mercoledì 19 settembre 2018

mercoledì 19 settembre 2018

MENU

Ibla Buskers, quattro giorni di gioia ed allegria

Eventi

Un entusiasmo contagioso quello che ha pervaso dal 5 all'8 ottobre la 23esima edizione di Ibla Buskers, la festa degli artisti di strada di Ragusa, promossa dall'associazione Edrisi in sinergia con il Comune ibleo. Francesco Pinna, presidente dell'associazione Edrisi: Siamo molto contenti del calore che ogni anno il pubblico riesce a regalarci»


di Beatrice Levi

Ha sprigionato gioia ed allegria, riempiendo l’aria di meraviglia ed entusiasmo contagioso. Con un nuovo successo di pubblico ieri sera si è conclusa la 23^ edizione di Ibla Buskers, la festa degli artisti di strada che da giovedì si è svolta a Ragusa Ibla promossa dall’associazione Edrisi con il contributo del Comune di Ragusa – Assessorato agli Spettacoli. Artisti da tutto il mondo ed un pubblico caloroso, affettuoso e pronto a lasciarsi coinvolgere nelle varie esibizioni sono stati gli elementi di questa edizione che riconferma il festival ibleo tra gli appuntamenti assolutamente di punta in tutta Italia dedicati all’arte circense e non solo. Una grande festa per tutta la città che ancora una volta ha accolto con entusiasmo gli ospiti e le migliaia di spettatori provenienti da tutta la Sicilia e oltre. Tantissimi i turisti che hanno scelto questo week-end per soggiornare a Ibla. In tanti sono rimasti ammaliati non solo dalla bravura degli artisti presenti, tra i migliori buskers del mondo, ma anche dalla bellezza e suggestione ispirate dai luoghi trasformati in palchi naturali per le varie esibizioni. Il focus di quest’anno è stato dedicato all’equilibrismo con artisti assolutamente straordinari.

Grande novità di quest’anno la riscoperta del Borgo dei Cosentini, nel quartiere dietro alla Torre dell’Orologio, che ha permesso di scoprire momenti della storia comune orami dimenticati. «Sono stati quattro giorni di grande intensità emotiva – commenta Francesco Pinna presidente associazione Edrisi, organizzatrice dell’evento –. Siamo molto contenti del calore che ogni anno il pubblico riesce a regalarci e che ci ripaga del lungo lavoro preparatorio dei mesi addietro e ci dà la carica per pensare da subito all’edizione successiva. Ringrazio tutti coloro che hanno permesso tutto ciò, in primis proprio gli spettatori, sia i fedelissimi che i nuovi volti, senza i quelli di certo Ibla Buskers non sarebbe la grande festa che è. Grazie anche al Comune, alle forze dell’ordine, ai residenti e soprattutto ai tantissimi volontari che ci collaborano».

Grande attenzione quest’anno è stata dedicata agli spettatori prediletti del festival: i bambini. A loro e al fanciullo che è in ognuno di noi è stato rivolto il manifesto di questa edizione, una grande mongolfiera costruita da giovani ragazzi, e sempre a loro è stata dedicata la Kids Circus Zone, allestita ai Giardini Iblei, con diversi laboratori dedicati all’arte circense. La macchina organizzativa, ormai rodata in oltre 20 anni di manifestazione, ha ancora una volta funzionato al meglio, consentendo a tutti di raggiungere comodamente Ragusa Ibla grazie al servizio navetta e di godere dei vari spettacoli, riscoprendo scorci incantevoli del quartiere.

A chiudere ieri sera il consueto Galà dei Saluti a Cava Velardo, presentato da Salvo Frasca, che ha offerto un’ultima carrellata dei vari spettacoli che hanno caratterizzato questa edizione: tra stupore e magia gli ultimi sogni ad occhi aperti prima dell’appuntamento al prossimo anno. Hanno contribuito alla realizzazione di Ibla Buskers anche sponsor privati, La Banca Agricola Popolare di Ragusa, Andrea Licitra, Despar, Prima Classe, Drop Pay, La Primavera, NaturaSì.

Guarda la galleria delle immagini di Ibla Busker 2017


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 09 ottobre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Tutto pronto per Sant'Agata d'Agosto

Nonostante il caldo la città di Catania dal 12 al 18 agosto festeggia l’892° anniversario del ritorno delle Reliquie della Santa Patrona

E' dedicata al Futuro l'XI edizione del Teatro del Fuoco

Moltiplicati gli show dell'International Firedancing Festival che aggiunge impegno sociale e nuove forme d’intrattenimento agli splendidi scenari siciliani per la settimana dal 31 luglio al 5 agosto. Si parte da Palermo con "Agricantus & Focu", con la partecipazione degli Agricantus, e con lo spettacolo "Future" che replicherà a Gibellina, per le Orestiadi, il 5 agosto

Rosario Castelli: «L'Università di Catania palcoscenico del confronto culturale»

Col titolo "Dialoghi migranti", annunciata la quarta edizione di "Porte aperte", il grande contenitore di eventi di musica, teatro, cinema e cultura dell'Ateneo, che vede per la prima volta al timone il nuovo delegato del rettore per gli eventi culturali: «Un programma caratterizzato da un tratto identitario forte, improntato alla speranza, all’inclusione, alla solidarietà»

Notomusica, l'estate delle contaminazioni musicali

Dall'8 luglio al 19 agosto la 43a stagione di concerti organizzata dall'Associazione concerti Città di Noto che vede il passaggio di testimone dal fondatore Corrado Galzio al nuovo presidente Giuseppe Landolina. Grandi spettacoli e concerti in cartellone, da Dee Dee Bridgewater a Ramin Baharami e Danilo Rea, da "Maria de Buenos Aires" a Bruno Canino

L'esaltazione del cibo attraverso l'arte, al via l'Inverdurata di Pachino

Saranno 20 i mosaici vegetali realizzati a tema "Le ceramiche artistiche delle città siciliane" nella centralissima via Cavour dall'11 al 14 maggio

In 70mila alla Festa dei Fiori di Acireale

E' il bilancio ufficiale delle tre giornate al culmine delle quali è stato premiato il carro "La storia si ripete?!" dell'Associazione Riolo, "Il lungo viaggio" ed "Eroi e Dei dell'Olimpo" chiudono il podio