martedì 20 febbraio 2018

martedì 20 febbraio 2018

MENU

"L'istante e la storia", Ezio Costanzo racconta il fascino del reportage

Libri e fumetti

Racchiude più di cento anni di storia sul reportage e sulla documentazione fotografica il libro del giornalista e storico catanese "L'istante e la storia. Reportage e documentazione fotografica. Dalle origini alla Magnum" che sarà presentato l'1 dicembre alla Sala Phil Stern del Museo dello sbarco in Sicilia di Catania


di Redazione SicilyMag

Racchiude più di cento anni di storia sul reportage e sulla documentazione fotografica il libro di Ezio Costanzo L'istante e la storia. Reportage e documentazione fotografica. Dalle origini alla Magnum (Le Nove Muse Editrice, 2017), in cui l’autore, giornalista e storico, partendo dalle origini del reportage e considerando ogni scatto documento e testimone del tempo, passa in rassegna i tanti protagonisti che hanno immortalato conflitti locali, guerre mondiali, rivoluzioni, vita sociale e cambiamenti nel mondo intero.

Ezio Costanzo

Il volume, realizzato con il contributo della Fondazione Oelle Mediterraneo Antico, verrà presentato venerdì 1 dicembre, alle 10.30, nella sala Phil Stern - Museo dello sbarco in Sicilia 1943, all’interno del complesso Le Ciminiere di Catania. Insieme all’autore ci saranno i relatori Carmelo Nicosia, fotografo e direttore della fondazione Oelle Mediterraneo Antico, Enzo Tromba, ordinario di Teoria e metodo dei mass media dell’Accademia di belle arti di Catania e Fabrizio Villa, fotogiornalista.

«Questo libro - spiega l’autore – è rivolto a chiunque voglia approfondire le vicende storiche del reportage fotografico e della fotografia come documento, dalle origini alla nascita dell'agenzia francese Magnum (1947). Una lunga storia tra ‘800 e ‘900, che va dagli aspetti tecnici alle storie personali dei protagonisti, dai vari settori del racconto fotografico alle fonti d'archivio, dai conflitti civili locali alle guerre mondiali».

«Questo lavoro di ricerca, illustrato con molte immagini – afferma nella sua introduzione al volume Carmelo Nicosia, fotografo e docente di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Catania - si ferma proprio al 1947, anno di nascita della Magnum, perché dal dopoguerra in poi, con l’ampliamento delle fonti di informazione e dei giornali, la fotografia e il reportage sono profondamente cambiati, anche dal punto di vista tecnologico. Ezio Costanzo ha così diviso la ricerca in due parti, di cui questo testo rappresenta la prima metà, quella storica, partendo dal 1842, anno in cui un fatto di cronaca, l’incendio di Amburgo, viene immortalato come documento».


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 28 novembre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Alessandro Motta: «Vietare la gestazione per altri è un errore»

L'attivista per i diritti civili delle persone Lgbt ha appena pubblicato per i tipi di Villaggio Maori "Dalla parte del torto. Perché vietare la gestazione per altri è un errore" in cui scandaglia, evitando integralismi e preconcetti, lo spinoso tema che ciclicamente diventa campo di battaglia del dibattito politico. Il libraio e scrittore catanese tenta di mettere ordine tra le argomentazioni, senza banalizzare la complessità e le contraddizioni di un tema che continua a dividere

"Un anno in giallo", appuntamento col thriller

Dodici autori della scuderia Sellerio - Simonetta Agnello Hornby, Esmahan Aykol, Andrea Camilleri, Gian Mauro Costa, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Santo Piazzese, Francesco Recami, Alessandro Robecchi, Gaetano Savatteri e Fabio Stassi - per un racconto al mese dedicato al genere cultural-narrativo più di tendenza degli ultimi anni. Come a ribadire dalla casa editrice palermitana: il giallo per tutti lo abbiamo inventato noi!

Simon Reynolds: «Ieri l'idolatrica follìa del glam, oggi il conformismo del rock»

Il critico inglese presenta il 13 dicembre a Catania, il libro “Polvere di stelle. Il glam rock dalle origini ai giorni nostri", vera summa di un fenomeno musicale, mediatico e sociale dei primi Anni 70 dominato dall'eccentrico e sgargiante istrionismo di artyisti come David Bowie e Marc Bolan: «Le glam star dominavano i fan. Oggi il rock non è più moderno»

«Calò è concentrato di palermitanità, senza peli sulla lingua»

Il personaggio nato dalla penna dello scrittore e psicologo palermitano, arrivato al grande pubblico con "Appalermo, Appalermo" (tra i finalisti del XXVIII Premio Italo Calvino), con il suo modo divertente e odiabile è protagonista anche di "Malùra", il nuovo romanzo dal ritmo incalzante edito da Baldini & Castoldi. IL24 novembre la presentazione a Catania

Hit Parade, la mia vita in 30 canzoni secondo Luigi Pulvirenti

Il giornalistica e scrittore catanese nel suo ultimo libro, edito da Algra, non stila una classifica ma concentra in 30 racconti, ciascuno legato ad una canzone, il proprio rapporto con la musica: «Perché, spesso, sono proprio le canzoni a ricostruire la nostra biografia. Presentazione il 24 novembre al Machiavelli di Catania

Iole Pappalardo: «L'uomo non tarpi le ali alla donna, l'amore è libertà»

La scrittrice catanese nel suo secondo romanzo "Sulle ali della felicità" (NullaDie Edizioni) tocca vari rapporti d’amore, da quello tra due amanti, a quello tra figlia e padre, passando per quello tra madre e figlia e, perché no, anche da quello tra amiche: «L’amore non può essere dolore e prigione ma libertà, rispetto, amicizia»