle origini alla Magnum (Le Nove Muse Editrice, 2017), in cui l’autore, giornalista e storico, partendo dalle origini del reportage e considerando ogni scatto documento e testimone del tempo, passa in rassegna i tanti protagonisti che hanno immortalato conflitti locali, guerre mondiali, rivoluzioni, vita sociale e cambiamenti nel mondo intero.

Ezio Costanzo

Il volume, realizzato con il contributo della Fondazione Oelle Mediterraneo Antico, verrà presentato venerdì 1 dicembre, alle 10.30, nella sala Phil Stern - Museo dello sbarco in Sicilia 1943, all’interno del complesso Le Ciminiere di Catania. Insieme all’autore ci saranno i relatori Carmelo Nicosia, fotografo e direttore della fondazione Oelle Mediterraneo Antico, Enzo Tromba, ordinario di Teoria e metodo dei mass media dell’Accademia di belle arti di Catania e Fabrizio Villa, fotogiornalista.

«Questo libro - spiega l’autore – è rivolto a chiunque voglia approfondire le vicende storiche del reportage fotografico e della fotografia come documento, dalle origini alla nascita dell'agenzia francese Magnum (1947). Una lunga storia tra ‘800 e ‘900, che va dagli aspetti tecnici alle storie personali dei protagonisti, dai vari settori del racconto fotografico alle fonti d'archivio, dai conflitti civili locali alle guerre mondiali».

«Questo lavoro di ricerca, illustrato con molte immagini – afferma nella sua introduzione al volume Carmelo Nicosia, fotografo e docente di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Catania - si ferma proprio al 1947, anno di nascita della Magnum, perché dal dopoguerra in poi, con l’ampliamento delle fonti di informazione e dei giornali, la fotografia e il reportage sono profondamente cambiati, anche dal punto di vista tecnologico. Ezio Costanzo ha così diviso la ricerca in due parti, di cui questo testo rappresenta la prima metà, quella storica, partendo dal 1842, anno in cui un fatto di cronaca, l’incendio di Amburgo, viene immortalato come documento».


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 28 novembre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

«Calò è concentrato di palermitanità, senza peli sulla lingua»

Il personaggio nato dalla penna dello scrittore e psicologo palermitano, arrivato al grande pubblico con "Appalermo, Appalermo" (tra i finalisti del XXVIII Premio Italo Calvino), con il suo modo divertente e odiabile è protagonista anche di "Malùra", il nuovo romanzo dal ritmo incalzante edito da Baldini & Castoldi. IL24 novembre la presentazione a Catania

Hit Parade, la mia vita in 30 canzoni secondo Luigi Pulvirenti

Il giornalistica e scrittore catanese nel suo ultimo libro, edito da Algra, non stila una classifica ma concentra in 30 racconti, ciascuno legato ad una canzone, il proprio rapporto con la musica: «Perché, spesso, sono proprio le canzoni a ricostruire la nostra biografia. Presentazione il 24 novembre al Machiavelli di Catania

Iole Pappalardo: «L'uomo non tarpi le ali alla donna, l'amore è libertà»

La scrittrice catanese nel suo secondo romanzo "Sulle ali della felicità" (NullaDie Edizioni) tocca vari rapporti d’amore, da quello tra due amanti, a quello tra figlia e padre, passando per quello tra madre e figlia e, perché no, anche da quello tra amiche: «L’amore non può essere dolore e prigione ma libertà, rispetto, amicizia»

C'è Malùra a Palermo, Carlo Loforti viaggia tra le nevrosi siciliane

Esce il 2 novembre il nuovo romanzo dello scrittore palermitamo, già finalista al Premio Calvino con il precedente "Appalermo, Apppalermo!". Con il suo stile asciutto e sarcastico "Malùra" è un viaggio tra Sicilia e Calabria che punta dritto alle nevrosi di oggi

Jim Tatano: «Dalla Sicilia a Roma per scompigliare l’establishment»

Nuova presentazione editoriale il 26 ottobre a Mussomeli per il giovane scrittore e giornalista nisseno autore de "La ragnatela del potere" romanzo costruito sulle nervature di una struttura sociale intrigata e misteriosa, massonica e oscura, in cui non esistono certezze

“Sicilian Comedi” di Cappellani: «La Sicilia è buttanismo e grazia»

I patti sono chiari: «Dovete prendermi come uno scrittore che non ha una portata morale». 10 anni dopo “Sicilian Tragedi”, c’è tanta provocatoria meraviglia nella storia di mafiosi di “Sicilian Comedi", trasposizione siculocentrica dello shakespeariano "Sogno di una notte di mezza estate", un carro trionfale di buttanazze, figure femminili intelligenti, scaltre e senza scrupoli