venerdì 20 settembre 2019

venerdì 20 settembre 2019

MENU

Dal Teatro Martoglio di Belpasso alle sedi all'estero, Videobank è glocal

Imprese

Dopo media (broadcasting internazionale) e cinema (festival di Taormina), il nuovo corso dell'azienda di Belpasso delle telecomunicazioni punta anche sul teatro con la gestione di un pezzo di storia culturale del mondo etneo e siciliano. E nel frattempo ha in mente di aprire una sede a Londra ed una in Medio Oriente


di Salvo Fallica

Media, cinema, teatro, il nuovo corso di Videobank è sempre più alla luce della molteplicità delle dimensioni culturali interconnesse. Videobank, l'azienda di Belpasso nata nel settore delle telecomunicazioni ed affermatasi a livello nazionale ed internazionale collaborando nel settore broadcasting con le più importanti reti televisive italiane e globali, punta anche sul teatro. Accanto all'organizzazione del Festival del Cinema di Taormina, Videobank si confronta con un pezzo di storia culturale del mondo etneo e siciliano. Perché il Teatro comunale Nino Martoglio, dedicato ad una figura storica del panorama teatrale italiano, è stato per molti lustri un centro propulsore di cultura, luogo anche di premi ed eventi di prestigio. Videobank si è aggiudicato la gestione tecnica ed artistica del Teatro Martoglio. I vertici dell'azienda, Lino Chiechio e Maria Guardia Pappalardo, come primo atto importante hanno dato il loro segnale con la scelta del nuovo direttore artistico, l'attrice Guia Jelo. Una figura di artista poliedrica, con importanti esperienze nell'ambito del teatro, del cinema e della tv. Già nella scelta del direttore artistico si coglie la filosofia della nuova esperienza di Videobank, puntare su una dimensione multidisciplinare.

Nell'era del digitale l'intersezione fra i molteplici ambiti disciplinari ed artistici può esser sempre più profonda ma va coniugata con sapienza culturale, con la giusta armonia. Servono dunque persone capaci di spaziare e di cogliere le similarità fra le diverse dimensioni.

Lino Chiechio e Maria Guardia Pappalardo

Lino Chiechio racconta così la sua nuova sfida culturale: «Il Teatro Martoglio non è solo un simbolo di Belpasso sul piano culturale, sociale, antropologico, ma essendo legato al grande Martoglio ha un valore più ampio, nazionale. Noi vogliamo rilanciare il teatro non solo rafforzandone la presenza e la vitalità nel mondo etneo e siciliano ma guardando al panorama italiano ed internazionale. Nel mondo del digitale, post-moderno, della comunicazione veloce, la possibilità di unire locale e globale è notevolissima, il vero snodo cruciale è quello di saper proporre cose innovative che abbiano una solida base culturale, che siano legate intimamente alle tradizioni migliori». In quest'ottica la preparazione dell'anno del centenario del celebre intellettuale poliedrico Nino Martoglio diventa fondamentale nell'ottica di un un progetto di rilancio del Teatro di Belpasso. «Alla guida del nostro progetto artistico – dicono il general manager Lino Chiechio e l’amministratore unico Maria Guardia Pappalardo - non potevamo che schierare un 'capitano' di elevato spessore artistico-culturale e di grande umanità, apprezzata sia in Sicilia che in ambito nazionale, con una grande esperienza nel teatro nel suo complesso. Abbiamo scelto una grande attrice siciliana, che tenga, come teniamo noi, alla valorizzazione delle nostre risorse e della tradizione storica del Teatro di Belpasso. Per questo puntiamo su Guia Jelo».

Teatro Martoglio di Belpasso

L’attrice catanese è un'artista poliedrica, affermata in campo nazionale nel teatro, nel cinema ed in tv. Scoperta da Turi Ferro, si è formata negli anni Settanta al Teatro Stabile di Catania, divenendo una beniamina del pubblico, e al Piccolo di Milano con Giorgio Strehler. Guia Jelo, afferma: «Sono molto felice e grata a Videobank per la fiducia accordatami, che, con molto senso solidale e impegno artistico, conto di non deludere. Belpasso mi ha sempre accolta con affetto e grande stima da molti anni, regalandomi il suo caloroso pubblico. Questa è per me un’occasione importante per ricambiare questo amore. Il territorio ha sempre abbracciato me ed è mio desiderio, adesso, abbracciare il territorio. Io sento molto la responsabilità di questo incarico - continua l’attrice catanese - sto già lavorando con grande entusiasmo ad un progetto che possa coinvolgere diversi nomi, offrendo a questo meraviglioso teatro, il loro prestigio e la loro bravura. Personalmente mi avvarrò anche di consulenti, un pool di preparati professionisti: il bravo e stimato attore Luigi Tabita; il collega e regista Turi Giordano, con la sua grande preparazione e cultura teatrale; l’apprezzata scenografa e costumista Giovanna Giorgianni».

Guia Jelo

In merito al centenario della morte di Martoglio, il nuovo direttore artistico Guia Jelo sostiene: «Sicuramente non mancheranno opere di Martoglio a cui io tengo in prima persona, ma stiamo già lavorando ad un progetto che coinvolgerà il mondo dell’arte in senso lato, anche mediante la collaborazione con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania, per celebrare degnamente l’insigne commediografo belpassese, affinché la nuova stagione teatrale a Belpasso sia la festa del Martoglio intorno a Martoglio».

L'azione di Videobank nel settore video broadcasting (dà lavoro ad oltre 80 persone fra Belpasso e le altre sedi in Italia) continua nell'ottica dell'internazionalizzazione. Già nota per le collaborazioni con i network più prestigiosi del mondo -Videobank opera in tutta Europa, in particolar modo per gli eventi di cronaca e di sport, fornendo immagini alle reti informative dei diversi continenti - l'azienda di Belpasso si muove dal Nord Africa al Medio Oriente, al Nord d'Europa. Il prossimo obiettivo futuro, che Sicilymag è in grado di anticipare, riguarda l'apertura di sedi all'estero. Lino Chiechio intende aprire una sede di Videobank a Londra ed una in Medio Oriente. Ma il cuore produttivo e strategico rimarrà sempre Belpasso, dove vi sono le strumentazioni tecnologiche satellitari di Videobank più sofisticate, il luogo dal quale ogni iniziativa parte. Dove ogni progetto viene pensato, realizzato, concretizzato.

Una telecamera di Videobank all'Amsterdam Arena per Ajax-Juventus

Lino Chiechio afferma: «Nell'era della globalizzazione il concetto di centro e periferia è mutato, in particolar modo nei settori economici dell'alta tecnologia, delle telecomunicazioni, le categorie geo-economiche classiche sono profondamente mutate. Bisogna guardare al mondo con occhi nuovi, occorre comprendere come continua a cambiare. Sono fondamentali le idee nuove, creare progetti razionali e concreti realizzabili, investire nell'innovazione continua. I sogni, anche i più visionari, hanno bisogno di percorsi nuovi ma concreti. E bisogna lavorarvi con tenacia e dedizione, con costanza assoluta. Ai giovani dico, mai arrendersi. La vitalità, la creatività, la determinazione nel lavoro degli etnei sono dei valori aggiunti. Nella nuova economia non vi sono gli svantaggi infrastrutturali classici, ma occorre creatività, impegno assoluto ed innovazione continua. Inoltre, il mondo etneo e siciliano ha un patrimonio culturale enorme che non va solo contemplato ma messo in relazione con il mondo”.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 29 aprile 2019





TI POTREBBE INTERESSARE

Rinasce la Prampolini: «Le carte vincenti, aggregazione e confronto»

Non è il primo tentativo di rilancio della storica libreria catanese nata nel 1894. Adesso, però, le sorelle Maria Carmela e Angelica Sciacca della libreria Vicolo Stretto hanno messo nero su bianco un progetto imrenditoriale oltre che culturale. Maria Carmela: «La Prampolini ha scuole e Università vicine, dialogherà molto con i giovani». Domenica 15 settembre l'inaugurazione

Birra Messina varca lo Stretto: «Con Heineken arriveremo lontano»

Dopo il lancio della Cristalli di Sale, Mimmo Sorrenti, presidente della cooperativa Birrificio Messina formata dai 15 ex dipendenti che hanno rilevato la storica azienda brassicola siciliana, va oltre le polemiche di chi non ha gradito il recente accordo con la multinazionale olandese, ex proprietaria: «La produzione raddoppia. E ora investiremo in una nuova cantina»

Giuseppe Librizzi: «Abbiamo racchiuso la Sicilia in un bitter esplosivo»

L'ingegnere catanese è l'ideatore dell'aperitivo siciliano EtnaBitter, un vino aromatizzato dall’intensa fragranza di agrumi, mandarino e arancia, esaltata dalla nota corposa di mandorle, erbe e il miele di zagara, di cui esiste una serie limitata: quella con le etichette realizzate dall'artista palermitano Demetrio Di Grado, presentata all'ultimo "Taste" di Firenze

«La Sicilia è borderline, ha produzioni d'eccellenza ma manca di autostima»

Parola di Samantha Di Laura, piemontese di nascita ma di origini siciliane, che a Menfi produce “Oliove”, l'olio evo IGP Sicilia che in soli due anni ha ottenuto 7 premi nazionali ed internazionali. Il segreto? L'imprenditrice si occupa anche di pianificazione e strategie di marketing, competenze che mette a disposizione anche di altre piccole e medie imprese

Pescebanana, non solo una libreria ma un luogo magico da condividere

Nel cuore del quartiere popolare di Picanello, a Catania, ha aperto una singolare libreria dedicata all'editoria indipendente, presto diventata punto d'incontro per grandi e bambini. Un luogo che icuriosice già a partire dal nome che, come rivela il titolare Umberto Bruno, prende spunto da una storia fantastica scritta dall'americano J.D. Salinger

Sull'isola di Prospero dove buon "gusto" e cultura convivono

Ispirata dal protagonista scespiriano, grazie a Cinzia Orabona e ai soci Agostino e Giacomo è nata la prima enoteca letteraria di Palermo. Un punto di ritrovo, fuori dal centro, per numerosi aficionados che trovano 52 editori indipendenti e una selezionata scelta di vini. Cinzia Orabona: «L'affermazione della quale andiamo fieri è “Da Prospero si sta come a casa”»