sabato 25 maggio 2019

sabato 25 maggio 2019

MENU

Il dolore delle donne è filo conduttore della nuova stagione dell'Inda

Teatro

L'Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa annuncia i nomi dei registi della prossima stagione classica, la 55ma, al teatro Greco, in calendario dal 9 maggio al 6 luglio: "Elena" è affidata a Davide Livermore, a dirigere "Le Troiane" sarà Muriel Mayette, mentre "Lisistrata" porterà la firma di Tullio Solenghi, che sarà anche in scena


di Redazione SicilyMag

La condanna di ogni forma di guerra, il grido e la maschera di dolore delle donne, uno sguardo sulla sofferenza provocata dai conflitti. “Donne e guerra” è il filo conduttore della stagione 2019 al Teatro Greco di Siracusa.La Fondazione Inda, dal 9 maggio al 6 luglio, rinnoverà il rito delle rappresentazioni classiche e la sfida di proporre i testi antichi con gli occhi della contemporaneità puntando alla qualità degli spettacoli e a nomi di punta nel teatro italiano e internazionale. La stagione 2019 accanto al tradizionale programma delle rappresentazioni al Teatro Greco sarà impreziosita ulteriormente da eventi speciali, concerti, esposizioni e conferenze.
Le tre nuove produzioni della Fondazione Inda sono le tragedie Elena di Euripide, programmata per la seconda volta nel cartellone delle rappresentazioni classiche dopo l’edizione del 1978, e Le Troiane di Euripide, per la quarta volta in scena dopo gli allestimenti del 1952, 1974 e 2006, e la commedia Lisistrata di Aristofane, che torna al Teatro Greco dopo l’edizione del 2010.

Il teatro greco di Siracusa - ph Centaro

La regia di Elena è affidata a Davide Livermore, reduce dal grande successo ottenuto al Teatro alla Scala di Milano con Attila di Giuseppe Verdi. A dirigere Le Troiane sarà Muriel Mayette, prima donna a dirigere la Comédie Française mentre a firmare il progetto scenico dell’opera è l'architetto Stefano Boeri. La commedia Lisistrata vedrà protagonista Tullio Solenghi, che ne curerà la regia e sarà anche in scena.
Per la campagna di comunicazione quest’anno sono stati scelti due artisti: l’immagine generale è affidata al dipinto Elena dell’artista Umberto Passeretti, pittore contemporaneo che si è formato all’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts e che dal 1985 dialoga con la classicità romana e più in generale con la memoria dell’antico. Per le tre produzioni della stagione – Le Troiane, Elena, Lisistrata- sono stati scelti tre scatti dell’artista fotografo Matteo Basilè.

«Una proposta di spettacoli mirata a garantire all'INDA una consistenza culturale ed una qualità che supporta la reputazione di Siracusa, della Regione e del Paese - dichiara Mariarita Sgarlata, consigliere delegato della Fondazione Inda -. Il dramma antico lancia una sfida etica, sociale ed intellettuale, offrendo alla contemporaneità una chiave per comprendere se stessa attraverso le suggestioni di un linguaggio e di temi elaborati per inoltrarsi profondamente e universalmente nella natura umana. “Donne e guerra” è il tema prescelto per le produzioni INDA del 2019: le tragedie Le Troiane ed Elena di Euripide, e la commedia Lisistrata di Aristofane, lavori portati sulla scena per la prima volta ad Atene nel giro di pochi anni, fra il 415 e il 411 a.C., quando la città affrontava uno dei momenti più difficili di una lunga guerra che l’avrebbe vista, infine, sconfitta. Non a caso tutte e tre le opere sono impregnate di un forte antimilitarismo e mettono al centro immense personalità femminili le cui voci, attraverso le pareti del tempo, arrivano forti e chiare fino a noi per gridare che le donne sono le prime vittime di ogni conflitto, che ogni guerra si fa sempre per un’illusione, e che ogni sforzo è lecito per il conseguimento della pace».

«La 55ma Stagione di Spettacoli Classici al Teatro Greco vuole rappresentare un ulteriore rilancio del progetto che fa di Siracusa una Città-Teatro come poche al mondo, con l’obiettivo, nel tempo, di farne un riferimento internazionale del Teatro Antico al Tempo del Presente - dichiara il nuovo Sovrintendente Antonio Calbi, che ha lasciato la direzione del Teatro di Roma - Teatro Nazionale per approdare alle fonti del Teatro Occidentale -. E’ una Stagione fortemente al femminile e avrà il suo filo conduttore nella maschera di dolore delle donne e nell’essere loro stesse vittime della guerra ma anche protagoniste attive dell’opposizione a ogni conflitto. A dirigere le tre produzioni sono stati invitati una regista donna e due registi maschi, tutti alla loro prima esperienza a Siracusa: si tratta di registi di formazione, provenienze, generi e estetiche diverse, per garantire agli spettatori una visione plurale delle tendenze e delle realtà artistiche di oggi. A capeggiare i tre cast di interpreti, sono state chiamate tre prime donne del nostro teatro migliore, già amate dal pubblico del Teatro Greco e che ricopriranno i ruoli di Elena, Ecuba e Lisistrata. La Stagione 2019 offre ancor più un palinsesto articolato in ulteriori proposte di spettacoli, eventi speciali, musica, danza, incontri ed esposizioni, contribuendo in modo determinato e ambizioso a fare di Siracusa una cittadella delle arti, dei saperi, della conoscenza, dove incontrarsi, dialogare, condividere emozioni e riflessioni su un tema che continua ad essere una ferita aperta non solo nel Mediterraneo ma in tutto il pianeta, creando un corto circuito fra passato e presente di grande attualità. Nella certezza che il teatro - arte sociale per eccellenza - anche quest’anno, con le sue invenzioni, le sue verità, le sue domande, la sua bellezza potrà contribuire, per dirla con Fedor Dostoevskij, a salvare il mondo».


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 06 marzo 2019
Aggiornato il 18 aprile 2019 alle 22:05



LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULL'ARGOMENTO

Siracusa la città delle donne che dicono no alla guerra degli uomini

C'è l'Euripide più antimilitarista nelle due tragedie della 55esima stagione classica dell'Inda. Ha aperto le danze la multiforme e poetica visione della scena di Davide Livermore che ha ridato, nel bene nel male, a "Elena" la dignità di donna, mentre Muriel Mayette-Holtz con "Le troiane" ha dato alla parola delle donne il potere di contraddire l'ineluttabile violenza maschile

Ultima modifica 17 maggio 2019 19:37

Davide Livermore, il lapalissiano: «Elena e il suo simulacro, che dramma giocoso»

Il regista torinese a Catania, ospite dell'Università, per presentare la sua "Elena" di Euripide, protagonista Laura Marinoni, che dal 9 maggio apre la 55esima stagione dell'Inda al Teatro Greco di Siracusa: «Il teatro è palestra di verità e semplicità. Euripide sperimentava, "Elena" è un meraviglioso ibrido di tragedia e commedia, ci trovi gli archetipi di Opera buffa e Opera lirica»

Ultima modifica 04 maggio 2019 15:21

L'Inda senza confini di Antonio Calbi: «Farò di Siracusa il palcoscenico del Mediterraneo»

La sfida del sovrintendente dell'Istituto nazionale del dramma antico è iniettare energie nuove per rafforzare l'identità della principale realtà culturale della città siciliana: «Immagino un’Inda pluridisciplinare con al centro la tradizione, aperta alle collaborazioni dal mondo. Siracusa sarà un punto di riferimento internazionale del teatro antico al tempo del presente»

Ultima modifica 04 maggio 2019 00:11

Caravaggio a Siracusa, fierezza e verità in una pennellata

Sarà esposto fino al 10 gennaio, alla Soprintendenza della città aretusea, "Per una crocifissione di Sant'Andrea", una delle due versioni che Michelangelo Merisi dipinse sul tema, e proveniente dalla collezione Sprier di Londra. Lo affiancano due dipinti dell'allievo siracusano Mario Minniti, il "Miracolo della vedova di Naim" e "Maddalena ai piedi della croce"

Ultima modifica 19 aprile 2019 21:57

Città d'arte, questa volta Siracusa la visionaria ci crede davvero

Tradizione e innovazione, condivisione, progettualità e passione sono le parole chiave di un giovedì da leoni, il 18 aprile, per la città aretusea che ha presentato sia la stagione classica dell'Inda, al varo il 9 maggio, sia la mostra "Caravaggio. Per una crocifissione di Sant'Andrea", inaugurata al Palazzo della Soprintendenza. Città d'arte non è più solo uno slogan

Ultima modifica 19 aprile 2019 21:54

Marinoni, Crippa e Pozzi, tre regine sul trono di Siracusa città-teatro

Tre registi al loro debutto, Davide Livermore, Muriel Mayette e Tullio Solenghi e tre grandi interpreti - Laura Marinoni (Elena di Euripide), Maddalena Crippa (Le troiane di Euripide) ed Elisabetta Pozzi (Lisistrata di Aristofane) - per la nuova stagione (non più festival), dedicata a "donne e guerra", di spettacoli classici dell'Inda al Teatro Greco al via il 9 maggio

Ultima modifica 11 maggio 2019 16:01

Il dolore delle donne è filo conduttore della nuova stagione dell'Inda

L'Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa annuncia i nomi dei registi della prossima stagione classica, la 55ma, al teatro Greco, in calendario dal 9 maggio al 6 luglio: "Elena" è affidata a Davide Livermore, a dirigere "Le Troiane" sarà Muriel Mayette, mentre "Lisistrata" porterà la firma di Tullio Solenghi, che sarà anche in scena

Ultima modifica 18 aprile 2019 22:05



TI POTREBBE INTERESSARE

Col Biondo delle culture di Pamela Villoresi, l'umanità in movimento va in scena a Palermo

Presentata la stagione 2019-2020, intitolata "Traghetti", che inaugura la direzione dell'attrice e regista toscana del teatro pubblico palermitano: «Le culture come veicoli, strumenti, motori, ponti: traghetti. Noi partiamo da Palermo, noi approdiamo a Palermo». Si comincia il 25 ottobre con "Esodo", adattamento dell'Edipo re di Sofocle di Emma Dante

Alfio Scuderi: «Le mie Orestiadi sono un'idea per Gibellina»

La 38ª edizione del Festival Internazionale firmata per il secondo anno consecutivo da Alfio Scuderi, non sarà una semplice rassegna estiva ma un viaggio attraverso la parola, gli autori, le storie, con particolare attenzione al teatro narrativo. Si parte il 5 luglio con un lungo week end di racconti scandito da Luigi Lo Cascio, Roy Paci e Ninni Bruschetta

«Che il Dioniso della rinascita danzi al Teatro Stabile di Catania»

Questo è l'augurio per il futuro della direttrice Laura Sicignano nel presentare "Meravigliosi inganni", la stagione 2019-2020 dell'ente teatrale catanese, 13 titoli in abbonamento, di cui 5 prodotti, e 7 fuori abbonamento: «Questa stagione sarà complessa come il nostro tempo. Ricca di ossimori: tradizionale sì, ma vitale e poetica»

Davide Livermore, il lapalissiano: «Elena e il suo simulacro, che dramma giocoso»

Il regista torinese a Catania, ospite dell'Università, per presentare la sua "Elena" di Euripide, protagonista Laura Marinoni, che dal 9 maggio apre la 55esima stagione dell'Inda al Teatro Greco di Siracusa: «Il teatro è palestra di verità e semplicità. Euripide sperimentava, "Elena" è un meraviglioso ibrido di tragedia e commedia, ci trovi gli archetipi di Opera buffa e Opera lirica»

L'Inda senza confini di Antonio Calbi: «Farò di Siracusa il palcoscenico del Mediterraneo»

La sfida del sovrintendente dell'Istituto nazionale del dramma antico è iniettare energie nuove per rafforzare l'identità della principale realtà culturale della città siciliana: «Immagino un’Inda pluridisciplinare con al centro la tradizione, aperta alle collaborazioni dal mondo. Siracusa sarà un punto di riferimento internazionale del teatro antico al tempo del presente»

Pamela Villoresi è il nuovo direttore del Teatro Biondo di Palermo

La 62enne attrice e regista toscana è stata nominata come successore di Roberto Alajmo dal cda del teatro presieduto da Giovanni Puglisi