mercoledì 24 aprile 2019

mercoledì 24 aprile 2019

MENU

La casa delle parole

Una granita Fava, per favore

Fabrizio Gifuni, in "Prima che la notte", ce lo ha fatto rivivere in maniera commovente, perfetto anche nella cadenza catanese. Pippo Fava incarnava il tipico catanese, amante della bella vita e godereccia che affrontava con coraggio e che respirava a pieni polmoni. Per rendergli omaggio io stesso vorrei mangiare la granita al caffè e panna che si faceva preparare al bar Calì, perché anche io sono un malinconico catanese, ma anche godereccio

Ultima modifica 28 maggio 2018 19:32

Mario Bonanno e il racconto senza età di Claudio Lolli

Il giornalista catanese in "E' vero che il giorno sapeva di sporco" dedicato al cantautore bolognese non racconta solo uno dei migliori cantautori italiani di sempre, ma un decennio, quello degli Anni 70, fatto non solo di guerra politica ma anche di fermenti rivoluzionari e romantici

Ultima modifica 25 luglio 2017 12:13

Separatisti contro antifascisti, a Nicosia si sfiora la rissa

Nella cittadina dell'Ennese la presentazione editoriale di Pietro Orsatti de "Il bandito della guerra fredda" sul ruolo contraddittorio di Salvatore Giuliano come pedina dell'ala fascista del separatismo siciliano, è stata bruscamente interrotta dai difensori della figura del barone locale Stefano La Motta, celebrato tutt'ora per le sue imprese sportive, ma storicamente pedina essenziale del Mis che aveva arruolato il futuro esecutore della strage di Portella della Ginestra

Ultima modifica 09 giugno 2017 19:38

Carlo Guarrera diventa Poe e fa rivivere Virginia

Cosa avrebbe mai detto la giovane compagna Virginia del mondo onirico e orrorifico di Edgar Allan Poe? E’ questa l’idea che Carlo Guarrera ha messo in scena a Catania per far rivivere gli spettri e le angosce dello scrittorte attraverso il diario della sua donna-bambina. Chiara Bentivegna ne è la voce e l’io femminile che illumina il buio perenne del demone creativo

Ultima modifica 05 ottobre 2017 16:49

Fabrizio Villa e i sorrisi delle donne ferite nel corpo ma nell'anima no

"Cuori intatti", mostra del fotografo catanese al Museo Diocesano di Catania, ritrae i nudi delle donne colpite da cancro al seno. Nei loro volti, nonostante il dolore, la speranza delle risurrezione umana

Ultima modifica 07 febbraio 2017 21:55

Arte e follia, l'eroico male oscuro degli alieni

Uomini e donne come noi, sfortunati, isolati, incriminati senza reati per il solo destino di essere diversi. Così Sgarbi sull'essenza di Ghizzardi, Ligabue e il Museo della follia ancora in mostra a Catania. Destino comune ad altri alieni di altre arti come Syd Barret nella musica, Alda Merini nella poesia o Daniela Rocca nel cinema

Ultima modifica 10 gennaio 2017 17:42
  12