martedì 24 ottobre 2017

martedì 24 ottobre 2017

MENU

Ragusa dedica uno spazio verde a Augusto Daolio dei Nomadi

Musica

Un quarto di secolo dopo la scomparsa del cantante, sabato 5 agosto la cerimonia di inaugurazione che precederà il concerto della band di Beppe Carletti per Ragusani nel mondo


di Redazione SicilyMag

Uno spazio verde intitolato ad Augusto Daolio. La città di Ragusa rende così omaggio, 25 anni dopo la sua prematura scomparsa, al leader e storico fondatore dei Nomadi che saranno protagonisti della terza ed ultima serata del premio “Ragusani nel mondo”, il prossimo 5 agosto, con uno straordinario concerto, ad ingresso gratuito, alle ore 21.30 in piazza Libertà.

Augusto Daolio

I Nomadi

La città si prepara ad un doppio appuntamento che vuole rendere omaggio alla grande band. Poco prima del live infatti si svolgerà la cerimonia di intitolazione dello spazio verde, si tratta di una piccola area in via Torricelli, angolo via N. Colajanni, a Ragusa che sarà denominata “Piazzetta Augusto Daolio”.

 Spazio verde a Ragusa intitolato a Augusto Daolio

Alla cerimonia, oltre alle autorità cittadine, parteciperà anche Beppe Carletti, co-fondatore e grande amico di Daolio e anche tutta la band. Saranno inoltre letti i ringraziamenti di Rosy Fantuzzi compagna di Daolio. In serata poi il momento tanto atteso dalle migliaia di fans che si sono attivate da settimane per raggiungere il capoluogo ibleo ed assistere all’esibizione. In fibrillazione ovviamente il fans club locale “Sempre Nomadi Ragusa”, con il portavoce Gianni Longo, che si prepara a vivere una giornata davvero unica per la città tutta.

Gianni Longo portavoce del gruppo Sempre Nomadi Ragusa

Nata negli anni ’60, la band, dopo oltre 50 anni di attività, continua a riempire piazze e teatri: 90 concerti all’anno in tutta la penisola con una media annuale di 1.000.000 di spettatori che comprendono bambini, genitori e nonni, simpaticamente definito il “popolo nomade”. La band ha assunto anche la nomina di gruppo più longevo in Italia, prima di loro solo i Rolling Stone. Ad oggi il gruppo emiliano conta 52 lavori, fra dischi in studio, live e raccolte per un totale di oltre 15.000.000 di copie vendute. Ma ci sono anche altri numeri importanti: 100 fans club dal Trentino alla Calabria che ogni giorno manifestano tutto il loro sostegno e oltre 150 Cover Band. Accanto a ciò vi è anche l’impegno umanitario che ha visto i Nomadi promotori di varie iniziative di solidarietà e numerosi viaggi benefici che hanno portato all’incontro con personaggi del calibro di : Dalai Lama, Giovanni Paolo II, Yasser Arafat, Michel Sabbah Patriarca di Gerusalemme, Fidel Castro, Tara Gandhi. A ciò va aggiunto l’impegno sostenuto per l’Italia, come il Concerto per l’Emilia nel 2012 a favore delle zone colpite dal terremoto.



© Riproduzione riservata
Pubblicato il 02 agosto 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Ecco D'acqua e di rosi, il canzoniere d'amore di Mario Incudine

E' uscito per Finisterre il primo dei quattro dischi che il cantautore ennese ha in programma entro un anno. Una romantica suite, una lunga lettera d’amore, una appassionata serenata tutta in lingua siciliana in 13 brani. In programma due nuove presentazioni, il 30 settembre a Siracusa e l'1 ottobre nella sua Enna

Palermo si avvolge in un mantello di musica con Piano City

Dal 29 settembre all'1 ottobre, dal centro storico alle più lontane periferie, sarà la musica di oltre 50 concerti a raccontare le trasformazioni del capoluogo siciliano

Un cartellone "trasversale" per Classica & Dintorni

Sarà Francesco Cusa & The Assassins, a Catania venerdì 29 settembre, a dare il via alla XIV stagione del Festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni diretto da Ketty Teriaca

Peace Drums, dalla Sicilia batte il ritmo del Mediterraneo di pace

Il 23 settembre partirà da Sant'Alessio Siculo, con il suo ideatore Filippo Sciacca, il concerto-diffuso che dalla Sicilia abbraccia il Mediterraneo in segno di pace. Anche Lampedusa partecipa, con l'esibizione di Francesco Taskayali. Raccolta fondi per comprare strumenti per l'Istituto omnicomprensivo Pirandello di Lampedusa e per il conservatorio di Damasco

Il trionfo di Roberta Prestigiacomo al Trapani Pop Festival

La 28enne cantautrice trapanese ha vinto la prima edizione del contest organizzato dal Luglio Musicale Trapanese. La vincitrice porta a casa un premio in denaro di 4.000 euro e un suo concerto sarà inserito nel cartellone della stagione 2017-2018 degli Amici della Musica di Trapani. Inoltre, sarà prodotto un CD compilation contenente tutti i brani inediti dei partecipanti al festival

Underground di Giovanni Mattaliano, il suono oltre l'invisibile

L'1 settembre all'Oratorio di San Mercurio a Palermo la nuova opera del musicista palermitano, estemporanea musicale alla ricerca di istinti primordiali, avvolti dalla danza e dalle riflessioni di colori di scena risuonati dai ritmi di antiche percussioni. Mattaliano: «Cerco di materializzare l'invisibile attraverso la scena del suono e del movimento