sabato 21 aprile 2018

sabato 21 aprile 2018

MENU

Da Palermo a Torino, il Giro d'Italia del Salone del Libro

Libri e fumetti

Parte dalla Sicilia il 6 aprile la "Festa Mobile" la sezione speciale dedicata alla lettura ad alta voce di grandi classici della letteratura che nella prima tappa avrà come ospite Giorgio Vasta


di Redazione SicilyMag

Per la 31^ edizione del Salone Internazionale del Libro, Festa Mobile - la sezione speciale dedicata alla lettura ad alta voce di grandi classici della letteratura - diventa anche un giro d’Italia che fa tappa nelle biblioteche di sette regioni. Da Palermo fino a Torino, l’iniziativa curata da Giuseppe Culicchia è un invito alla (ri)scoperta di testi, autori e temi in dieci tappe, dedicato a tutti coloro che si ostinano a credere nell’importanza dei libri nel Paese in cui i lettori sono una specie a rischio di estinzione.

Giorgio Vasta

La maratona parte da Palermo venerdì 6 aprile, alle ore 18:00, dalla Biblioteca Francescana dove lo scrittore Giorgio Vasta sarà protagonista di un incontro intitolato “Sconfinamenti”.
Prendendo spunto da “F For Fake” di Orson Welles e col supporto di testi letterari, foto, sequenze audio-video, Vasta racconterà la storia - un po' reale un po' fantasticata - di Ramak Fazel, il fotografo con cui ha viaggiato diverse volte negli Stati Uniti a caccia di confini. Fazel è uno sconfinatore naturale e seriale: procede nello spazio e nel tempo assecondando l'esigenza di varcare ogni soglia, non necessariamente per spirito d'avventura ma nella maggior parte dei casi perché non può farne a meno, perché la soglia lo provoca. Proprio attraverso il racconto della figura di Fazel, Vasta descriverà l'esperienza del confine: ciò che al contempo separa e unisce, una nozione utile solo nel momento in cui non viene esasperata.
Il curatore Giuseppe Culicchia spiega così la scelta di Palermo, Capitale Italiana della Cultura, come incontro di lancio del tour: "Festa Mobile è innanzitutto un invito alla lettura: gli scrittori coinvolti, anziché presentare il loro ultimo libro, condividono col pubblico del Salone i loro libri del cuore. Quest'anno abbiamo voluto far partire quest'invito da Palermo, Capitale Italiana della Cultura, per attraversare l'Italia con una serie di letture nelle biblioteche di una decina di regioni. Il nostro Paese - com'è noto - è purtroppo il fanalino di coda in Europa per quanto riguarda il numero di lettori, e Festa Mobile vuol dare un segnale in senso opposto.”
Festa Mobile risalirà l’Italia, poi, facendo tappa a Foggia, Scampia, Amatrice, Roma, Pistoia, Bologna, Parma, Spinea (Venezia), Pavia, per arrivare infine a Torino, durante i giorni del Salone, con un fitto programma di letture ad alta voce che interesseranno tutta la città.

Le tappe del tour di Festa Mobile:

PALERMO, Biblioteca Francescana – 6 aprile, ore 18:00
Giorgio Vasta racconta Sconfinamenti.

FOGGIA, Biblioteca Provinciale – 27 aprile, ore 18:00
Silvia Greco legge Wislawa Szymborska, La gioia di scrivere.

SCAMPIA – 28 aprile, ore 11:00
Diego De Silva legge Elsa Morante, Lo scialle andaluso.

AMATRICE, Biblioteca Comunale – 8 maggio, ore 18:00
Antonio Pascale racconta In nome dell’amore.

ROMA, Biblioteca Marconi – 19 aprile, ore 18:00
Paolo Di Paolo legge Daniele Del Giudice, Lo Stadio di Wimbledon.

PISTOIA, Biblioteca San Giorgio9 maggio, ore 17:00
Vanni Santoni legge Thomas Mann, I Buddenbrook.

BOLOGNA, Biblioteca Sala Borsa20 aprile ore 18:00
Marcello Fois legge Silvio D’Arzo, Casa d’altri.

PARMA, Biblioteca Ugo Guanda – 12 aprile, ore 18:30
Fabio Geda legge William Goldig, Il signore delle Mosche.

SPINEA (VENEZIA), Biblioteca Comunale – 8 maggio, ore 18:00
Tiziano Scarpa legge Michail Bulgakov, Il Maestro e Margherita.

PAVIA, Biblioteca Teresiana – 12 aprile, ore 17:00
Piersandro Pallavicini legge Goffredo Parise, Bontà.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 04 aprile 2018





TI POTREBBE INTERESSARE

A Palermo la passione per i libri è lunga un chilometro

Dal 21 al 23 aprile la via del Cassaro sarà la cornice naturale di “Via dei Librai-La città che legge”, la grande kermesse dedicata al mondo dell'editoria con 60 stand e 3 isole letterarie dedicate a Leonardo Sciascia, Vincenzo Consolo e Salvatore Quasimodo

Gian Luca Marino: «Grazie a Ettore Majorana mi sento un siciliano adottivo»

Il giornalista, scrittore e blogger piemontese ha un legame strettissimo con l'Isola, anche per una misteriosa linea sottile che lo lega al fisico siciliano scomparso nel 1938, conosciuto grazie a un libro di Leonardo Sciascia letto quando era ancora un ragazzino. Oggi, a distanza di 30 anni, pubblica "Sulle tracce di Majorana" in cui racconta il suo senso di "appartenenza"

Alessandro Motta: «Vietare la gestazione per altri è un errore»

L'attivista per i diritti civili delle persone Lgbt ha appena pubblicato per i tipi di Villaggio Maori "Dalla parte del torto. Perché vietare la gestazione per altri è un errore" in cui scandaglia, evitando integralismi e preconcetti, lo spinoso tema che ciclicamente diventa campo di battaglia del dibattito politico. Il libraio e scrittore catanese tenta di mettere ordine tra le argomentazioni, senza banalizzare la complessità e le contraddizioni di un tema che continua a dividere

"Un anno in giallo", appuntamento col thriller

Dodici autori della scuderia Sellerio - Simonetta Agnello Hornby, Esmahan Aykol, Andrea Camilleri, Gian Mauro Costa, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Santo Piazzese, Francesco Recami, Alessandro Robecchi, Gaetano Savatteri e Fabio Stassi - per un racconto al mese dedicato al genere cultural-narrativo più di tendenza degli ultimi anni. Come a ribadire dalla casa editrice palermitana: il giallo per tutti lo abbiamo inventato noi!

Simon Reynolds: «Ieri l'idolatrica follìa del glam, oggi il conformismo del rock»

Il critico inglese presenta il 13 dicembre a Catania, il libro “Polvere di stelle. Il glam rock dalle origini ai giorni nostri", vera summa di un fenomeno musicale, mediatico e sociale dei primi Anni 70 dominato dall'eccentrico e sgargiante istrionismo di artyisti come David Bowie e Marc Bolan: «Le glam star dominavano i fan. Oggi il rock non è più moderno»

"L'istante e la storia", Ezio Costanzo racconta il fascino del reportage

Racchiude più di cento anni di storia sul reportage e sulla documentazione fotografica il libro del giornalista e storico catanese "L'istante e la storia. Reportage e documentazione fotografica. Dalle origini alla Magnum" che sarà presentato l'1 dicembre alla Sala Phil Stern del Museo dello sbarco in Sicilia di Catania