lunedì 29 maggio 2017

lunedì 29 maggio 2017

MENU

Blog

Col G7 ci riscopriamo esperti di sicurezza, etichetta e politica

Da una parte l'orgoglio, per una volta che andiamo in TV per un motivo diverso dalla latitanza di un boss e dal record di incompiute, dall'altra l'arroganza tutta italiana, e soprattutto siciliana, che ciascuno di noi potrebbe e saprebbe fare di meglio

Ultima modifica 28 maggio 2017 17:04

Con gli uomini del disonore la mafia uccide anche d'inverno

Venticinque anni dopo la strage di Capaci, in "Sicilian ghost story" Fabio Grassadonia e Antonio Piazza strappano la tragedia di Giuseppe Di Matteo dall'inferno terrestre per affidarla all'eterna fluidità della vita. Con quell'omicidio la mafia siciliana raggiunse l'apice di immoralità. Il film passa ai giovani il testimone di integrità morale in cui sperava Paolo Borsellino

Ultima modifica 21 maggio 2017 14:13

La veggente di Sferracavallo

Per conoscere sé stessa Vittoria legge a modo suo i tarocchi con Dora la nuova vicina di casa. Ma saranno le parole di Madame Patrizia di Sferracavallo a farle capire tutto: la la malinconia sarà sempre compagna del suo cammino, e non basterà tarocco o castello di carte a farla cambiare. Parola di maga

Ultima modifica 15 maggio 2017 16:12

A Taormina fa più bene il Giro d'Italia che il G7

Il recente attraversamento, in diretta tv e web, della cittadina capitale del turismo siciliano da parte della carovana rosa del Giro edizione 100, nel percorso in due tappe Cefalù-Etna-Messina, è stata la vera cartolina promozionale della bella Sicilia. Compenserà le pene dell'inferno che la Perla dello Jonio vivrà dal 22 al 27 maggio causa blindatura per tutelare il G7 del nulla di fatto?

Ultima modifica 12 maggio 2017 20:06

Il Vulcano e il treno della felicità

Le emozioni del viaggio intorno all'Etna sulla Circumetnea dei ragazzi che hanno aderito alla campagna di promozione della lettura legata a Storie sotto il vulcano, il concorso per studenti che punta al racconto del Vulcano per valorizzarne l'identità

Ultima modifica 25 aprile 2017 11:04

Il rosso e il blu degli avi di Donna Daniela

Chi non ha mai pensato, almeno una volta alla propria origine? Io credo che anche il più rivoluzionario, non foss’altro che per contestarlo e rinnegarlo, vorrebbe verificare la presenza di quei geni, che fanno tingere di blu il proprio sangue. Io un paio di anni fa, precorrendo i tempi dei falsi d’autore, mi inventai titolo, apposizione e ramo d’appartenenza diventando così Donna Daniela Robberto Calandra de Alvarez

Ultima modifica 17 aprile 2017 18:50
  12345678910111213...