domenica 18 agosto 2019

domenica 18 agosto 2019

MENU

Recensioni

Con Idonea La zia di Carlo vira al musical

Grande successo a Catania per la commedia musicale di Brandon Thomas nella nuova versione diretta da Alessandro Idonea che con le musiche di Mario Incudine, eseguite dal vivo da Antonio Vasta, si è trasformata in un originale musical in puro stile americano

Ultima modifica 15 febbraio 2016 21:33

Nella solitudine insulare tra bestialità e virtuosismo

Con L'uomo, la bestia e la virtù il regista Giuseppe Dipasquale ha saputo restituire al pubblico di Enna quel fare grottesco e ipocrita dell'uomo contemporaneo grazie anche all'elegante e accattivante interpretazione degli attori

Ultima modifica 08 febbraio 2016 14:04

Grand Guignol all'italiana, la farsa borghese non decolla

Buona la prova degli attori, tutti di qualità, ma "Gran Guignol all'italiana" di Vittorio Franceschi, messo in scena a Enna con la regia di Alessandro D'Alatri, non convince e non appassiona

Ultima modifica 02 febbraio 2016 17:16

Quella pazza della porta accanto che fa ancora paura

In un equilibrio perfetto tra orrore e poesia, “La pazza della porta accanto” di Claudio Fava per la regia di Alessandro Gassmann in scena a Catania fino al 23 dicembre, fotografa gli ultimi 10 anni dei manicomi italiani attraverso la storia, ma anzitutto i versi, di Alda Merini. Una messa in scena che fa riflettere su un problema, politico e sociale, non ancora del tutto risolto, nonostante siano trascorsi 38 anni dalla legge Basaglia

Ultima modifica 15 dicembre 2015 16:12

Celestini e lo sberleffo all'omogeneizzato del pro e contro

Ascanio Celestini, nel suo "Storie e controstorie" andato in scena al Teatro Garibaldi di Enna, ha evidenziato le grandi contraddizioni umane: il bisogno di omologarsi e la contemporanea presunzione di differenziarsi dal sistema. Lo spettacolo replica a Palermo, Castellammare del Golfo e Catania

Ultima modifica 11 dicembre 2015 16:26

Sammataro e la Sicilia della genti dispirata che perde le sue radici

In Alla fine del tempo dell'ulivo, andato in scena al Piccolo di Catania in apertura di stagione, il regista ibleo Rosario Minardi ha ripreso il testo che il compianto Piero Sammataro ha lasciato come sua ultima eredità. Da Il giardino dei ciliegi di Čechov alla Sicilia post-Grande Guerra il passo può essere breve. Nel segno delle grandi rivoluzioni epocali

Ultima modifica 25 novembre 2015 18:30
6789101112131415161718