domenica 27 maggio 2018

domenica 27 maggio 2018

MENU

Il Teatro Massimo di Palermo tra i finalisti del Fedora-Generali

Musica

L'ente lirico palermitano è tra i finalisti del premio per due progetti: Turandot di Puccini per l’inaugurazione della stagione 2019, in coproduzione con il Badisches Staatstheater di Karlsruhe, il Teatro Comunale di Bologna e il Kyiv National Academic Operetta Theatre, e Il primo omicidio di Alessandro Scarlatti coprodotto con l'Opéra di Parigi


di Redazione SicilyMag

E' stata presentata a Parigi, lo scorso 24 gennaio, la lista dei progetti selezionati per la fase finale del premio Fedora-Generali. Il progetto Fedora rientra nel programma di finanziamento dell’Unione Europea “Creative Europe” e riunisce in una piattaforma europea 19 organizzazioni di opera e danza provenienti da 13 diversi paesi, allo scopo di fornire una vetrina per progetti innovativi di opera e balletto. Il Teatro Massimo entra nella short list del premio Fedora-Generali con due produzioni, per la prima come capofila, per la seconda come coproduttore insieme all’Opéra di Parigi. Da questo momento sul sito www.fedora-platform.com sono aperte le votazioni online.

Un bozzetto della scena di Turandot

La produzione presentata dal Teatro Massimo è Turandot di Puccini per l’inaugurazione della stagione 2019, in coproduzione con il Badisches Staatstheater di Karlsruhe, il Teatro Comunale di Bologna e il Kyiv National Academic Operetta Theatre. Si tratta di un innovativo allestimento affidato a una squadra creativa internazionale, dove l’esperienza teatrale del giovane regista italiano Fabio Cherstich, autore di originali e creative produzioni operistiche, dialoga con il collettivo artistico russo AES+F, noto a livello internazionale per le straordinarie opere di video art. L’ultimo capolavoro di Puccini sarà ambientato in un futuristico impero cinese popolato da androidi e robot. Il Teatro Massimo partecipa anche ad una produzione presentata dall’Opéra National di Parigi per il 2021: Il primo omicidio di Alessandro Scarlatti, compositore palermitano, realizzata in collaborazione anche con la Staatsoper Unter den Linden di Berlino.

AES+F by Egor Zaika for Wallpaper 2012

Il Teatro Massimo è, insieme al Teatro alla Scala, l’unico teatro italiano selezionato per la short list in qualità di capofila; tra gli altri partecipanti i Musiktheatertage di Vienna, il Festival di Aix-en-Provence, l’Opéra di Lille, la Staatsoper Unter den Linden di Berlino. Questo doppio riconoscimento arriva dopo il successo ottenuto al Festival di Edimburgo nel 2017, dove Macbeth con la regia di Emma Dante, produzione del Teatro Massimo per l’inaugurazione della stagione 2017, è stato premiato come progetto più innovativo e interessante del settantesimo Festival di Edimburgo.
Il commento del sindaco Leoluca Orlando: «Il Teatro Massimo conferma il suo ruolo guida nel panorama nazionale ed internazionale, ottenendo ancora un importante riconoscimento della qualità delle sue produzioni e della sua capacità di costruire partnership prestigiose. Ovviamente incrociamo le dita, augurandoci che questo primo riconoscimento possa trasformarsi in ulteriore opportunità di crescita e sviluppo del Teatro, che ancor di più avrebbe possibilità di essere presente nel panorama internazionale come eccellenza palermitana e siciliana».

Il sovrintendente Francesco Giambrone si dichiara «particolarmente compiaciuto per questo buon risultato a livello europeo che premia l’attenzione all’innovazione, obiettivo strategico della programmazione del Teatro Massimo; è proprio sul piano dell’innovazione che stiamo investendo con impegno e convinzione».


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 30 gennaio 2018





TI POTREBBE INTERESSARE

La bella "penzata" di Carmen Consoli, dare una casa ai ragazzi disabili di Namastè

La Cantantessa ha presentato al Municipio di Catania il progetto "Carmen Consoli & friends che la vedrà l'1 giugno padrona di casa in piazza Duomo in compagnia di Bandabardò, Samuele Bersani, Elisa, Max Gazzè, Marina Rei, Daniele Silvestri e Mario Venuti. Obiettivo raccogliere fondi per acquistare la sede del progetto sociale di Caltagirone

1968-2018: 50 anni di ribellione e nuovi linguaggi

Da quel 1968 sono passati cinquant’anni e Curva Minore si chiede quale sia stata l’eredità abbandonata sul campo da chi ha partecipato a quei mesi febbrili. Su questi ricordi si innesta "Musica Ribelle", la XXI stagione, in programma a Palermo dall’11 al 27 maggio

La grande estate in musica del Teatro di Verdura di Palermo

Presentato il cartellone estivo che spazia dalla classica al rock, con tanti ospiti internazionali, tra cui Vinicio Capossela, Ezio Bosso, Teresa Mannino, Simona Molinari, Micha van Hoecke e Giovanni Sollima

Tanti siciliani per "Mio Fratello" il nuovo videoclip di Antonacci

Il videoclip del nuovo singolo estratto da "Dediche e manie", firmato da Gabriele Muccino, vede la partecipazione di Beppe e Rosario Fiorello oltre che del cantautore Mario Incudine che duetta con Antonacci utilizzando la storica tecnica del cunto

Taraké, l'anima inquieta di Francesca Incudine

La cantautrice ennese pubblica il suo secondo album che prende il nome da un fiore che ha in sé il problema e la sua soluzione, lo stesso fiore che pare esaudisca i desideri quando i suoi semi si disperdono nel vento

N-Ice Cello, Giovanni Sollima suona l'importanza dell'acqua

Al centro dell’evento artistico che arriverà a Palermo il 9 e 10 febbraio il violoncello fatto di ghiaccio dall’artista americano Tim Linhart