mercoledì 23 agosto 2017

mercoledì 23 agosto 2017

MENU

Tag sicilia

La Sicilia vista da Astro Paolo e gli arancini di Parmitano

Nuova foto dell'isola dallo spazio di Paolo Nespoli che coglie l'occasione per salutare l'astronauta siciliano Luca Parmitano

Fotografia
Ultima modifica 18 agosto 2017 13:50

Afterhours

Martedì 22 agosto a Taormina, l'unica data siciliana di #30 Summer Tour

22 agosto 2017 ore 21.30
Teatro Antico - Taormina (ME) - via del Teatro greco

Sicilexit dopo la minchiata di Kurz. E alla Sacher Torte preferisco la cassata

Non si può reggere la stupidaggine detta vis-a-vis dal 30enne ministro degli esteri austriaco al nostro Alfano: "I migranti irregolari restino a Lampedusa, non vadano sulla terraferma". Se questa è l'Europa, meglio uscirne. A cominciare dai siciliani la cui identità sempre votata al futuro non può essere paragonata a questi giovani-vecchi

Ultima modifica 21 luglio 2017 19:57

Grani antichi, la saga continua. La Regione siciliana: «Non daremo neanche un centesimo»

Non è bastato il gesto distensivo di Terre e Tradizioni srl che ha offerto i marchi dei grani antichi siciliani al prezzo simbolico di 1 centesimno alla Stazione consorziale sperimentale di Granicoltura di Caltagirone. Fermo il no dell'assessore all'Agricoltura Antonello Cracolici: «Chiederemo al Ministero che vengano revocate le registrazioni dei marchi»

Ultima modifica 14 luglio 2017 21:58

«Cediamo i marchi dei grani antichi alla Stazione sperimentale di Granicoltura»

Felice Lasalvia Di Clemente, amministratore unico di Terre e Tradizioni srl, l'azienda di Verona in questi giorni alla ribalta delle cronache per aver registrato come marchi i nomi di alcuni grani antichi, oggi ha spedito una lettera (qui pubblicata) alla Stazione sperimentale di Caltagirone in cui offrono, al prezzo simbolico di un centesimo, la proprietà dei brevetti

Ultima modifica 14 luglio 2017 22:04

«I grani antichi sono la storia della Sicilia, non un marchio commerciale»

I produttori siciliani di grani antichi, gli storici dell'agricoltura siciliana e gli esperti di diritto industriale sono tutti concordi: la diffida inviata a vari produttori da un'azienda di Verona, depositaria di alcuni brevetti registrati in Veneto sui termini timilia, tumminìa, strazza visazz e maiorca, non hanno alcun fondamento. La questione è seguita dalla Regione siciliana

Ultima modifica 14 luglio 2017 11:14
  12345678910111213...