domenica 22 ottobre 2017

domenica 22 ottobre 2017

MENU

Catania "fratturata" e l'energia positiva di Wondertime

Eventi

Dal 9 settembre al 9 ottobre un mese di eventi per la mostra di arte diffusa che impegna 130 artisti in 31 location del capoluogo etneo e ospita 16 eventi di teatro, musica, danza, cinema. L'organizzatrice Rosella Pezzino de Geronimo, imprenditrice e artista: «Amo la mia città, un innesto di bellezza e energia contemporanea le farà bene»


di Maria Enza Giannetto

«Sono una visionaria con i piedi per terra». Rossella Pezzino de Geronimo usa questa frase per descrivere la sua "doppia" anima di visual artist e imprenditrice. Capitana d’impresa a capo di Dusty, azienda che si occupa di igiene ambientale, la manager catanese è anche una fotografa che con i suoi scatti ha documentato vari luoghi del mondo e che, negli ultimi anni, si è appassionata alla tecnica olografica. Due anime che convivono e che hanno spinto Rossella Pezzino de Geronimo a ideare e progettare Catania Wondertime, la mostra d’arte diffusa (130 artisti in 31 location e 16 eventi di teatro, musica e danza, cinema) che, realizzata con la collaborazione dell’Associazione culturale Dietro le quinte, da sabato 9 settembre a lunedì 9 ottobre, animerà il capoluogo etneo rendendolo uno straordinario scenario di arte e cultura e offrendo a catanesi e visitatori l’opportunità di scoprire con “stupore”, appunto, le potenzialità architettoniche e paesaggistiche della città.

Rossella Pezzino de Geronimo

Rossella, com’è nata l’idea del progetto Wondertime?
«Amo l’arte in tutte le sue forme e sostengo sempre che la bellezza vada seminata. Allo stesso modo amo Catania, questa mia città che considero, in questo momento, “fratturata”. Qualche mese fa, quando, purtroppo, mi sono trovata nella sua stessa condizione, ho pensato che un innesto di bellezza sarebbe stato un bene e allora, visto che considero insensata una vita senza arte, ho immaginato che vestire di energia contemporanea, per un periodo lungo, la città potesse stimolare un cambiamento».

Il programma di Wordertime, che prevede anche danza, musica e teatro, si basa soprattutto su mostre disseminate in vari luoghi cittadini, dalle gallerie alle chiese, passando per i negozi di moda e design. Perché questa scelta?
«Ho voluto che la diffusione di questa energia positiva non avvenisse solo nei classici templi cittadini dell’arte in modo da creare una sorta di percorso guidato che, sulle tracce degli artisti “messi in vetrina”, stimolasse le persone, anche meno esperte di arte e cultura, a girovagare per la città, osservandone con occhi nuovi le tante meraviglie celate. Faccio qualche esempio: quanti catanesi non sono mai stati alle Terme della rotonda oppure non hanno mai avuto la curiosità o l’occasione di salire sulla terrazza del Museo diocesano? Oppure, ancora, quanti non hanno mai notato la bellezza di un palcoscenico naturale come il Porticciolo di San Giovanni Li Cuti? Questa è una kermesse voluta con il cuore perché, confesso, io osservo Catania con gli occhi dell’amore e davvero mi piacerebbe che tutti vedessero questa città come la vedo io e ne cogliessero le potenzialità inespresse».

Dietro c'è il verde di Peter Demez

Proprio alle Terme della rotonda si terrà la sua mostra all’interno del progetto.
«Esattamente. Il titolo è “Castelli in aria” e sarà una mostra di ologrammi. Negli ultimi anni mi sono specializzata in questa tecnica che mi allontana dal quotidiano e mi riempie di energia e meraviglia. L’ologramma stimola i sensi e riesce a far recuperare la capacità di emozionarsi. Non nascondo che quando vedo i bambini stupirsi davanti a queste miei opere mi sento davvero orgogliosa».

Anche il logo di Wondertime ha a che fare con l’olografia. Qual è il suo significato?
«Il logo è il disegno di un mio ologramma non ancora realizzata. Durante i giorni della mostra spiegherò il concept che sta dietro ma posso accennare che l’uovo simboleggia il senso della vita e la sua sacralità mentre il taglio rappresenta le ferite, i segni identitari nella nostra esistenza. Infine c’è la salamandra, un animale che sa di forza e potenza».

Come sono stati selezionati gli artisti contemporanei che partecipano a Wondertime?
«Io credo nel lavoro di squadra e quando ho pensato al progetto ho subito messo in piedi il comitato promotore. Il lavoro di selezione è stato fatto da me personalmente insieme con la mia gallerista Daniela Arionte che mi sostiene nel mio percorso di crescita artistica e con la curatrice di mostre Sveva Manfredi Zavaglia. Abbiamo scelto davvero artisti molto interessanti e di fama nazionale e internazionale. Non mancherà poi la presenza di artisti più storicizzati. C’è stato poi un episodio particolare che riguarda lo stilista Peppino Patanè che, poco tempo fa, mi ha telefonato dicendomi che aveva un’opera che aveva chiamato La passione e che lo faceva pensare a me. L’ho considerato un augurio e una bellissima dedica...».

All’interno dell’evento Catania Wondertime trova spazio anche la sezione RigenerArt, che ha l’obiettivo di sensibilizzare sul tema della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare.
«È un tema che non poteva mancare. Credo fermamente nella forza dell’economia circolare e in quel flusso che prevede l’estrazione, la produzione, l’uso e poi il riuso e il riciclo dei materiali. Associare questo concetto al fenomeno artistico significa dargli un alto valore fornendo un esempio concreto di fattibilità. Non a caso, Wordertime si aprirà proprio con il workshop Low Cost Design dedicato ai bambini e condotto da Daniele Pario Perra (sabato 9 settembre 2017, dalle ore 16 alle 20, nella sede di Wonderlad, nda). Inoltre, il messaggio ecologico di Wondertime è affidato anche alla mia ostinata scelta di promuovere l’evento in modo vintage, facendo circolare per Catania un’auto ecologica che, di giorno in giorno, ricorderà le mostre e gli appuntamenti, evocando la tradizione e incoraggiando la mobilità sostenibile”.

L’EVENTO. Catania Wondertime è la prima mostra d’arte contemporanea diffusa in Sicilia con opere di scultura, pittura e fotografia di artisti di fama nazionale e internazionale. È organizzata con il contributo del FAI (Fondo Ambiente Italiano), della Soprintendenza ai Beni Culturali di Catania, del Polo Museale di Catania e il patrocinio dell’Università degli Studi di Catania, con il sostegno del Magnifico Rettore Francesco Basile, della Sovrintendente ai Beni Culturali Maria Grazia Patanè, del direttore del Polo Museale Maria Costanza Lentini e del presidente dell’Istituto Ardizzone Gioeni Giampiero Panvini.

 Ragazza nel mare di Peter Demez

IL COMITATO. L’evento è organizzato da un Comitato promotore creato ad hoc, formato da Lella Agnello (referente Curia Catania), Daniela Arionte (Associazione culturale Dietro le quinte), Salvino e Antonio Benanti (Cantine Benanti), Livio D’Emilio (Illuminotecnica), Pierluigi Di Rosa (Sud Press), Rossella Mammana (Docente Accademia Belle Arti Catania), Antonella Mandalà (Presidente FAI Catania), Salvo Puleo (Architetto), Paolo Signorelli (Presidente ANEC-Associazione nazionale esercenti cinema), Sveva Manfredi Zavaglia (curatrice d’arte), Raffaele Zappalá Asmundo, (Governatore Arciconfraternita dei Bianchi Chiesa di San Martino).

Alessia di Roberta Coni

GLI ARTISTI. Partecipano a Wondertime artisti di fama nazionale e internazionale, nell’ambito della fotografia, della pittura e della scultura: Giuseppe Agnello, Mikhail Albano, Dario Alberghina, Claudia Alliata di Villafranca, Elisa Anfuso, Luigi Aricò, Giuseppe Attardi, Antonella Ludovica Barba, Calogero Barba, Michele Pio Barbagallo, Andrea Baruffi, Francisco Benitez, Giuseppe Bergomi, Duri Caja, Roberto Calò, Jean Calogero, Alessandra Carelli, Silvana Chiozza, Quirino Cipolla, Girolamo Ciulla, Luigi Citarrella, Roberta Coni, Pietro Consagra, Piero Corpaci, Daniela Costa, Giuseppina Valentina Costa, Leonardo Cumbo, Giulio D’Anna, Marco Damigella, Peter Demetz, Stefania Di Filippo, Salvatore Di Franco, Flavia Dodi, Matilde Domestico, Maria Emanuele, Giacomo Failla, Emilia Faro, Raimondo Ferlito, Salvatore Fiume, Nicoletta Fontana Conservo, Enzo Federici, Jessica Formisano, Giovanni Frangi, Venera Gambino, Rosario Genovese, Simone Geraci, Lillo Giuliana, Alice Grassi, Emilio Greco, Piero Guccione, Renato Guttuso, Concetto Guzzetta, Emilio Isgrò, Giovanni La Cognata, Valentina Laganà, Giorgio Laveri, Mimì Lazzaro, Clelia Leonardi, Patrizia Leonardi, Giuseppe Leone, Loris Liberatori, Marco Lodola, Carmen Roberta Mannino, Gaetano Mannino, Susy Manzo, Elio Marchegiani, Arianna Matta, Paolo Medici, Francesco Messina, Veronica Mirabile, Fabio Modica, Tommaso Ottieri, Lorenzo Pacini, Peppino Patanè, Domenico Pellegrino, Agata Petrillo, Rossella Pezzino De Geronimo, Giuseppe Piccione, Pino Pinelli, Fausto Pirandello, Maurizio Pometti, Federica Portale, Riccardo Puglisi, Lucia Ragusa, Antonio Recca, Luigi Renzi, Filippa Santangelo, Marcella Savino, Laura Scalia, Ignazio Schifano, Ferdinando Scianna, Paolo Scirpa, Mimmo Scuderi, Alice Severini, Alessia Sicilia, Valentina Signorello, Turi Simeti, Giuseppe Siracusa, Gianluca Sità, Samantha Torrisi, Cristina Troufa, Carlotta Vasaperna, Renato Zacchia, Joussef Zrichi.
Gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania, coordinati dalle professoresse Rossella Mammana e Rosaria Calamosca, realizzeranno installazioni e illustrazioni tratte da piante e fiori dell’Orto Botanico e dal giardino di Le Stanze in fiore di Canalicchio.

Naba accovacciata di Giuseppe Bergomi

I LUOGHI. Le esposizioni d’arte, contrassegnate da apposito logo che accomunerà i luoghi di Wondertime, si terranno alla Galleria Arionte Arte Contemporanea (Via San Michele 32), Galleria Kōart (Via San Michele 28), Atelier Antonio Recca (Via San Michele 30), Museo Diocesano (Piazza Duomo), Chiesa di San Francesco Borgia (Via Crociferi), Chiesa della Badia di Sant’Agata (Via Vittorio Emanuele II, 182), Arciconfraternita dei Bianchi Chiesa di San Martino (Via Vittorio Emanuele II, 181), Palazzo Fazio (Via San Giuseppe al Duomo 31), Casa Vaccarini (Via Luigi Sorrentino 38), Scenario Pubblico (Via Teatro Massimo 16), Orto Botanico (Via Etnea 397), Land Nuova Dogana (Porto di Catania), Terme della Rotonda (Via della Mecca), Monastero dei Benedettini (Piazza Dante), Porticciolo di San Giovanni Li Cuti, Mohd Mollura Home Design (Viale Africa 50), Helmè (Largo dei Vespri 13), Ristorante Oxidiana (Via Conte Ruggero 4A), Gioielleria Avolio (Piazza Università), Gioielleria Fecarotta (Via Etnea 172), La Rinascente (Via Etnea), Papini (Corso Italia 52), Maliparmi (Corso Italia 97), Boggi (Corso Italia 300), Papelù (Corso Italia), Barbisio (Viale Ionio 67), Abitare (Via Pasubio 2), Sicilcima (Viale Africa 42), Tourì (Via Montesano 21).

Cosmogonia di Stefania Di Filippo

Il programma degli eventi

Catania Wondertime si apre il 9 settembre alle 16 con il workshop che sarà tenuto nella sede di Wonderlad in via Filippo Paladino, da Daniele Pario Perra, artista e docente universitario, su Riciclo e arte.

Il 15 settembre l’Anec proporrà al cinema King di via De Curtis la visione, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, del film Sing Street, con spettacolo unico alle ore 21. È un film del 2016 scritto e diretto da John Carney. Tra gli interpreti principali figurano l'esordiente Ferdia Walsh-Peelo, Aidan Gillen, Maria Doyle Kennedy e Jack Reynor.

Il 16 e 17 settembre l’Orto Botanico ospiterà la Mostra botanica di piante rare e insolite con la partecipazione di vivaisti siciliani d’eccellenza.

Il 22 settembre l’Anec proporrà al cinema King di via De Curtis la visione, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, del film Paterson, con spettacolo unico alle ore 21. È un film del 2016 scritto e diretto da Jim Jarmush con protagonista Adam Driver.

Il 23 settembre a Land- La Nuova Dogana, all’interno del Porto di Catania, è in programma, dalle ore 20,30, la performance di danza, tessuti aerei e cerchio aereo Volo…oh sì che volo di e con Salvo Guagliardo in arte Volans.

Il 24 settembre, dalle 19,30, a Land- La Nuova Dogana, è in programma Sicily in Swing- Lindy Hop.

Il 28 settembre da Land - La Nuova Dogana, al Porto di Catania, alle ore 20,30 si tiene il concerto di Mario Incudine D’acqua e di rosi. L’artista ennese sarà sul palco con la sua band per un evento a ingresso gratuito.

Mario Incudine

Il 29 settembre nel porticciolo di San Giovanni Li Cuti andrà in scena alle 20,30 I Miti del mare con Francesca Ferro e Francesco Maria Attardi accompagnati dal musicista Gionni Allegra e con la partecipazione dei mangiatori di fuoco Paco Puglisi e Martina Vella della Compagnia Fuoco dentro.

Francesca Ferro

Il 30 settembre è in programma, nella sede dell’Arciconfraternita dei Bianchi Chiesa di San Martino, alle 20,30, il concerto del Quintetto d’archi Sikelios con voce narrante di Valentina Ferrante. L’evento è intitolato Grand tour, viaggio in Sicilia di Goethe, Dumas, Maupassant, Brydone, Voullier. I musicisti Alessandro Cortese (violino), Marcello Spina (violino), Aldo Randazzo (viola), Alessandro Longo (violoncello), Giuseppe Giacalone (contrabbasso) eseguiranno musiche di Bellini, Mascagni, Vivaldi, Tartini, Musumeci, Sollima.

L’1 ottobre alle 20,30 l’Istituto Ardizzone Gioeni di via Etnea 595 ospiterà la rappresentazione teatrale Come Giulio Cesare di Giulio Valentini con Laura Rapicavoli e lo stesso Valentini.

Il 2 ottobre è in programma, alle ore 20,30 all’Istituto Ardizzone Gioeni, Delitti esemplari di Max Aub, ovvero Gli insopportabili incontri della quotidianità trasformati in delitti senza castigo, a cura di Laura Rapicavoli ed Eugenio Patanè che ne sono interpreti accompagnati dal maestro Giuseppe Catania. In una carrellata di personaggi tratti fedelmente dal testo, gli attori in scena ripropongono in chiave ironica e surreale gli insopportabili incontri della quotidianità trasformati in delitti senza castigo. Una sorta di scherzo farneticante.

Il 4 ottobre all’Istituto Ardizzone Gioeni ore 20,30, l’Associazione Musicale Alkantara presenta Piccole note sulle orme di Abreu. Coro e orchesra infantile.

Il 5 ottobre, all’Istituto Ardizzone Gioeni, alle 21, va in scena Eros e thanatos con Francesca Ferro, Giovanni Arezzo e Francesco Maria Attardi, alle ore 20,30. Il progetto è un viaggio che attraversa il mito, la tragedia, la lirica e la poesia trattando il rapporto amore e morte, da Medea, a Oreste e Clitennestra, Aci e Galatea, Paolo e Francesca, ed Elena che ammaliò Paride, scatenando le ire dei Greci che si scagliarono contro i Troiani e altri personaggi leggendari di tutti i tempi.

Il 5 ottobre Scenario Pubblico di via Teatro Massimo 16 ospiterà, dalle 21,30 alle 2, la serata dedicata alla Milonga e Tango argentino.

Il 6 ottobre la chiesa di San Francesco Borgia ospita alle 20,30 i BaroqEnsemble in concerto conmelodie barocche e celeberrime colonne sonore. Sul palco dieci elementi proporranno musiche di Vivaldi, Corelli, Morricone, Piovani, Jenkins.

Il 7 ottobre nella Terrazza del Museo diocesano, alle 20,30, Valeria Geremia propone Sicula Butoh, una performance di danza butoh che prende spunto da uno studio iniziato tre anni fa a Berlino.

Valeria Geremia in Sicula Butoh

L’8 ottobre, dalle 19,30 a Scenario Pubblico è in programma Sicily in Swing-Lindy Hop.

L’8 ottobre, alle 18, la Chiesa monumentale della Badia di Sant’Agata ospita il Quartetto Ludwig con il concerto Mozart e musica francese. I musicisti Vito Imperato (primo violino del Teatro Massimo Bellini di Catania), Gaetano Adorno (viola), Benedetto Munzone (violoncello) e Epifanio Comis (pianoforte) eseguiranno brani di Mozart e Faurè.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 08 settembre 2017
Aggiornato il 12 settembre 2017 alle 15:51





TI POTREBBE INTERESSARE

Le artigiane etnee intessono
il territorio di cultura

Il 14 e 15 ottobre Trecastagni ospita la prima edizione di "Un Vulcano di libri" una iniziativa dell'associazione Le Trame che coniuga editoria, arte, argianato e tutela dell'ambiente

Ibla Buskers, quattro giorni di gioia ed allegria

Un entusiasmo contagioso quello che ha pervaso dal 5 all'8 ottobre la 23esima edizione di Ibla Buskers, la festa degli artisti di strada di Ragusa, promossa dall'associazione Edrisi in sinergia con il Comune ibleo. Francesco Pinna, presidente dell'associazione Edrisi: Siamo molto contenti del calore che ogni anno il pubblico riesce a regalarci»

Riflettori su Ibla, largo ai buskers. La cronaca dei primi due giorni

Entra nel vivo la 23esima edizione del festival intyernazionale di artisti di strada di Ragusa Ibla. Appuntamenti e spettacoli fino a domenica 8 ottobre

Sabir, la lingua franca che unice il Mediterraneo

Ritorna l'appuntamento con il SabirFest, il festival dedicato alla cultura e cittadinanza mediterranea che dal 5 all'8 ottobre si svolgerà tra Messina, Catania e Reggio Calabria, quest'anno dedicato alle "(s)cortesi ipocrisie" in merito ad accoglienza, ingiustizie e violenza

Letterature migranti, 50 rilessioni per capire il Contemporaneo

Torna a Palermo dal 4 all'8 ottobre il festival, diretto da Davide Camarrone, che vuole raccontare - tra libri, musica e arti visive - le migrazioni come condizione ordinaria, e non più straordinaria, della vita dei popoli. Camarrone: «100 incontri per 50 libri di 50 autori, non tutti ancora in vita, che giudichiamo essenziali alla comprensione del Contemporaneo»