domenica 25 giugno 2017

domenica 25 giugno 2017

MENU

La piuma bianca

Per l'ultima volta

Blog

Immaginiamo che questa di oggi sia l’ultima sera degli ultimi uomini sulla Terra. Ho immaginato con l'illustratore Riccardo La Spina di esser lì, stasera, al tramonto. Riccardo ha visto un ragazzino, l’ultimo


di Sergio Mangiameli

Immaginiamo che questa di oggi sia l’ultima sera degli ultimi uomini sulla Terra. L’ora legale rimarrà sospesa in un tempo che nessun uomo potrà più cogliere, perché questo pianeta ritornerà a vivere come ha fatto per miliardi di anni, meno l’ultimo milione: cioè senza il genere umano.

Ho immaginato con Riccardo La Spina di esser lì, stasera, al tramonto e di ascoltare la voce fuori campo che direbbe così: “"E' stata un festa, signori. Si chiude. Da domani, senza più musica né disegni, senza più dipinti né forme inventate. Da domani senza più parole né immaginazione. Andiamo via. Tutti. La festa è finita".

Riccardo ha visto un ragazzino, l’ultimo. Così.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 25 marzo 2017




Sergio Mangiameli

Il senso di appartenenza, come ostinato segnavia, con l’ambiente naturale. Sono presente su Facebook


ULTIMI POST

Il Vulcano e il treno della felicità

Le emozioni del viaggio intorno all'Etna sulla Circumetnea dei ragazzi che hanno aderito alla campagna di promozione della lettura legata a Storie sotto il vulcano, il concorso per studenti che punta al racconto del Vulcano per valorizzarne l'identità

Con Mozart voli allegri. Molto

Allo scalo romano di Fiumicino un violinista imparruccato e immerlettato suona l'Allegro molto della prima sinfonia del genio austriaco. Uno schiaffo come la musica produce un suono capace di svegliarci dall’abitudine di andare e fermarci per qualche respiro nell’incanto del momento irripetibile

Mi dispiace, ti abbraccio

Mi colpisce il dolore, quello sentito e non riconosciuto, che ingoia pezzi interi di anima e vita, che vedo nel corrosivo silenzio di un ragazzo omosessuale, che ho visto nello sguardo di una donna che non ha la scelta di voler finire la propria vita. Non voglio disturbare Babbo Natale ma l'uomo. E gli chiedo nella notte della vigilia di poter comprendere il dolore dell'altro