sabato 24 agosto 2019

sabato 24 agosto 2019

MENU

SicilianaMente

Duilio Giammaria: «La rinascita di Palermo è un buon segno anche per l'Europa»

Il giornalista e conduttore dedica metà del suo programma "Petrolio" di sabato 19 gennaio su Rai Uno a Palermo. Pur non nascondendone le contraddizioni ne racconta le bellezze, ne evidenzia la capacità di accoglienza, ne sottolinea la scelta vincente di puntare sulla cultura. Giammaria: «Un riscatto importante di Palermo e di tutta la Sicilia è possibile»

L'Isola e i media
Ultima modifica 28 gennaio 2019 18:05

Pronto soccorso: i colori della salute

Cronaca semiseria di una lunga notte al pronto soccorso di un'ospedale di Palermo, in attesa che arrivi il proprio turno, che pare non arrivare mai. Un'occasione unica per approfondire vizi, tic e malcostume diffuso del variegato mondo degli utenti della sanità pubblica

Blog
Ultima modifica 18 gennaio 2019 15:16

Sicilia, l'isola che non c'è

La prima domanda da porsi, se proprio si volesse parlarne, dovrebbe essere: esiste la Sicilia? Una terra aggredita dai suoi stessi abitanti in una lotta mortale, feroce. E la risposta, da bravi siciliani, bisognerebbe cercarla nel “si dice” più che nei fatti. La troppa luce di questa terra cancella e nasconde la realtà fino ad affogarla nel sogno

Opinioni e analisi
Ultima modifica 11 gennaio 2019 18:03

Il giro dell'oca e il punto

Così oggi finisce un anno e domani ne comincia un altro. Un giro sta finendo. Questo mondo sta compiendo la sua danza attorno al Sole, ancora una volta dopo quattro miliardi e passa di altre prima. Dunque, si svolta, ma con un certo modo. Il nostro punto importante. La nostra indagine profonda del bilancio necessario, quasi fondamentale...

Blog
Ultima modifica 31 dicembre 2018 12:50

Natale. Se chiudi gli occhi, le feste passano prima

Nella mia mente di bambina non ancora contaminata dalla nera peste del disincanto mi rattristavo enormemente per il Bambinello nudo "lasciato" al freddo e al gelo. Oggi ci sorridiamo con educazione, ci scambiamo gli auguri ma prendiamo le distanze da qualunque festeggiamento comune. E’ quasi un tacito accordo, una strategia silenziosa di commiato personale dal proprio passato

Blog
Ultima modifica 20 dicembre 2018 21:14

Il presepe vissuto sulla pelle. Il Colapesce apre ai migranti

Una pelle su cui si leggono ancora le torture delle carceri libiche, che non dimentica le ustioni della nafta e i naufragi. Una pelle sconosciuta e, per questo, "nemica". Nel cuore del centro storico catanese gli attivisti del centro popolare occupato rispondono al decreto sicurezza, che nei prossimi giorni lascerà al freddo 90 persone del Cara di Mineo, offrendo loro un tetto e mettendo in pratica la vera resistenza. Quella umana

Società
Ultima modifica 02 gennaio 2019 14:10
234567891011121314...