mercoledì 19 settembre 2018

mercoledì 19 settembre 2018

MENU

Da Palermo a Torino, il Giro d'Italia del Salone del Libro

Libri e fumetti

Parte dalla Sicilia il 6 aprile la "Festa Mobile" la sezione speciale dedicata alla lettura ad alta voce di grandi classici della letteratura che nella prima tappa avrà come ospite Giorgio Vasta


di Redazione SicilyMag

Per la 31^ edizione del Salone Internazionale del Libro, Festa Mobile - la sezione speciale dedicata alla lettura ad alta voce di grandi classici della letteratura - diventa anche un giro d’Italia che fa tappa nelle biblioteche di sette regioni. Da Palermo fino a Torino, l’iniziativa curata da Giuseppe Culicchia è un invito alla (ri)scoperta di testi, autori e temi in dieci tappe, dedicato a tutti coloro che si ostinano a credere nell’importanza dei libri nel Paese in cui i lettori sono una specie a rischio di estinzione.

Giorgio Vasta

La maratona parte da Palermo venerdì 6 aprile, alle ore 18:00, dalla Biblioteca Francescana dove lo scrittore Giorgio Vasta sarà protagonista di un incontro intitolato “Sconfinamenti”.
Prendendo spunto da “F For Fake” di Orson Welles e col supporto di testi letterari, foto, sequenze audio-video, Vasta racconterà la storia - un po' reale un po' fantasticata - di Ramak Fazel, il fotografo con cui ha viaggiato diverse volte negli Stati Uniti a caccia di confini. Fazel è uno sconfinatore naturale e seriale: procede nello spazio e nel tempo assecondando l'esigenza di varcare ogni soglia, non necessariamente per spirito d'avventura ma nella maggior parte dei casi perché non può farne a meno, perché la soglia lo provoca. Proprio attraverso il racconto della figura di Fazel, Vasta descriverà l'esperienza del confine: ciò che al contempo separa e unisce, una nozione utile solo nel momento in cui non viene esasperata.
Il curatore Giuseppe Culicchia spiega così la scelta di Palermo, Capitale Italiana della Cultura, come incontro di lancio del tour: "Festa Mobile è innanzitutto un invito alla lettura: gli scrittori coinvolti, anziché presentare il loro ultimo libro, condividono col pubblico del Salone i loro libri del cuore. Quest'anno abbiamo voluto far partire quest'invito da Palermo, Capitale Italiana della Cultura, per attraversare l'Italia con una serie di letture nelle biblioteche di una decina di regioni. Il nostro Paese - com'è noto - è purtroppo il fanalino di coda in Europa per quanto riguarda il numero di lettori, e Festa Mobile vuol dare un segnale in senso opposto.”
Festa Mobile risalirà l’Italia, poi, facendo tappa a Foggia, Scampia, Amatrice, Roma, Pistoia, Bologna, Parma, Spinea (Venezia), Pavia, per arrivare infine a Torino, durante i giorni del Salone, con un fitto programma di letture ad alta voce che interesseranno tutta la città.

Le tappe del tour di Festa Mobile:

PALERMO, Biblioteca Francescana – 6 aprile, ore 18:00
Giorgio Vasta racconta Sconfinamenti.

FOGGIA, Biblioteca Provinciale – 27 aprile, ore 18:00
Silvia Greco legge Wislawa Szymborska, La gioia di scrivere.

SCAMPIA – 28 aprile, ore 11:00
Diego De Silva legge Elsa Morante, Lo scialle andaluso.

AMATRICE, Biblioteca Comunale – 8 maggio, ore 18:00
Antonio Pascale racconta In nome dell’amore.

ROMA, Biblioteca Marconi – 19 aprile, ore 18:00
Paolo Di Paolo legge Daniele Del Giudice, Lo Stadio di Wimbledon.

PISTOIA, Biblioteca San Giorgio9 maggio, ore 17:00
Vanni Santoni legge Thomas Mann, I Buddenbrook.

BOLOGNA, Biblioteca Sala Borsa20 aprile ore 18:00
Marcello Fois legge Silvio D’Arzo, Casa d’altri.

PARMA, Biblioteca Ugo Guanda – 12 aprile, ore 18:30
Fabio Geda legge William Goldig, Il signore delle Mosche.

SPINEA (VENEZIA), Biblioteca Comunale – 8 maggio, ore 18:00
Tiziano Scarpa legge Michail Bulgakov, Il Maestro e Margherita.

PAVIA, Biblioteca Teresiana – 12 aprile, ore 17:00
Piersandro Pallavicini legge Goffredo Parise, Bontà.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 04 aprile 2018





TI POTREBBE INTERESSARE

Federica Raccuglia: «Nel mio libro ho privilegiato la comunicazione di Padre Pino Puglisi»

La giornalista palermitana ha pubblicato per i tipi di Edizioni La Zisa "L'uomo del dialogo contro la mafia. La storia di Padre Pino Puglisi" in cui ripercorre le tappe fondamentali della vita del parroco ucciso a Brancaccio attraverso lettere, appunti, inedite registrazioni di incontri e le testimonianze di chi lo ha conosciuto. Giovedì 13 settembre la presentazione a Palermo

Maurizio Molinari: «L'identità nazionale in Sicilia è granitica come lo sguardo di Mattarella»

Per il direttore de La Stampa, autore del saggio Il ritorno delle tribù, sulla frammentazione dei gruppi di potere nel mondo islamico e in Occidente, l'Isola, strategica già militarmente ed ora commercialmente, deve alla componente antimafiosa del suo popolo il dna dello Stato: «L'esperienza nella lotta alla mafia è servita anche nella difesa contro il terrorismo islamico»

Quell'ottica siciliana che ci fa capire cosa è successo in Italia

La Sicilia ha avuto un ruolo importante in diversi passaggi storici nazionali ed europei, come ben evidenziato in “Storia della Repubblica” dello storico Guido Crainz, un racconto critico, multidisciplinare e ben strutturato di settant'anni di storia italiana

«La Sicilia è battistrada nel dialogo fra Cristianesimo e Islam»

Il delicato tema del rapporto fra le due religioni monoteistiche viene approfondito dal giornalista nel libro "Noi fratelli", scritto con Stefano Girotti Zirotti e che vanta l'introduzione di Papa Francesco. Ed uno spazio importante lo ha avuto - da Federico II in poi - la Sicilia. Mazzuca: «Avanguardia di dialogo, crogiolo di civiltà e culture, è tutt'ora luogo di incontro»

"Visioni", in un libro il viaggio ventennale della Scuola superiore di Catania

Il giornalista etneo Giorgio Romeo ha realizzato per conto dell'istituto di alta formazione dell'Università di Catania un libro che racconta le fasi cruciali della storia di una istituzione culturale di notevole rilievo. Romeo: «Ho incluso la molteplicità di visioni che fa comprendere come questo progetto sia un’opportunità per ripensare la Sicilia, i giovani, il futuro»

Ragusa città tutta da leggere con "A tutto volume"

Da venerdì 15 a domenica 17 giugno saranno oltre settanta gli appuntamenti complessivamente inseriti nel programma della kermesse letteraria iblea firmato da Alessandro Di Salvo, ideatore e promotore della manifestazione, e dalla Fondazione degli Archi assieme ai tre “guest director” Loredana Lipperini, Massimo Cirri e Tiziano Scarpa