mercoledì 21 agosto 2019

mercoledì 21 agosto 2019

MENU

Recensioni

Sammataro e la Sicilia della genti dispirata che perde le sue radici

In Alla fine del tempo dell'ulivo, andato in scena al Piccolo di Catania in apertura di stagione, il regista ibleo Rosario Minardi ha ripreso il testo che il compianto Piero Sammataro ha lasciato come sua ultima eredità. Da Il giardino dei ciliegi di Čechov alla Sicilia post-Grande Guerra il passo può essere breve. Nel segno delle grandi rivoluzioni epocali

Ultima modifica 25 novembre 2015 18:30

Infinita, come la magia di Familie Flöz

Maschere mute capaci di vorticosi dialoghi senza però dire una parola. E' Familie Flöz, la compagnia tedesca che ha portato al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, e per la prima volta in Sicilia, "Infinita": uno spettacolo poetico e incalzante che gioca molto sulla magia dell'illusione

Ultima modifica 23 ottobre 2015 12:15

Pienone a Messina per la "Madama Quattru soddi"

Un successo l’adattamento e la regia di Eugenia Maimone Fisichella dal testo di Gaetano Di Maio e Nino Masiello

Ultima modifica 31 agosto 2015 12:33

La rivoluzione del corpo che ci affratella

Ovvero come dodici "danzattori" tramutano il caos in corpo: ne La Nona di Roberto Zappalà, che sdogana finalmente la danza al Bellini di Catania, la sinfonia di Beethoven, nella rilettura per due pianoforti di Lizst, consumano, nella loro fisicità, scampoli interreligiosi dell’abbraccio e del bacio dell’Inno alla gioia

Ultima modifica 26 maggio 2015 11:40

Medea o delle colpe che si perpetuano nei secoli

C'è una donna (la bravissima Valentina Banci) da annientare sulla scena del Teatro Greco di Siracusa: la sua colpa è quella di non accettare di essere ripudiata da Giasone. Da Seneca, Paolo Maggelli perpetua fino al '900 le debolezze della follia d'amore

Ultima modifica 22 maggio 2015 12:29

La Grecia delle donne di Ifigenia e Clitemnestra

Il regista Federico Tiezzi, per la sua "Ifigenia in Aulide" di Euripide per la stagione dell'inda di Siracusa, calca la mano sulla superiorità morale al femminile contro la "povertà d'animo" di Agammennone, Menelao e Achille. Applausi a scena aperta per Lucia Lavia ed Elena Ghiaurov

Ultima modifica 18 maggio 2015 20:47
6789101112131415161718